Roma in quattro giorni: mission impossible?

Tour nella città eterna, calpestando pietre millenarie e gustando la buona cucina romana!

Diario letto 72841 volte

  • di ireste
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Quest'anno per il ponte del 25 aprile il mio ragazzo e io abbiamo deciso di visitare una capitale in 4 giorni e, anche a causa dell'aumento spropositato dei prezzi dei biglietti aerei, abbiamo optato per la Città Eterna (raggiungibile in meno di 3 ore con un comodo e stra-puntuale Frecciarossa da Milano).

Consigli pre-viaggio: se vi piace l'idea di ritrovare le scene girate nei film, guardatevi prima di partire “Il Marchese del grillo” e “To Rome with love” come abbiamo fatto noi!

1° giorno

Arriviamo verso le 12 a Termini, e compriamo subito all'edicola l'utilissima Roma Pass: con 30 € avremo a disposizione per tre giorni tutti i mezzi pubblici, accesso gratuito a 2 musei e biglietto ridotto per gli altri. Considerando i prezzi dei biglietti, si fa presto a capire che consente effettivamente di risparmiare (e di saltare un paio di code!!!). Dopodiché, mentre iniziamo a immergerci nell'atmosfera romana, andiamo a posare i bagagli e a concederci una breve “siesta” nel nostro albergo, in zona Castro Pretorio (5 minuti a piedi da Termini, zona molto tranquilla e con una comoda metro che abbiamo usato senza problemi anche di sera).

Riposati e con cartina alla mano, eccoci pronti per l'inizio della nostra avventura romana!

Per prima cosa, giusto perché siamo in zona, visitiamo le Terme di Diocleziano (da fuori) e S. Maria degli Angeli, con la sua gigantesca meridiana davvero unica!

Approfittando della bella giornata, decidiamo poi di goderci la Roma classica, quindi Colosseo e Fori Romani. Per me è la quarta visita in quei luoghi, ma tutte le volte mi sembra magico poter calpestare quei viali su cui è da più di 2000 anni che l'uomo cammina. Da ultimo, ammiriamo l'altare della Patria, ben addobbato dopo i festeggiamenti del 25 aprile tenutisi al mattino. Un po' stanchi ma soddisfatti rientriamo in albergo, già pensando a quale ristorantino tipico sperimentare per cena. La scelta ricade sul quartiere di Trastevere, dove ogni locale è unico e consente di mangiare a prezzi ragionevoli una buona cucina romana, serviti, a volte, da personale altrettanto romano e “folcloristico” (almeno per noi). Dopo una bella passeggiata digestiva, con tanto di capatina sull'isola Tiberina, torniamo in albergo.

2° giorno

Pronti? Si parte! Via all'esplorazione della città: oggi in programma ci sono i Mercati di Traiano. Non c'ero mai stata, e devo dire che i pannelli con le spiegazioni storiche sui fori romani sono proprio utili e interessanti. Passeggiamo ancora un po' nei pressi dell'altare della Patria e riprendiamo la metro, con destinazione Città del Vaticano!

Ecco che arriva la prima grande delusione della vacanza: a parte la folla spropositata (che abbiamo trovato solo lì), è il sistema di transenne che mi lascia perplessa. Per intenderci: io ero andata a San Pietro l'ultima volta prima della morte di Giovanni Paolo II, quando la meravigliosa piazza era ancora ammirabile nella sua bellezza e interezza, e si poteva girare liberamente, dato che le transenne erano solo a ridosso della basilica. Ci siamo ritrovati, invece, con sbarramenti da tutte le parti e code interminabili di gente nervosa che non ti lascia neanche passare per fare delle foto! Ad ogni modo dribbliamo la folla e entriamo in San Pietro, dove ritrovo la seconda (e ultima!) delusione della vacanza: più che una chiesa, un mercato! Persino nei sotterranei, che ricordavo come un luogo di raccoglimento al cospetto delle tombe dei papi, c'è un gran vociare di comitive (soprattutto di stranieri, purtroppo!) e assolutamente nessun rispetto.

Non mi sento proprio di consigliare la visita a San Pietro in queste condizioni a chi come noi ha pochi giorni a disposizione, ed è un peccato perché la chiesa comunque merita..

  • 72841 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social