Estate in città: Sassuolo!

Date disposte a caso... descrivo la mia City, luogo in cui trascorro prevalentemente l'estate perché preferisco viaggiare in periodi meno affollati.

Diario letto 276 volte

  • di Strega ritardina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Le estati in città son ricche di luoghi da visitare completamente privi di folla, perché non scrivere anche della propria City? È così affascinante il deserto che si forma nelle torride giornate di Luglio e Agosto... luoghi d'incanto ne esistono anche vicino a casa senza dover spostarsi troppo dalla propria dimora, luoghi forse conosciuti non troppo a fondo... forse completamente sconosciuti ma che fanno comunque parte del tuo vivere quotidiano... Che dire di Sassuolo? È un'orrida cittadina prevalentemente concentrata sull'industria ceramica, poco turismo anche se racchiude in se alcuni elementi che potrebbero renderla ricca di storia e possibili innovazioni. Le mie passeggiate a piedi si susseguono per i viali in cui scopro quasi sempre qualcosa di nuovo anche se, ammetto, dopo anni la visuale è divenuta ormai monotona e conosciuta. Cosa dire di questa city? È ricca di capannoni da ceramica vuoti, presunto amianto in alcuni e ponti pericolanti come si trovano in molte città d'Italia.

A voi la storia del ponte della Veggia (minuscolo quartiere)

Eccomi giunta nei pressi del ponte, quello della Veggia è sconsigliabile farlo a piedi nonostante la presenza di un antico marciapiede. Essendo venuta a conoscenza di un ponte costruito appositamente per consentire il passaggio dei pedoni tra un comune e l'altro, inizio la ricerca.. Chiedo informazioni a due signore, gentilmente una di queste mi indica il percorso, scopro però che conduce a una proprietà privata. Torno sui miei passi e cerco una strada differente, purtroppo devo camminare fino al rondò della circonvallazione per poi seguire, al fianco della ceramica "Gazzetti" , il sentiero che conduce al percorso natura Secchia. Il tutto è molto bello, si trova la zona di addestramento Cinofila, un laghetto, giochi per bambini e tanto verde. Dopo essermi storta una caviglia in un'asse conca del ponticello in legno, proseguo la ricerca.. Moderno e costruito bene, il paesaggio è incantevole ma,mi accorgo immediatamente che il ponte attraversa solo il fiume e non lo stradone... "AH!!! OK..." esiste un sottopasso che ti permette di attraversare anche la strada... Nel frattempo incontro un vecchio che mi spiega le varie vie... Castellarano, a destra arrivi a Villalunga e, con tono orgoglioso e soddisfatto, mi informa che diritto arrivi anche fino a Modena. Lo lascio alle sue convinzioni da pensionato e percorro il sottopasso...terminata la salita, mi trovo di fronte a un percorso di scuola guida per Moto con tanto di birilli a terra pronti per essere evitati. Li osservo un pò per poi proseguire verso il ponte della Veggia dal lato opposto costeggiando la circonvallazione. Sono così costretta ad attraversare il ponte della Veggia a piedi.. Con la videocamera in mano raggiungo il marciapiede completamente distrutto, vi sono crepe visibili ed evidenti in almeno tre punti e non oso immaginare il lato in cui passa il treno. Sono nettamente visibili i tubi in ferro e, in alcuni punti, il cemento si è trasformato in sassi In compenso il panorama del fiume è fantastico!!! Fortunatamente non è passato il treno ma è passata una bicicletta che porta a ingombrare lo stretto ponte.

Il centro

Attraversare il centro è ormai mia consuetudine durante le famose passeggiate, via Menotti un tempo famosa per le continue passeggiate serali è, oramai, ridotta in un desertico luogo di passeggio canino per raggiungere il Palazzo Ducale e il suo Parco, nulla di interessante c'è nel percorso se non qualche negozio, un poco di musica data dall'unico Bar della piazza dell'Orologio. Contesto grazioso che non offre nulla se non un giretto tra i viali e mercatini occasionali

  • 276 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social