In moto sulla Route 66

The Mother Road... da Chicago a Los Angeles

  • di strugny
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

USA Route 66: the Mother Road!

Di Beatrice Cianchi con Vittorio Lazzeri (29 Luglio - 23 Agosto 2012).

Durata del solo tour sulla Route 66 da Chicago a Los Angeles: 15 giorni. Costo totale del solo tour con Eagle Rider c.a. 3.000 euro a testa (escluso biglietto aereo da e per l'Italia).

Aggiunti anche ulteriori 11 giorni (3 a Chicago e 11 a Los Angeles); costo totale della vacanza di 26 giorni c.a. 6.000 euro a testa (tutto compreso).

29 luglio

Finalmente sono arrivate le vacanze! Anche se quest'anno ci sarà una nuova esperienza, almeno per me: 15 giorni in moto da Chicago a Los Angeles. Chiaramente la scelta è di Vittorio che è motocilclista da sempre... ma l'Harley è un'altra cosa!

Partenza di mattina da Firenze Peretola con coincidenza a Roma per Chicago. Arriviamo a Chicago stanchissimi e inoltre la coda alla dogana è enorme! Taxi con direzione hotel Travelodge, economico e centrale. Doccia e letto fino alla mattina dopo!

30 luglio

Ben riposati ci avviamo al Donuts che si trova di fronte all'hotel: due splendidi muffin e cappucini niente male con pochi dollari. Ci sediamo al tavolinetto all'aperto e cominciamo a respirare l'aria degli States! Scegliamo di salire sullo Skydeck, un bel grattacielo dal quale si gode il panorama di tutta la città! Decidiamo di fare il City Pass che ci consentirà di visitare varie attrazioni e musei per 84$ a testa. Ci dirigiamo poi sul lungo lago, che è vasto quasi quanto il mare; tira molto vento, rientrando verso il Grant Park ci arrivano gli schizzi della Buckingham Fountain! Entriamo poi a visitare il Field Museum, ricco di tesori culturali, fossili e manufatti: uno spasso anche per i più giovani! Mangiamo un panino al Mac Donalds che si trova all'interno. La sera rimaniamo a cena vicino all'albergo, in un ristorante pseduo spagnolo: il Mercat, ma non è niente di eccezionale ed è piuttosto caro!

31 luglio

Stamani decidiamo di fare la colazione da Starbucks, che è un po' più lontano, un po' piu caro e senza il dehors! Prendiamo un trenino per raggiungere il museo della Scienza e della Tecnica, una meta imperdibile con collezione di oggetti anni '30, sottomarini, treni aerei e chi ne ha più ne metta. Tornando ci fermiamo all'acquario ma avendone visti tanti altri spettacolari in altre parti del mondo, non ci entusiasma più di tanto. La sera mangiamo una pizza da Gneo's ma i tempi di attesa sono lunghissimi...

1 agosto

Stamani torniamo a far colazione da Donuts e poi visitiamo la Old Saint Patrick Church ed in centro vediamo la statua di Picasso e i murales di Chagall. Un italo americano ci ferma per strada sentendoci parlare italiano e ci dice che viene da Palermo: vuole sapere com'è realmente la situazione in Italia e ci dice che ha nostalgia ma che comunque lì non se la passa male!

Ci dirigiamo poi verso una meta meravigliosa ed imperdibile: l'Art Instuitute. Apre alle 10 ma c'è già la coda! Che dire, siamo senza parole: dipinti famosissimi passano davanti ai nostri occhi! Picasso, Monet, Renoir, Kandinsky, Wharhol... ma la mia attesa è per il Crocifisso bianco di Chagall: resto incantata ad ammirarlo!

Naturalmente il tempo passa velocemente e dopo un rapido spuntino nel bar del museo completiamo la visita con il famoso dipinto "American Gothic" di Grant Wood. Per la cena scegliamo un ottimo pub irlandese, l'Emerald, nel quale ci gustiamo due ricette tipiche bagnate dalla favolosa birra Guinness!

2 agosto

Dopo la solita buona colazione al nostro Donuts di fiducia, prendiamo un taxi per trasferirci all'hotel Drake, che si trova nel Magnificent Mile, dove è fissato il ritrovo con gli altri partecipanti per la mitica Route 66. Fortunatamente ci danno subito la stanza...e che stanza: una vera suite, davvero un ambiente completamente diverso dal nostro Travelodge! Appena un salto sul lettone e poi di nuovo fuori ad ammirare gli edifici sul Magnificent Mile. Curiosiamo un po' per i numerosi negozi - tra i quali ci colpisce una meravigliosa cioccolateria, Hershey's - ma dato che il clima è torrido e siamo appena all'inizio del viaggio, purtroppo non possiamo fare nessun acquisto!

Decidiamo di farci un giro per la città con la sopraelevata, che è un "must" di Chicago e poi facciamo le ultime foto nel Millennium Park dove spicca una specie di arco a specchio e dove scattiamo selfie a più non posso! Pranziamo al 2° piano della Waterfront Tower alla Food Court, dove si può scegliere di gustare la cucina di qualsiasi parte del mondo!

Nel pomeriggio scendiamo nella sala dell'hotel ed incontriamo per la prima volta i partecipanti al viaggio in moto sulla Route 66 ed i nostri accompagnatori. Abbiamo scelto il viaggio direttamente da internet sul sito di Eagle Rider, che offre il noleggio dell'Harley, la benzina, gli hotel con la colazione per due settimane e - naturalmente - anche gli accompagnatori per il viaggio. Scegliamo la taglia del nostro giacchetto da moto (anch'esso compreso nel prezzo) e facciamo amicizia con i nostri "colleghi" viaggiatori. Scopriamo che siamo divisi in due gruppi di c.a. 15 moto ciascuno: un gruppo "anglofono" formato da inglesi ed australiani ed un gruppo misto (il nostro) formato da otto tedeschi, due sudafricani, otto venezuelani, due spagnoli ed anche una coppia di Firenze in viaggio di nozze!

Socializziamo con tutti: il clima è davvero speciale, il nostro Road Captain è Dj che guiderà il gruppo e sua moglie April chiuderà il gruppo col furgone contenente i bagagli e con dietro un carrello con una moto di riserva! Ceniamo in un ristorante vicino all'hotel ma nell'aria si respira già l'attesa per il rombo dei motori!

3 agosto

Partenza all'alba con un piccolo bus che ci porta dall'albergo alla concessionaria Harley per il ritiro delle moto: sono elettrizzata, non so quello che mi aspetta ma c'è l'elettricità e il brio di una gita scolastica

  • 8234 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social