Gallipoli... ma il cielo è sempre più blu

Cinque giorni di relax tra le bellezze del Salento

Diario letto 5058 volte

  • di Sole87
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ma il cielo è sempre più blu... è proprio la canzone di Rino la colonna sonora di questi 5 giorni di relax passati nella "Città Bella". Infatti mi vengono in mente le sue parole se penso al periodo che stiamo vivendo e allo sconforto che talvolta la vita di tutti i giorni ti riserva. A volte però non c'è bisogno di molto per essere felici...il cielo può essere sempre più blu con molto poco! Bene, 5 giorni per ricaricarsi, 5 giorni per staccare la spina...5 giorni dedicati al Salento. Pensare a questo viaggio è stato un pò come procedere alla preparazione di un buon piatto di spaghetti al pomodoro: quando la ricetta è semplice sono gli ingredienti che devono fare la differenza. In effetti così è stato: mare cristallino, prodotti gastronomici da leccarsi i baffi, gentilezza e calore delle persone salentine hanno rappresentato quel mix di fattori che hanno fatto dei nostri 5 giorni una vera esperienza da non poter dimenticare.

Che dire di Gallipoli... viene anche chiamata Città Bella non a caso. Noi abbaimo avuto la fortuna di soggiornare in un B&B (B&B Corte Moline) sito proprio al centro della città vecchia e secondo il mio avviso questo è sicuramente il modo migliore per entrare a pieno nella vita e nei lenti ritmi salentini. I vicoli sono affascinanti, pieni di dettagli. Ogni tanto si incontra una corte, ognuna con la sua particolarità. Dall'uscio delle porte ci sono sempre signori intenti a raccontarsi la vita di tutti i giorni e pronti a regalarti un sorriso. Procedendo per questo dedalo di viuzze si arriva quindi dalla parte opposta e si incontra il mare...la Chiesa della Purità guarda insistente al suo mare, bellissimo. Fare il giro di Gallipoli non impiega molto tempo, occorrono all'incirca 20 minuti per girarla tutta e più si gira e più si conosce e più ce se ne innamora. Scendendo al porto l'atmosfera è ancora più viva: questo è il cuore di Gallipoli. Intorno alle 18 tornano i pescatori con i loro prodotti che vendono anche al dettaglio, poco distante da lì alcune pescherie vendono pesce freschissimo ed organizzano aperitivi con ostriche, ricci di mare, scampi...a fare da contorno i gabbiani, il profumo del mare e persone che con una maestria insolita puliscono e lavorano le spugne naturali.

Se Gallipoli è splendida, del mare non si può certo dire il contrario. Abbiamo visitato le spiagge della Riserva di San Giovanni - Baia Verde. Eravamo muniti di ombrellone per cui abbiamo preferito la bellezza delle spiagge libere rispetto a quelle private. Per scendere al mare si passano delle zone delimitate e transennate per proteggere le dune di sabbia dove nascono delle ginestre bianche bellissime. I colori del mare sono spettacolari, davvero nulla da invidiare alla bellezza di altre zone di Italia e non. Siamo scesi fino a Santa Maria di Leuca, visitando anche la spiaggia di Pescoluse. Definita come le Maldive del Salento è secondo me un pò rovinata dalla eccessiva commercializzazione della zona.

Hanno allietato la nostra permanenza le persone conosciute, davvero gentili e simpatiche. Grazie a loro abbiamo conosciuto vizi e virtù di questo bellissimo pezzo d'Italia.

A presto!

  • 5058 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social