Scozia da vivere

Ecco il diario del ns. Viaggio, mio e di Fede, in Scozia fatto in aprile 2003. 1° giorno 15/04 partenza da BG Orio al Serio con economicissimo volo ryanair e dopo 2 ore arrivo a London Luton. Ritiro auto a ...

  • di Caterina Cordioli
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ecco il diario del ns. Viaggio, mio e di Fede, in Scozia fatto in aprile 2003.

1° giorno 15/04 partenza da BG Orio al Serio con economicissimo volo ryanair e dopo 2 ore arrivo a London Luton.

Ritiro auto a noleggio e partenza...THE NORTH ci aspetta!!! Dopo qualche ora tappa nella deliziosa cittadina di York nel nord dell’Inghilterra, con visita alla splendida cattedrale, che dicono essere la più bella dello stato, accompagnati da sottofondo d’organo.

Ripartiamo e visto che oramai è sera ci fermiamo per la notte in un bel paesino di nome Yarm sull’ansa di un fiume (siamo vicini a New Castle) e per la prima e fortunatamente unica volta nel viaggio abbiamo difficoltà nel trovare da dormire, infatti i pochi B&B erano tutti pieni e dopo vari giri per non dormire in macchina siamo stati costretti ad optare per un costosissimo hotel.

Vista l’ora era impensabile cenare, pertanto ci siamo presi un buon hamburger e l’abbiamo mangiato in un pub accompagnato dalla prima delle numerose birre che ci avrebbero dissetato nel corso della vacanza, circondati dall’allegro vocio dei ragazzi che parevano accorsi nel pub per non so quale festeggiamento.

2° giorno 16/04 dopo la colazione partenza per il nord, abbiamo attraversato the Adrian’s Wall in un punto in cui del mitico vallo che separava la civiltà romana dalle sconosciute orde barbariche del nord non restava che un tranquillo muretto circondato da un prato verdissimo con qua e la i batuffoli bianchi delle pecore.

Finalmente superiamo il vero confine scozzese e ci dirigiamo verso la regione dei Borders attraverso un paesaggio che è un inno alla serenità dell’anima, verdissimi prati e colline dove brucano tranquille pecore, qua e la una fattoria e su tutto un sole splendente che, cosa incredibile, ci ha accompagnato in tutto il viaggio (tranne 1giorno) tant’è che tutti gli scozzesi erano “svestiti” come noi in pieno luglio ovunque ci ripetevano di non aver ricordi di così tanti giorni di sole a fila... Facciamo tappa nella bella cittadina di Melrose nei Borders per visitare i magnifici resti dell’abbazia qui scopriamo Historic Scotland un ente di tutela del patrimonio storico artistico culturale scozzese, e ci facciamo un CARD della durata di 10 giorni che una volta acquistata ci ha fatto risparmiare un bel po’ consentendoci di entrare gratuitamente in castelli, palazzi, chiese, e quant’altro in tutto il territorio scozzese.

Pranzo al sacco su un bel prato poi ripartiamo e finalmente arriviamo a Edimburgo, troviamo subito un delizioso B&B vicino al centro, lasciamo le valige e via... alla scoperta della città... Che dire di Edimburgo? Semplicemente incantevole, l’abbiamo visitata in lungo e in largo dapprima con un giro sull’ autobus aperto con le cuffie con spiegazione in italiano passando per le strade principali, tra cui la Royal Mile che va dal castello al palazzo residenza della famiglia reale quando viene in Scozia, ammirando chiese e palazzi e i suonatori ambulanti di cornamuse poi a piedi scoprendo i vicoletti più nascosti e gli scorci più belli.

Cena nel pub “the world’s end” che segnava un tempo la fine della città e quindi per gli edimburghesi, del loro mondo, poi degustazione del primo dei molti mitici whisky al pub “the Jolly Judge” allietati da un bravo complessino che suonava musica celtica.

3° giorno 17/04 intera giornata dedicata alla scoperta di Edimburgo, una città unica assolutamente da non perdere, con un fascino e un ‘atmosfera di mistero veramente incredibili.

Il mattino visita al castello la cui sagoma dalla roccia scura incombe sulla città, con foto allo sparo del cannone alle ore 13, pranzo sul bellissimo parco cittadino che separa la città nuova da quella vecchia, con i ragazzi in canottiera e calzonicini corti che prendevano il sole e giocavano a calcio e pomeriggio visita ai principali palazzi (Holyroodhouse), alle chiese (molto bella la cattedrale St. Giles con la statua di John Knox il riformatore della chiesa scozzese) e camminata sulla colline circostanti (Calton Hill) con vista stupenda della città alla luce del tramonto

  • 4794 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social