Inverness, la capitale delle Highlands scozzesi

Città più a Nord della Scozia e ufficialmente conosciuta come Capitale delle Highlands, Inverness è strategicamente posizionata sulle sponde del Moray Firth e rappresenta un ottimo punto di partenza per scoprire l'Estremo Nord della Scozia

 

Città più a Nord della Scozia e ufficialmente conosciuta come Capitale delle Highlands, Inverness è strategicamente posizionata sulle sponde del Moray Firth e rappresenta un ottimo punto di partenza per scoprire l'Estremo Nord della Scozia, il famoso Loch Ness e le Highlands in generale. Una cittadina raccolta e tranquilla, piacevole da visitare in un paio d'ore, il cui centro storico attraversato dal fiume Ness si esplora facilmente a piedi: ecco i miei suggerimenti sui cinque punti da non perdere in città!

Non sapete da che parte iniziare ad organizzare il vostro viaggio? Affidatevi all'esperienza di chi conosce e ama profondamente la Scozia: come Travel Advisor in Wanderoo, sul sito www.wanderoo.it, sarò felice di creare un itinerario giornaliero su misura per voi e realizzare il viaggio dei vostri sogni!

LA VEDUTA DAL CASTELLO

Il castello di Inverness, costruito nel 1836, non è proprio un vero castello: ospita infatti gli uffici del tribunale distrettuale e non è quindi visitabile, se non per una delle sue torri alla quale si può accedere acquistando un ticket per ammirare il panorama dall'alto. Potete in ogni caso godervi la vista sulla città anche semplicemente dalla Castle Terrace, nei pressi della statua dell'eroina scozzese Flora MacDonald: il tramonto è il momento migliore della giornata per contemplare la veduta, con la luce rosata che rende l'atmosfera ancora più magica!

OLD HIGH CHURCH

Uno dei miei angoli preferiti di Inverness è l'antica Old High Church, una chiesetta di pietra risalente al XVIII secolo circondata da un altrettanto vecchio cimitero, con le lapidi un po' storte che spuntano in un curatissimo prato verde. La vista sul fiume Ness qui è davvero molto bella e non è raro vedere alcuni coniglietti che corrono tra le lapidi. Nel 1703 la campana della Old High Church suonava ogni giorno alle 17 in punto per segnalare il coprifuoco introdotto all'epoca: da allora la campana suona ogni giorno, anche se il coprifuoco non è più necessario. A pochi passi dalla Old High Church non perdetevi il negozio di libri Leakey's Bookshop, ex chiesa convertita in negozio dove si trovano libri usati, volumi classici, mappe e stampe antiche stipati in qualsiasi posto disponibile: se amate la lettura e il profumo di libri antichi questo è il posto adatto a voi!

LA CATTEDRALE DI INVERNESS

Dedicata a Sant'Andrea patrono di Scozia, la cattedrale di Inverness si trova sulla sponda opposta rispetto al castello ed è l'edificio più imponente dell'intera città nonché la cattedrale più a nord di tutta la Gran Bretagna. Fu progettata dall'architetto locale Alexander Ross e costruita tra il 1866 e il 1869, in stile gotico e utilizzando una particolare arenaria rosa: putroppo la scarsità di fondi non permise a Ross di realizzare l'ancora più imponente ed elaborata cattedrale che aveva in mente. L'interno della chiesa è composto da una navata centrale e due laterali ed è meno cupo e tetro di quanto ci si aspetta osservando l'esterno, colonne di granito, banchi di legno e pochi fronzoli! Le parti più interessanti della chiesa sono a mio avviso lo spazio dedicato al coro, costruito interamente in legno di quercia austriaca e risalente al 1909, e la grande finestra di vetro colorato che si trova sopra l'entrata principale. La cattedrale è aperta tutti i giorni dalle 7.30 fino alle 21 in estate, e fino alle 17.30 in inverno.

INVERNESS MUSEUM AND ART GALLERY

Come ogni città che si rispetti anche Inverness ha il suo piccolo museo dedicato alla storia e al patrimonio artistico culturale della città e delle Hihglands in generale. Le mostre permanenti e le esibizioni temporanee raccontano al visitatore lo sviluppo del centro abitato attraverso l'esposizione di manufatti ed oggetti locali, descrivendo la vita degli scozzesi nel corso dei secoli. C'è anche uno spazio dedicato all'arte, con quadri ed opere nazionali ed internazionali e mostre che variano periodicamente. L'Inverness Museum and Art Gallery, conosciuto come IMAG, è adatto a tutta la famiglia: anche i più piccoli si divertiranno con le attività ludiche proposte tra cui anche un angolo dove vestirsi come piccoli higlanders! In estate il museo è aperto dal martedì al sabato dalle 10 alle 17 e l'ingresso è gratuito.

NESS ISLANDS

Allontanandosi un po' dal centro, passeggiando lungo il fiume Ness sulla Ladies Walk, superato un ponte sospeso si raggiungono in poche decine di minuti le Ness Islands, piccole isolette al centro del fiume divenute un parco pubblico molto frequentato da turisti e locali. Piccole oasi verdi collegate alla sponda principale con dei bei ponti di ferro battuto costruiti in epoca vittoriana dove passeggiare tra alti alberi e aiuole fiorite godendosi la tranquillità della natura e il rumore dell'acqua che scorre.

SUGGERIMENTI PER VISITARE INVERNESS

Inverness si raggiunge comodamente in auto o in circa 4 ore di treno diretto dalla capitale Edimburgo. C'è molta scelta per dormire in città: i b&b, le guesthouse e gli hotel abbondano. Per quanto riguarda i ristoranti da provare, vi suggerisco i miei preferiti: Hootananny, un classico pub in stile scozzese con musica dal vivo e dove assaggiare l'haggis più buono di Scozia; The Castle Tavern, a due passi dal castello, un pub con ristorante dall'atmosfera tipica e caratteristica; The Mustard Seed, se cercate un ristorante più moderno, elegante e con piatti raffinati

Di Beatrice Roat

Parole chiave
  • 338 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social