Bosa e il suo Territorio

Una breve vacanza fuori stagione per, oltre che fare il bagno, gustare alcune meraviglie di questa Zona del Nord della Sardegna.

Diario letto 398 volte

  • di emcoro
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 1
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Questa tappa segue il percorso precedente, quello di tre anni or sono, dove ero arrivato fino a lambire il territorio di Monti Ferru e raggiungere il piccolo borgo di Cuglieri. Tre anni passati costretto a non poter visitare la mia amata terra. Quest’anno, però, anche se a stagione avanzata, non sono voluto mancare all'appuntamento. Innanzitutto una sorpresa: mai avrei scommesso nel mese di Ottobre! Ma la Sardegna riserva anche questi piaceri e soddisfazioni (son riuscito anche a fare il bagno!!). Una stagione e un clima splendidi. Una coda dell’Estate da metterci la firma!

Allora, anche se in una sola settimana, poco per le mie abitudini (15 giorni sono necessari per fare palmo a palmo...), sono riuscito a poter visitare questo spicchio di territorio, poco conosciuto ai più e scarsamente visitato dal turista medio, ma uno dei più intatti e importanti dal punto di vista ambientale e paesaggistico. Di luoghi interessanti e suggestivi c’è ne sono a iosa. Il primo fra tutti Bosa, Uno dei borghi più belli della Sardegna, se non d’Italia.

Ma andiamo con ordine. Partenza, fuori stagione, il 12 Ottobre. Biglietto nave e prenotazione Appartamento il giorno prima… mai successo in tutta la mia vita! Dovevo andare con tutta la famiglia (nonni, nipoti, ecc.) ma alla fine per varie rinunce son partito da solo, una meraviglia! In realtà era una fuga e una liberazione da tre anni di duro e faticoso lavoro. La sistemazione in Appartamento non mi è molto consona perché sono un campeggiatore. Ma per la scarsità di strutture della zona e l’incognita stagione, è stato un compromesso e una giusta scelta. La collocazione è stata nella zona marittima di Bosa.

Bosa Marina

Un aggregato, di seconde case , di origini degli anni 60-70, che fungono dignitosamente da centro di villeggiatura. Ben collocata logisticamente, a due passi dal Paese, con una sufficiente offerta di servizi (solo fino a settembre e limitata in questo periodo) di bar, market, ecc, Bosa Marina, anche se non da un’immagine moderna di se, è pulita e ordinata, soprattutto tranquilla. Ha un plus che ne fa l’attrazione principale: la Spiaggia. Un ampio arenile di sabbia fine, con un fondale degradante adatto quindi a tutta la famiglia. Sono presenti per tutta la lunghezza diverse strutture balneari, tra residence, chioschi Bar, e Ristoranti (tra cui uno con un superbo Galeone). Unica nota negativa: una caserma militare, che con tutto rispetto, sarebbe meglio non rubasse uno spazio così privilegiato! Un’altra delle caratteristiche del posto è la presenza sul margine dx della famosa Isola Rossa con la sua omonima Torre (chiusa alle visite purtroppo!). Per chi non può fare a meno della macchina, è dotata di un buon numero di parcheggi ( da metà settembre non si paga la sosta), ma ricordo che alloggiando nel borgo non serve l’auto…siate ecologici!!.

Bosa

Per raggiungere il paese non ci sono tante alternative: o a piedi, dai dieci ai 20 min. fino al centro; o in auto. C’è una corriera che transita, ma ha degli orari impossibili. Caratteristica e storia di Bosa le trovate in qualsiasi guida, ma vi posso segnalare le tre cose più importanti che colpiscono.

Primo. La sua posizione suggestiva arroccata sulla collina Serravalle, nello specifico il suo centro storico (Sa Costa): un insieme di casupole multicolore costruite nel tufo, circondate da viuzze strettissime, portici, piazzette, rampe, scalinate, da perdersi e non fermarsi mai di ammirare ( a proposito…in ogni angolo è presente un B&B)

  • 398 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social