In viaggio attraverso la Scozia

Alla scoperta di paesaggi incantevoli e di una natura incontaminata

  • di Hannik
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Vorrei raccontarvi il nostro viaggio in giro per la Scozia tra paesaggi mozzafiato, paesini sperduti ricchi di laghi e brughiere, ammirando anche la capitale Edimburgo e la vivace Glasgow.

Questo viaggio lo abbiamo intrapreso in quattro, due coppie di amici desiderosi di girare gran parte della Scozia.

Tutto l'itinerario compreso di noleggio auto, pernottamento, volo e traghetto lo abbiamo fatto online.

Il nostro volo parte alle 8 e 15 del 29 aprile da Ciampino con Ryanair per atterrare ad Edimburgo alle 10 e 15 circa ora locale. Una volta scesi ci dirigiamo a prendere l'autobus che ci porta in centro il più vicino possibile al nostro Hotel. (Bus Airlink costo 4.50£ dall'aereoporto al centro città).

Sabato 29 Aprile

Scendiamo all'altezza di Haymarket e proseguiamo verso l'hotel che si chiama Ballantrae Hotel at west end. Subito dopo il check-in decidiamo di posare le nostre cose e farci subito un giro in città dato che era mezzanotte di sabato sera. Edimburgo si presenta spenta e isolata nelle zone più lontane dal centro ma una volta raggiunto questo, subito si nota la differenza con ragazzi alticci che cantano e ballano lungo le vie e pub pieni di gente che bevono bicchieroni di birra. La zona ricca di locali si trova principalmente in Grassmarket e dintorni. Purtroppo in questa città i locali che non sono discoteca chiudono presto e dopo svariati tentativi per entrare a farci una birra decidiamo di andare a dormire per goderci al meglio l'intera giornata di domenica.

Domenica 30 Aprile

Sveglia alle 8 e 30 e dopo una ricchissima colazione usciamo per esplorare la capitale scozzese. Partiamo da Shandwick Place, percorrendola tutta si arriva su Princess Street che è la principale arteria della città. Da qui decidiamo di visitare la old town e quindi andiamo verso la Royal Mile sbucando su Lawnmarket. Andando verso est e facendosi tutta la via si arriva al parlamento scozzese. La Royal Mile è piena di negozi e turisti, essendo forse domenica questa via era davvero piena di gente. Decidiamo a questo punto di fare un giro nella zona del porto della città, nel quartiere Leith prendendo un bus vicino Calton Hill. Il vento era fortissimo con folate pazzesche ma nonostante ciò arriviamo davanti alla Royal Yacht Britannia, una nave utilizzata durante i viaggi all'estero dalla famiglia reale ed ora dismessa. Ci fermiamo dunque a mangiare qualcosa al Teuchters Landing dove un tempo era la sala d'attesa per i traghetti che attraversavano il Firth of Forth e dove ora ci sono anche tavoli all'aperto su una piattaforma galleggiante. Riprendriamo il nostro cammino per il centro di Edimburgo e per cercare di vedere un pò tutto in una giornata. La sera ci fermiamo a bere al Bow Bar, un locale su Victoria Street molto tipico. Dopo avere bevuto alcune birre e assaggiato un whisky torniamo in Hotel.

Lunedì 1 Maggio

Dall'Italia avevamo prenotato tramite Arnold Clark una macchina che ci avrebbe accompagnato per il resto del nostro viaggio. Questa agenzia di noleggio auto è molto più conveniente delle altre agenzie internazionali, con un personale molto gentile e disponibile. Ritiriamo la macchina in zona Sighthill nella parte ovest della città scendendo con un tram (preso da Haymarket) a Edinburgh Park Station. Ci consegnano una Kia Cee'd molto accessoriata, costo 270 Sterline per sei giorni. Il primo impatto con la guida britannica non è stato facile ma con attenzione si riesce tranquillamente a guidare. Subito eccitati ed euforici iniziamo il nostro lungo viaggio di circa 1400 chilometri attraverso la Scozia. Prima direzione verso nord per fermaci a St. Andrew, la città del golf, dove sorge anche un vecchio castello affacciato sul mare. Città universitaria, piccola, tranquilla e carina. Torniamo alla macchina in direzione Perth dove da qui prendiamo la strada A9 che praticamente arriva fino ad Inverness. Decidiamo di fermarci a Pitlochry, una piccola cittadina immersa nel verde. Qui passa il Fiume Tummel dove una diga lo divide dal Loch Tummel. In questa diga c'è anche un conta salmoni, i quali risalgono il fiume come da loro natura. Questa zona è infatti ricca di questi pesci. Cominciano i primi bellissimi scenari di laghi, fiumi e foreste tutto insieme. Proseguiamo sempre attraverso la A9 in direzione nord per arrivare a Inverness non troppo tardi. Si passa, percorrendo la strada in macchina, molto vicino al Cairngorms National Park. Qui siamo immersi in un ambiente brullo in una sorta di valle dove compaiono i primi rilievi montuosi all'orizzonte, le famose Highlands. Scendendo dalla macchina per alcune foto ci si sente piccoli davanti a tante montagne con una grande valle sottostante. Arriviamo a Inverness intorno alle 7 di sera, alloggiamo in un ostello che appartiene alla Scottish Youth Hostel Association, devo dire tenuto molto bene e pieno di ragazzi. Ne approfittiamo per vedere la città, qui a maggio alle nove di sera è ancora giorno e si assiste piano piano al tramonto del sole che regala un colore arancio accesso. Ci fermiamo al Castle Tavern di fronte al castello, un locale molto bello su due piani dove assaggiamo l'Haggis, un piatto tipico scozzese fatto con interiora di pecore accompagnato da patate e carote. Un piatto cucinato molto bene che consiglio di assaggiare

  • 26414 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social