SANTO DOMINGO terra affascinante

Al ritorno mi sento di dire: Andate nella Repubblica dominicana, Vi affascinerà Santo Domingo è solo il nome della città con cui comunemente si definisce lo stato di cui è capitale. L'antica isola coloniale di Hispaniola, la seconda per grandezza ...

  • di Claudio Mortini
    pubblicato il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: 3500
 

Al ritorno mi sento di dire:

Andate nella Repubblica dominicana, Vi affascinerà

Santo Domingo è solo il nome della città con cui comunemente si definisce lo stato di cui è capitale.

L'antica isola coloniale di Hispaniola, la seconda per grandezza dei Caraibi (o se preferite, delle Antille) è oggi divisa a metà da un confine: a est, la Repubblica Dominicana di lingua spagnola; a ovest, la francofona e meno ricca Repubblica di Haiti.

Fu Cristoforo Colombo a chiamare Hispaniola la parte occidentale dell'isola.

La popolazione di Santo Domingo (intesa come nazione) si compone di un complesso crogiuolo di etnie; la stragrande maggioranza degli abitanti è costituita da mulatti (circa il 70%), con un 20% di bianchi e un 10% di neri, ma per tutti resta al primo posto il desiderio di emigrare negli USA o dovunque si possa sfuggire all'immobilismo e alla miseria locali.

La storia di Santo Domingo è infatti una lunga sequenza di avvenimenti dolorosi, crudeltà, stragi, invasioni, guerre civili, colpi di stato e dittature, a partire da quando Cristoforo Colombo, impressionato dalla bellezza dei luoghi e dall'amichevole accoglienza degli indigeni Tainos, elesse l'isola a quartier generale e base logistica per la conquista del Nuovo Mondo. Le maniere forti dell'Ammiraglio susciteranno continue ribellioni, non solo tra i Tainos, ma anche tra gli Spagnoli; centinaia di migliaia di buoni 'selvaggi" uccisi dalle colubrine, dalle malattie epidemiche, dai lavori forzati. E poi di seguito le più diverse colonizzazioni (alternativamente spagnole, francesi e haitiane), le incursioni di corsari e bucanieri, fino alla sospirata (ma poco fortunata) indipendenza.

E a Santo Domingo si trovano le prove tangibili dell'egemonia statunitense che si percepisce anche con la presenza invasiva di prodotti a 'stelle e strisce' e con autobus e camion dismessi e vecchi di almeno un paio di decenni.

Ma la nota peculiare della forte identità dominicana è senz'altro la musica, consumata come il rum, ovunque e nelle più svariate occasioni. I tanti locali dove si suona dal vivo e le radio accese nelle case lo dimostrano. L'aspetto peculiare della musica e dei ritmi dominicani è il merengue.

Ed è incredibile come questo genere sia rimasto isolato nonostante da queste parti siano arrivati gli influssi portoricani e cubani.

La Repubblica Dominicana è una terra affascinante, alle volte quasi magica per i ricordi di un passato lontano che solo qui è possibile rievocare. Ospita infatti le spoglie di Cristoforo Colombo e la più antica università del continente.

I resort hanno il miglior rapporto qualità/prezzo di tutto il Caribe, ciao

  • 1912 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social