Crociera nelle isole greche

Ciao a tutti, ultimamente quando organizzo le vacanze frequento il sito di turisti per caso leggendo le informazioni degli altri utenti per organizzarmi al meglio. Quest’anno in occasione dell’anniversario dei 20 anni di matrimonio, io(Roberto), mia moglie (Silvia) e le ...

Diario letto 27450 volte

  • di lillino
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: fino a 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Ciao a tutti, ultimamente quando organizzo le vacanze frequento il sito di turisti per caso leggendo le informazioni degli altri utenti per organizzarmi al meglio. Quest’anno in occasione dell’anniversario dei 20 anni di matrimonio, io(Roberto), mia moglie (Silvia) e le nostre 2 figlie (Valentina 11 anni e Giulia 7 anni) ci siamo concessi il lusso di fare una crociera tornando nei luoghi del nostro viaggio di nozze (Atene e Santorini). La nave da noi utilizzata è stata la Costa Victoria che, anche se non recentissima, fa la sua bella figura e l’organizzazione a bordo è impeccabile; il periodo la partenza del 29 agosto 2009 da Venezia.

L’imbarco sulla nave era previsto dalle 13,30, ma il nostro viaggio è stato senza intoppi e alle 12,15 scaricavamo i bagagli al deposito della stazione marittima, il tempo di parcheggiare l’auto e accediamo al terminal della Costa dove ci informano che cominceranno ad imbarcare in anticipo, in breve alle 12,45 eravamo in cabina con i bagagli già consegnati e alle 13,00 eravamo seduti al buffet per pranzo, meglio non potevamo iniziare. Si parte alle 18,00 attraversando il canale della Giudecca e bisogna riconoscere che vedere Venezia dai ponti alti della nave è stato veramente spettacolare, in più le nuvole scure e l’avvicinarsi del tramonto regalano dei colori particolari a tutta la città e alla laguna, indimenticabile; lasciamo la discussione ad altri su quanto sia giusto far attraversare Venezia da grandi navi da crociera.

Dopo una notte con il mare leggermente mosso, qualcuno ha sofferto lo stesso, attracchiamo di prima mattina ad Ancona, ci svegliamo con calma e dopo la prima di sette abbondanti colazioni, sbarchiamo verso le 9,30 per conto nostro rinunciando alle escursioni proposte a bordo e alla stazione marittima/terminal Costa ci consegnano la piantina della città e informazioni su quello che è possibile visitare, in più ogni 30 minuti c’è uno shuttle-bus gratuito per i vari punti turistici di Ancona, decidiamo di smaltire la colazione e optiamo per una tranquilla passeggiata per il centro fino al Duomo che raggiungiamo facilmente in mezz’ora. Il Duomo di Ancona è costruito in posizione dominante il porto e dal piazzale si ha una bella veduta della città ed anche della nostra nave, in più la costruzione è veramente interessante, a questo punto decidiamo di prendere lo shuttle-bus che ci porta al Passetto, la zona balneare degli anconetani, il tempo nuvoloso tiene lontano i bagnanti dalla spiaggia, ma la vista dalla balconata sul Conero è veramente bella. Verso le 12,00 risaliamo a bordo, il tempo migliora e il sole comincia a farsi sentire, abbiamo a disposizione un giorno e mezzo di completo relax durante la navigazione.

Il mattino prestissimo del 1 settembre arriviamo a Santorini, il sole è ancora nascosto dalle alte scogliere dell’isola e i colori cominciano a scaldarsi, ci sbrighiamo a far colazione perché anche oggi preferiamo il fai da te, alle 8,30 sbarchiamo con le lance al porticciolo di Thira ed invece di prendere la funivia (4,00€ a tratta) decidiamo una più caratteristica e divertente salita con gli asini (5,00€ a persona), alle 9,00 siamo in paese e la vista è emozionante. Con una breve passeggiata arriviamo alla stazione degli autobus dove alle 9,15 partiamo per Oia, villaggio all’estrema punta nord dell’isola (costo per tratta 1,40€ ed orari scaricati da internet), facciamo una passeggiata tra le stradine già affollate di turisti e ammiriamo la caldera (la parte sprofondata dell’isola ora occupata dal mare) sotto un sole che comincia a picchiare, gli scorci sono da cartolina e con il pensiero torno indietro di 20 anni dove ricordo un tramonto da favola. La pecca delle crociere purtroppo è che devi rispettare degli orari ben precisi per cui il tempo a nostra disposizione è davvero poco, torniamo verso Thira per una passeggiata e scendere al molo con la funivia ma la coda è impressionante, decidiamo per una rientro a piedi dove prima eravamo saliti con gli asini, è stato divertente e faticoso e poi bisogna fare lo slalom per scartare i ricordi dei quadrupedi; considerazione in totale abbiamo speso 28,40€ contro i circa 150,00€ richiesti dalle escursioni organizzate. Ripartiamo e dopo poche ore arriviamo a Mikonos, acquistiamo all’ufficio escursioni i biglietti del bus (6,00€) per raggiungere il centro in meno di 10 minuti, una bella passeggiata tra le vie dell’animatissimo paese e ci gustiamo il tramonto nella zona di Little Venice e dei mulini, bello ma forse troppo ventoso ed affollato

  • 27450 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social