Sardegna del nord: Gallura con passaggio finale in Toscana

La Gallura, meravigliosa e sorprendente, vissuta fuori stagione ma non troppo, solitaria al punto da innamorarsi perdutamente di lei. Con passaggio finale in Toscana sulla via del ritorno, dove ritrovare gli amici di sempre.

Diario letto 6950 volte

  • di Lara B
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Venerdì 22 maggio 2015

Forlì - Livorno

Partiamo sulle 14.45 dopo una mattinata di lavoro, apparentemente in netto anticipo sui tempi dettati dal navigatore, ma coda dopo coda e a causa di un paio di deviazioni, una prevista e una a causa di un incidente, approdiamo all'imbarco dei traghetti del porto di Livorno alle 20.30 passate...non c’è male,....ma ci siamo e questo è l’importante.

Finalmente ci rilassiamo e mangiamo qualcosa in un barettino sul porto, poi ci incamminiamo con la nostra Multipla verso l’imbarco e vediamo la nave, una maestosa motonave tutta luminosa nelle cui viscere parcheggiamo l’auto. L’ attraversiamo tutta fino alla reception e prendiamo possesso della nostra cabina. Usciamo subito per andare a curiosare sui ponti superiori: troviamo un ristorante, il bar interno, un negozio, le sale per i bambini e il bar esterno con la piscina, purtroppo non utilizzabile in questa stagione, la musica, le luci colorate e un barista che gentilmente ci prepara anche due moijto molto aspri e molto alcolici.

Aspettiamo così la partenza del traghetto guardando l’umanità intorno a noi, molti sono attrezzati con materassini e sacchi a pelo e si sistemano dove capita lungo i corridoi e lungo i ponti, tantissimi hanno con sè i propri cani e la nave è attrezzata con dispenser di sacchetti e zone di igiene-animali.

Alle 22.30 puntali si parte, guardiamo Livorno allontanarsi e ci ritiriamo nella nostra comoda cabina a riposarci dopo questa giornata infinita.

Sabato 23 maggio 2015

Cala Volpe, Porto Cervo, Baia Sardinia, Liscia di Vacca, Porto Pollo, arrivo a Santa Teresa di Gallura

Le operazioni di sbarco si concludono e già alle 7.50 siamo fuori senza impegni fino alle 17 di stasera, ora in cui abbiamo accesso al nostro miniappartamento del residence Santa Reparata di Santa Teresa di Gallura.

Decidiamo di percorrere con calma il percorso fin lì e di fermarci strada facendo nei posti segnalati dalla nostra guida e così come prima tappa andiamo a Cala Volpe distante forse una decina di chilometri da Golfo Aranci. Ci accorgiamo subito che qua la stagione estiva inizia con ritmi totalmente diversi da quelli a cui siamo abituati: in Romagna, se il tempo è clemente, maggio è già stagione piena nei week end, spiagge affollate, locali aperti a tutte le ore e tanta gente in giro. Nel parcheggio di Cala Volpe siamo solo noi, un omino che sta riverniciando un muretto e una colonia di panciuti felini. Non ci sono ancora nemmeno i parcometri per pagare la sosta, nel senso che sono proprio smontati. Ci incamminiamo e arriviamo alla spiaggia, che ancora non è stata pulita ed è in parte ricoperta da un morbido strato di lanugine proveniente dalle vicine piante, ma è veramente bella: la sabbia è bianca e pulita, l’acqua azzurra trasparente di varie tonalità chiare e scure e le rocce, arrotondate dal vento ci garantiscono una comoda sosta ad ammirare lo spettacolo in totale silenzio e solitudine. E’ un po’ freschino ma è ancora molto presto.

Riprendiamo l’auto e ci dirigiamo verso Porto Cervo, che ci accoglie sotto un bel sole. Fatichiamo un po’ a trovare il centro che non è ben segnalato, ed essendo il deserto dei tartari, non è nemmeno facilmente individuabile attraverso le carovane di persone. Ne approfittiamo per visitare la Chiesa di Stella Maris sperando da lì di capitare in qualche percorso turistico che ci conduca alla famosa piazzetta di cui anche la nostra guida parla senza dare maggiori dettagli, ma vediamo solo una chiesa molto particolare dalle forme arrotondate perfettamente intonata con l’ambiente marino circostante senza capire, quindi chiediamo indicazioni ed infatti eravamo fuori strada

  • 6950 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social