Partenza il 26/6/2006 · Ritorno il 3/6/2006
Viaggiatori: in coppia · Spesa: Da 500 a 1000 euro

Bellissimo gran bahia principe

di patrick - pubblicato il

Finalmente vacanze fatte... E putroppo finite!!!! Ecco il mio resoconto...

VOLO BLU PANORAMA IN RITARDO DI 12 ORE, ma ci avevano avvisati 3 gioni prima.

Siamo partiti il giorno di Italia-Australia che ho pouto vedere in un bar fuori dalla stazione Tibutina di Roma raggiunto con un pulman da Pescara. Poi trenino fino a Fiumicino e inbarco in orario.

Giunti alla Romana alle 3 di notte ci attende Manolo la guida di Teorema e saliamo su un pulmino con carretto porta valige dietro. Tragitto di quasi due ore ( senza autostrade ), e finalmente giungiamo al Gran Bahia Principe alle 5,40. Un paradiso rispetto a quello che vedi durante il tragitto... Purtroppo! Durante il tragitto la guida ci ha dato una busta con le chiavi della camera, i braccialetti per l'all inclusive, la piantina del villaggio perchè è immenso.

La camera è bellissima, ampia, pulita e con vasca idromassaggio in bagno.

Tutto il villaggio è curatissimo sia nei locali che nei giardini. E' un vero 5 stelle. La spiaggia è molto ampia con numerose palme e lettini che vengono puntualmente occupati lasciando i teli mare su di essi. Operazione fatta quasi sempre dagli spagnoli che sono in grande maggioranza osptiti nel complesso... E pensare che queste cose le facevano solo gli italiani! Allora la prima mattina ho lasciato correre, mentre le altre ho tolto i teli di qualche furbetto e mi sono accampato visto che andavo in spiaggia la mattina verso le 9 e i furbetti arrivavano verso le 11. Qualcuno ha avuto da ridire ma gli ho fatto notare il cartello apposto su ogni palma con il divieto di riservare le palme con teli mare... Qualcuno ha brontolato ma non fatevi attirare nel tranello del litigio... Siete in vacanza.Consumazioni a volontà e comprese nell'inclusive. Tutti i ristoranti, sia quelli a buffet che quelli alla carte lasciano un pò a desiderare sulla qualità ma abbondano in scelta quindi trovi sempre qualcosa di gradito. Ristorante giapponese da provare insieme al grill. Consiglio di prenotare i ristoranti alla carte il giorno stesso dell'arrivo o rischiate di non usufruire di questi sevizi per mancanza di spazio. Il villagio come detto è immenso, pensate che vi lavorano quasi 1000 persone, ma non si avverte questa popolazione. Tutti i dominicani sono cordialissimi. E sempre con il sorriso stampato nonostante la povertà che vedono tornando nelle proprie abitazioni. Lo stipendio medio è di circa 120 euro al mese, quindi vi lascio immaginare cosa signifa per loro una mancia. Date loro se possibile 1 dollaro perchè non possono cambiare le monete in euro a meno che non lo facciate voi. Ho fatto due escursioni, una con Teorema all'isola di Saona e l'altra a Higuey, con persone conosciute al villaggio e con un barista che si è prestato nella sua mattina libera di accompagnarci. L'isola di Saona è bellissima con vero mare cristallino e durante il tragitto con lance velocissime ci si ferma in mezzo all'oceano dove si sono formate delle piscine naturali con l'altezza dell'acqua che arriva all'addome... Veramente bellissimo. Poi abbiamo optato per Higuey per non fare 4 ore di pulman in andate e altre 4 di ritorno per andare a Santo Domingo. Con questa escursione abbiamo visto veramente come vivono i dominicani e come per tantissimi e veramente dura arrivare a fine giornata e fare u minimino di pasto.Abbiamo preso un pulman locale al costo di due dollari e dopo circa 1 ora e mezza siamo giunti in questa città dove le "macellerie" espongono le carni appese fuori, quindi sconsiglio la veduta a chi ha stomaco fragile, strade affollate con i motoponchisti ( taxi in moto) in grande evidenza. Lasciate perdere le gite su questi taxi perchè la maggior parte di loro è abusiva e non sono coperti da nessuna assicurazione e corrono come pazzi in mezzo al traffico. Abbiamo visto la cattedrale che Papa Giovanni ha visitato nell'ultimo viaggio a Santo Domingo e abbiamo circolato un pò per le strade a fare shopping di rhum e cigari. In qusto percorso vedrete tanti bambini con scatole in legno che vogliono pulirvi le scarpe... È una cosa che tocca il cuore e non solo... Ma attenzione, sappiate che al primo dollaro dato arriveranno intorno a voi tanti bimbi che vi chiederanno la stessa cosa... Come le api sul miele! Poi abbiamo preso un pulman Taxi che al costo di 40 dollari ci ha riportati a Punta Cana nel nostro Residence.

Un punto dolente che non mi aspetto da un cinque stelle è quello di dover lasciare la camera alle 12 il giorno della partenza, anche se abbiamo avuto un ritardo di 1 ora sul volo e abbiamo lasciato l'albergo alle 16. Si pagano 10 dollari per ogni mezzora di ritardo sulla riconsegna delle chiavi. Va anche detto peò che mettono a disposizione degli ospiti spogliatoi e doccie dove potersi cambiare prima della partenza.

Per il resto il è stato tutto bellissimo compreso l'amicizia che abbiamo fatto con altre due coppie e che saluto... Ciao Davide, Silvia, Luigi e Laura... E un saluto a dei toscani simpaticissimi che abbiamo conosciuto troppo tardi per poter passare con loro giornate in allegria.

Peccato sia già finita... L'ideale sarebbe poter fare 10 giorni in questo paradiso.

Ho speso 1100 euro con la formula discount di Teorema e posso assicurarvi che la vacanza vale il prezzo. L'unico vero punto dolente è stato il ritardo nei voli... Mentre gli aerei sono discreti e si viaggia "quasi" comodamente su poltrone in pelle, per il cibo a bordo si mangia male quindi portate qualcosa da sgranocchiare durante il volo.

Un saluto a tutti e divertitevi al Gran Bahia Principe

di patrick - pubblicato il