In giro per la Scozia in bus, treni e traghetti

Chi ha detto che non si può girare la Scozia con i trasporti pubblici? Certo è un po' faticoso e necessita di una buona organizzazione, ma si può

  • di Viaggiatrice insaziabile
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Anche quest'anno mio marito, mia figlia (11 anni) ed io siamo pronti per le vacanze che questa volta ci vedono coinvolti in un giro in Scozia, un itinerario racchiuso in un quadrilatero che parte da Edimburgo, prosegue per Inverness e le Highlands, si sposta a Kyle of Lochalsh e Skye, arriva a Oban e Mull per concludersi a Glasgow, tutto rigorosamente in treno, bus e traghetti.

16/07/2014

Partenza da Roma Ciampino con volo Ryanair delle 11.05, arrivo previsto per le 13.30. Noi crediamo di essere in ritardo, ma in realtà, bisogna spostare l'orologio di un'ora indietro. Ci accoglie il tipico clima inglese, o meglio scozzese, vento, pioggerellina e cielo plumbeo, ma avremo anche squarci di sole.

Per il trasferimento in città ci serviamo del Bus Airlink 100, facile da individuare, una volta fuori l'aeroporto, basta seguire le indicazioni. Il biglietto si compra a bordo dell'autobus e costa 4 £ e 2 £ per i bambini, ma la cosa scocciante è che bisogna avere i soldi giusti, così è meglio premunirsi prima. Noi abbiamo cambiamo una certa quantità di danaro a Roma, così avevamo i nostri 10 £ pronti, poi per il resto della vacanza abbiamo prelevato con il bancomat di volta in volta prevalentemente allo sportello della Bank of Scotland che ci è sembrata la più sicura e conveniente.

In 25 min. siamo in città, la nostra fermata è su Princess Street, la via dello shopping, dove a pochi passi troviamo la nostra Guest House: no 53 Friederich Street. Non ci aspettiamo il classico hotel, difatti non lo è, si tratta di una palazzina anzi il 2° e 3° piano di essa, tutto rigorosamente senza ascensore. Ci accoglie Tessa, una ragazza molto gentile e simpatica che ci accompagna alla nostra stanza, ovviamente al 3° piano e con le valigie non è certamente uno scherzo! La camera però è grande e luminosa con un bovindo anche nel bagno, tende e plaid con motivi scozzesi, letti enormi, il necessario per il tè e il caffè, insomma accogliente e sicuramente non anonima anche se il pavimento scricchiola e ogni volta che camminiamo tremano i bicchieri e le tazze sul tavolino. Però ci troveremo bene e, tranne la fatica delle scale, non ci sono appunti negativi; anche la colazione, servita nel bar sotto la palazzina, è buona, abbondante e... scozzese!

Dopo il necessario riposo, inizia il nostro giro alla scoperta della città, che subito ci appare strana nella sua forma. Da Princess Street vediamo di fronte in alto il castello arroccato su una collina e tutto il resto della città in alto, in mezzo una sorta di vallata dove si snoda la ferrovia e noi, dall'altro lato molto più in basso. Scopriremo che la città è tutta salite e discese e per arrivare al Royal Mile ci aspetta una bella scalinata in salita vicina al National Gallery che ci porta nei pressi della Cattedrale che, ovviamente, non manchiamo di visitare. La Cattedrale è interessante, specie la Thistle Chapel, la cappella dove si riuniscono i membri dell'Ordine del Cardo presieduto dalla Regina. Ci sono degli stalli in legno intarsiati molto belli con gli stemmi delle famiglie che vi fanno parte. Il nostro giro prosegue fino al Palazzo di Holyroodhouse e all' Our Dinamic Earth che però sono già chiusi perché qui alle 17-18 chiudono tutti i musei e le varie attrazioni. Non ci resta che tornare indietro percorrendo la Carlton Road anche se, in effetti, non c'è niente da vedere, meglio se avessimo ripercorso il Royal Mile. Arriviamo di nuovo su Princess Street, strada animata di gente e negozi e, nelle strade interne che compongono il quartiere di New Town, di locali e ristoranti

  • 76025 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social