Seychelles fai da te a marzo

Dieci giorni tra Mahé e Praslin

  • di g.nitti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Organizzazione del viaggio

Siamo partiti in tre, mia moglie ed io, ed un amico. Per vari motivi, abbiamo iniziato a organizzare il viaggio solo poco più di un mese prima della partenza; un tempo un po' troppo ristretto. Per cogliere le migliori offerte disponibili converrebbe muoversi con almeno due mesi di anticipo.

Secondo quanto ci ha detto un operatore turistico italiano conosciuto sul posto, i mesi migliori per visitare le Seychelles vanno da ottobre a metà dicembre e da marzo a metà maggio. Nei mesi intermedi piove o tira troppo vento e il mare è mosso.

Per capire il tipo di viaggio, i giorni da dedicare a ciascuna isola, e le condizioni che avremmo trovato abbiamo letto i diversi resoconti di viaggio sul Turisti per Caso, con particolare attenzione a quelli effettuati tra febbraio e aprile negli ultimi 2 anni. In base alle indicazioni così ottenute abbiamo deciso di fermarci 6 giorni a Praslin, di cui uno da dedicare alla visita di La Digue, e 4 a Mahé.

Per trovare il volo siamo ricorsi ai motori di ricerca più comuni (Expedia, E-dreams, Opodo, ecc.), spesso ricorrendo a Tripadvisor, che permette di confrontarne vari contemporaneamente. Una volta individuata una tratta a prezzo conveniente, conviene sempre verificare se si possono spuntare condizioni migliori direttamente sul sito della compagnia aerea. Nel nostro caso, avendo perso un volo Emirates a 650 € da Roma a Mahé (la tariffa è salita a 850 € in pochi giorni prima che decidessimo), abbiamo trovato Ethiopian Airlines a 587 € direttamente sul sito del vettore. Il volo è andato abbastanza bene anche se prevedeva il cambio di aereo ad Addis Ababa, con una sosta di circa 3 - 4 ore sia all'andata sia al ritorno. I sedili erano un po' strettini (ma il problema non si è posto sulla tratta da/per Seychelles perché gli aerei viaggiavano semivuoti) e il cibo, soprattutto al ritorno, abbastanza cattivo, ma la differenza di prezzo ha giustificato questi piccoli disagi.

Per scegliere l'alloggio abbiamo trovato molto utile il sito http://www.seychelles.travel, ben organizzato, che riporta tantissimi alberghi divisi per categorie di prezzo e fornisce un indirizzo email per ciascuno di questi. Il nostro target erano alberghetti economici, guest house e i cosiddetti self-catering, cioè appartamenti dotati di cucina autonoma, con trattamento di B & B, possibilmente situati direttamente sul mare. Una volta individuato un possibile alloggio, verificavamo i giudizi dei viaggiatori su Tripadvisor, scartando quelli che avevano un punteggio medio inferiore a 4 su 5. Purtroppo, a distanza di un mese dalla partenza, erano al già completo tutti gli hotel con score elevato situati sulla spiaggia, quindi abbiamo esteso la ricerca a quelli nell'interno. Dopo una laboriosa corrispondenza mail con una quindicina di alberghi tra Mahé e Praslin, abbiamo concordato 5 notti a Mahé per 75 €/notte (60 il l'amico da solo), di cui la prima a Choice Villa e le altre a Ocean Guest House, e 6 a Praslin a 100 €/notte (75 la camera singola) a Villagaiarda, entrambe situate a poca distanza dal mare, con prima colazione compresa. Abbiamo deciso di soggiornare gli ultimi giorni a Mahé per evitare eventuali problemi dell'ultimo minuto con il volo di ritorno.

Per i trasferimenti dall'aeroporto all'albergo di Mahè e da questo al porto abbiamo concordato il trasporto con Cecile, la nostra albergatrice, al costo di 25 € e 15 € rispettivamente. Gli spostamenti tra il porto e l'albergo di Praslin invece erano compresi nel prezzo dell'alloggio

  • 23163 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social