Romania, istruzioni per l'uso

Un viaggio di sei giorni in una Romania rurale, privilegiando castelli e chiese fortificate

Diario letto 7230 volte

  • di modicat2
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

I COSTI

In Romania lo stipendio medio è di 500 euro ed i costi per vivere sono proporzionali, mentre i costi della tecnologia, delle auto e della benzina sono pari ai nostri. Un filone di pane si vende per 1 LEI ovvero 20 centesimi di euro, in uno snackbar abbiamo mangiato in tre con meno di 10 euro. Ad un ristorante medio (non turistico), mangiando bene e bevendo vino, in due si spendono circa 20 euro. Pare che UBER funzioni bene, ma io non lo uso. Non abbiamo mai preso né bus né tram, mentre abbiamo usato i taxi che sono gialli, ma non hanno tutti la stessa tariffa. Sullo sportello c’è un adesivo che dice il prezzo a kilometro. Si va da 1,69 lei a km fino a oltre 3,99 lei a km. e mi dicono che ce ne sono anche di più cari. Ovviamente scegliete quelli più economici e accertatevi che mettano il tassametro in funzione perché a volte imbrogliano. Comunque, di fronte a costi così bassi, io ho sempre arrotondato il prezzo della corsa di due o tre lei verso l’alto. Alla fine della corsa l’autista vi deve dare lo scontrino.

Come regolarsi velocemente vedendo i prezzi? Per non sbagliare, dividete per 4 ed avrete un’idea approssimativa della spesa. Tipo: 38 lei (diviso 4) fa 9,0 euro circa. In realtà sarebbero 8,26 euro, ma meglio stare larghi che sbagliare per difetto.

TELEFONINI

A proposito di telefonini: siete in Europa, pertanto vale in Romania lo stesso piano tariffario che avete in Italia senza costi aggiuntivi, ma con una limitazione sui Giga scaricabili a seconda del vostro gestore. Basta attivare il comando di “roaming” e si naviga, si parla e si chiama come dall’Italia.

RISTORANTI E CIBO

Che si mangia in Romania? Zuppe varie come se fossero i nostri “primi piatti”, poi tanta, ma tanta carne arrostita di vario tipo e sempre decisamente buona. Noi di solito facciamo un’abbondante colazione (pagata) in albergo, poi mangiamo leggero a pranzo e si fa una cena simpatica la sera. Solo che dopo 4 giorni di carne arrosto o stufata non ce la facevamo più e qualche volta, abbiamo virato sul pesce o addirittura pasta, panini con formaggio o pizza.

Nei ristoranti, mangiate quello che vi pare scegliendo fra zuppe, pesce, carne e verdure varie, ma non mancate di assaggiare i MICI che sono delle salsicciotte di carne macinata e speziata. (Consiglio di chiederli ben cotti). Il dolce Papanaci è obbligatorio assaggiarlo, ma attenzione che non vi freghino dandovi delle schifose ciambelle industriali invece dei veri Papanaci artigianali. Se costano meno di 20 – 22 Lei a coppia (la porzione è di due alla volta) allora sono fasulli e sappiate che se sono “originali” ci vogliono almeno 14 minuti per prepararli. Se ve li portano subito, sono delle ciambelle dure, allora sono fasulli e voi mandateglieli indietro.

Come dappertutto, anche in Romania ci sono molti livelli di hotel o di ristoranti: da quelli di lusso per ricchi turisti a quelli piccolini e romantici (come piacciono a noi) per famiglie o coppie innamorate.

A Bucarest, nel cuore del centro storico ci sono infiniti ristorantini e c’è solo l’imbarazzo della scelta, scegliete voi. Ottima la gelateria Emilia. Io posso consigliare the Mystic Tree, Strada Popa Soare,7 dove abbiamo mangiato in tre (Marian mangiava con noi) per 132 lei (29 euro), consiglio il rollè fritto di pollo (Rolada de Pui) e poi lasciate fare alla padrona. Decisamente ottimo il ristorante Bucatarasul cel Dibaci, Strada Cluceru Udricani 12 vicino al centro antico (salmone grigliato notevolissimo!) in due, 25 euro, compreso vino buono e dolce

  • 7230 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social