Sulle strade della Sardegna in moto

Viaggio itinerante (in due) su due ruote

Diario letto 10885 volte

  • di lakri
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: due
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Dopo svariate riflessioni decidiamo di intraprendere questo piccolo viaggio in Sardegna, ovviamente con la nostra bellissima e carichissima Africa Twin.

Il viaggio itinerante non ha un percorso ben preciso, ma vuole essere un mix di relax, natura e cultura.

Così il 18 settembre 2011 si parte e dopo un bell’acquazzone tra Serravalle e Genova, e una bella pizza genovese dagli zii Anna e Tonino ci imbarchiamo e prendiamo il largo.

Direzione Olbia

La notte movimentata dal mare grosso, passa velocemente in un confortevole letto della Mobyline e il risveglio del mattino è deliziato dal profumo della macchia mediterranea…

Profumo di vacanza!

Il tempo non è fantastico ma stà migliorando e passiamo la nostra prima giornata di mare a Cala Ruju… meravigliosa!

Si lascia il nostro primo alloggio di Murta Maria che mia sorella ci ha gentilmente prestato.

Oggi è il 21 settembre, sono passati 49 giorni e da capo di Coda Cavallo saluto la mamma.

Dove l’azzurro del cielo si confonde con il blu del mare, impossibile non pensare alla sua tanto scherzata esclamazione "che meraviglia!"... avevi proprio ragione; questo paesaggio è meraviglioso e poterti salutare da qui mi fa sentire un pochino più vicino a te.

Rinunciamo alle spiagge di Cala Brandinchi e Biddierosa, a quanto pare tra le più belle della zona, ma anche costose; oramai si paga tutto, ma quella della spiaggia faccio proprio fatica a digerirla.

Passando per Posada con breve tappa al faro di capo comino (e piacevole sosta pranzo al ristorante sulla spiaggia al moletto) attraversando orosei e dorgali, giungiamo a Cala Gonone.

Ci sistemiamo al Camping Cala Gonone, il bungalow è piccolo ma nuovo, la sistemazione è decente.

22 settembre

Il giorno seguente gita in barca per il Golfo di Orosei; dopo aver visitato le grotte del bue marino sostiamo a Cala Luna e poi Cala Mariolu. In barca si arriva fino a Cala Goloritzè.

Le spiagge sono molto belle e anche qui il colore del mare è meraviglioso per non parlare delle montagne con le sue rocce che cadono a picco nel mare.

Davvero una splendida giornata.

23 settembre

Ecco una giornata all’insegna del relax; dopo aver percorso una strada che arrampica su per la montagna tra boschi e caprette raggiungiamo Cala Cartoe. Spiaggia di sabbia, mare blu, verde, azzurro… anche qui la sardegna non si smentisce e noi bruciamo al solie… che vitaccia!

24 settembre

Si parte per Arbatax percorrendo la ss 125, la statale che attraversa il parco Nazionale del Gorfo di Orosei.

La gola di Gorropu l’ammiriamo dalla strada e il paesaggio è spettacolare!

Raggiungiamo il punto più alto m. 1017; qui su consiglio di un nuorese molto gentile ci fermiamo a pranzare all’hotel Silana, che prende il nome dalla località Genna Silana. Eravamo proprio curiosi di degustare questa cucina tipica sarda, tutto a base di formaggio di capra e salumi di loro produzione. Ottimo e sicuramente diverso dal solito… a noi è piaciuto molto.

Passando per Tortoli e Arbatax, che ci deludono da subito per la poca cura della zona, troviamo un incantevole camping nella Baia porto Frailis; camping Telis, bello pulito rilassante e pittoresco. Cenetta sulla terrazza vista mare.

25 settembre

Giornata nuvolosa e dopo la colazione, gentilmente offerta dalla proprietaria del market (mai vista prima), si riparte per Costa Rei.

La strada è sempre la ss 125 che questa volta ci fa ammirare distese di vitigni e una lussureggiante vegetazione che fa da contorno a questa strada solitaria

  • 10885 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social