Non solo Porto

Visita della città con escursioni in auto a noleggio tra Braga e Guimaraes, Coimbra, Tomar e Fatima

Diario letto 23712 volte

  • di RosaLuca
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

SABATO 1 APRILE 2017: FORLÌ - PORTO

Volo Ryanair da Bologna a Oporto, andata e ritorno 75 € a testa. Visto che da novembre 2016 Ryanair ha ulteriormente accorciato i tempi per far il check in con posti assegnati gratuitamente, contando i 4 giorni al millesimo dall’orario del volo di ritorno, e visto che vogliamo partire sicuri di avere anche la carta d’imbarco per il ritorno, ci tocca comprare per 5 € a testa anche la scelta del posto! Le studiano tutte! Comunque, volo perfettamente in orario e arrivo con cambio ora, cioè il Portogallo è un’ora indietro rispetto a noi.

All’aeroporto facciamo il biglietto con la macchinetta acquistando l’Andante Card con i due viaggi per andata e ritorno dal centro alla zona 4. La metro viola linea E passa ogni mezz’ora e quando arriviamo al binario è appena passata… E’ anche molto piccola, solo due vagoni e si riempie e molti devono stare in piedi. Il viaggio fino a Trindade dura 35 minuti. Scendiamo e cambiamo linea (che passa invece ogni 6 minuti) fino alla stazione di Sao Bento. Prima occhiata ai meravigliosi azulejos della stazione e ci inerpichiamo per la stradina, piuttosto fatiscente ed inquietante, che la costeggia verso la Praca da Batalha. Dalla piantina non si vedeva che la salita e le scale sono mostruosamente ripide soprattutto con trolley al seguito. Ovviamente c’era un’altra strada ben più comoda che faremo le prossime volte!

Raggiungiamo l’hotel Istay Porto Centro (prenotato da Booking.com per 54 € a notte la doppia con colazione), spartano ma rinnovato e pulito, un po’ stile catene Ibis, che si trova in via Herculano a due passi dalla funicolare per la Ribeira e dalla Santa Catarina. Posizione strategica per girare tutte le cose principali della città a piedi. Reception h 24 che non guasta, wifi efficacissimo e ottima colazione compresa!

Ceniamo a caso nella Praca da Batalha con il classico baccalà e andiamo a festeggiare l’inizio vacanza allo storico Majestic con uno squisito bicchiere di vino Porto.

DOMENICA 2 APRILE 2017: VISITA DI PORTO

Tempo splendido. Colazione alle 8 e partiamo gasati per esplorare la città. Prima tappa la Torre di Los Clerigos e primo biglietto pagato. La chiesa non è niente di entusiasmante ma la salita in cima alla torre vale la pena per la bella vista, anche se il ponte Luis I è coperto dalla Sé! Come primo sguardo sulla città comunque è l’inizio ideale della giornata. Scesi facciamo già la coda per la biglietteria della libreria Lello. Eravamo già stati in Portogallo anni fa e la libreria era free e con carinissimo caffè. Adesso è in pieno business con biglietto di 4 € a testa e una marea di gente che rende anche difficile fare foto e godersela e shop al posto del caffè. E’ comunque sempre stupenda e i richiami a Harry Potter, per chi lo ama, sono tanti! Usciti ci rifacciamo l’occhio con la fiancata della Chiesa do Carmo (gratis) e la stupenda parete di azulejos in pieno sole. Poi iniziamo a scendere nella stradina della zona ebraica fino al famoso Miradouro Victoria e alla Rua Sao Miguel. Arriviamo in una zona centrale sopra alla Ribeira e raggiungiamo la Chiesa della Misericordia (a pagamento), anch’essa ricca di azulejos. Da lì scendiamo ulteriormente fino al Palazzo da Bolsa dove prenotiamo la visita per il primo orario disponibile, ovviamente in italiano non esiste e la scegliamo in spagnolo. Ci propongono un biglietto abbinato con la visita alle cantine Sandeman e per un totale di 15 € a testa accettiamo. La visita è molto interessante, gabinetto Eiffel e sala araba soprattutto

  • 23712 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social