Tredici giorni in Romania: Bucarest e la Transilvania

Il nostro viaggio prevedeva 10 giorni di tour con l’auto (Transilvania, Bucovina, un poco di Moldavia) per poi riconsegnare l’auto a Bucarest rimanendo 3 giorni a visitare la capitale

Diario letto 796 volte

  • di francogigante1953
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Con i nostri amici cercavamo una meta abbastanza vicina, non ancora visitata e che offrisse svariati interessi paesaggistici, storici ed artistici. La scelta è caduta sulla Romania e non ce ne siamo pentiti, in particolare ci è piaciuta la Transilvania (con i suoi paesaggi e le sue chiese fortificate) e la Bucovina con le sue chiese molto caratteristiche, affrescate anche all’esterno con colori vivaci.

Abbiamo pensato di ridurre i tempi di viaggio arrivando a Bucarest in aereo noleggiando poi, in loco, un’auto, pertanto, con congruo anticipo, abbiamo prenotato i voli (Genova-Roma A/R con Alitalia e Roma-Bucarest A/R con Blue Air in code sharing) e un’auto medio-grande (tramite Rentalcars dal 17 al 26 maggio 78 € x 10 gg. più assicurazione x l'abbattimento della franchigia per furto e danni altri 93,70 €).

Il nostro viaggio prevedeva 10 giorni di tour con l’auto (Transilvania, Bucovina, un poco di Moldavia) per poi riconsegnare l’auto a Bucarest rimanendo 3 giorni a visitare la capitale prima del rientro in Italia.

Di seguito il resoconto del viaggio, giorno per giorno.

VENERDÌ 17 MAGGIO

Partenza da Genova alle 6.25 col volo AZ1380, arrivo a Roma alle 7.30 e ripartenza da Roma alle 8.35 col volo AZ7394, arrivo a Otopeni alle 11.50. La navetta della società di noleggio Class Wagen ci porta nei loro uffici dove intorno alle 13 ritiriamo l’auto (una Golf SW) e poi partiamo per Snagov (6mila abitanti, 30 min., 30 Km.); con rapido tour del lago arriviamo alla piccola chiesa famosa per una lapide tombale sotto la quale sembra sia seppellito Vlad Tepes Dracul. La chiesa è su un'isoletta, collegata alla terraferma con un ponte pedonale: la chiesa (ingresso 15 Lei) è interessante per gli affreschi anche se quello antico è solo nell’atrio, gli altri sono del 1800. Da Snagov ci dirigiamo a Sinaia, (1 h e 50 min. di viaggio, 100 Km.) dove arriviamo verso le 17, in tempo per una breve visita della cittadina prima di trovare la pensione dove pernotteremo.

SABATO 18 MAGGIO

Sinaia è una rinomata località sciistica con belle ville e chalet, frequentata già nel 1800 dai re di Romania che vi fecero costruire il castello di Peles, che andiamo subito a visitare (9.15-16, ingresso ridotto over 65 30 Lei anziché 60 per la visita, più completa, del pianoterra e del primo piano (attenzione la biglietteria è nascosta e in estate ci sono code); consiglio questa visita in quanto i gruppi turistici visitano solo il pianterreno e quindi il primo piano si può visitare con più tranquillità. Il castello è molto bello, con interni ben arredati, è stato il primo castello a fine 1800 ad avere acqua corrente, riscaldamento, aria condizionata ed ascensori: era la residenza estiva di re Carlo I, inaugurato nel 1883 ma finito nel 1914; ha 160 stanze e 30 bagni. Nella sala del teatro è stata presentata per la prima volta in Romania una pellicola cinematografica.

Ultimata la visita, in tarda mattinata (ore 11.30), ci dirigiamo al castello di BRAN (9-18); il viaggio dura circa 1 h., 50 Km da Sinaia, il castello era la dimora estiva degli ultimi regnanti di Romania (il re Ferdinando I, la regina Maria di Sassonia e la principessa Ileana), ma la costruzione risale al XIII secolo (ingresso 30 Lei senior, 40 Lei adulti); ispirò Bram Stoker ma il vero castello di Vlad Tepes Dracul è a Poienari. Gli arredamenti, in gran parte, non sono quelli originali, la visita dura circa 1 h a cui aggiungere, eventualmente, 1 h circa per gli acquisti nelle bancarelle che ci sono ai piedi del castello (qui i souvenir costano meno che a Bucarest ma non sono granchè come nel resto della Romania)

  • 796 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social