Portogallo itinerante

Tour con partenza da Porto, poi Mafra, Sintra, Lisbona e Coimbra

Diario letto 56952 volte

  • di marcos69
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
>

Una settimana lungo l'Estremadura e Porto

DOMENICA

L'idea iniziale di un un viaggio a Lisbona si è trasformata, dopo la lettura di alcuni diari di viaggio su www.turistipercaso.it, in un tour di 8 giorni lungo l'Estremadura e Porto. Dopo aver pianificato in ogni dettaglio il tour, grazie anche al sito www.visitportugal.com, e fatte le prenotazioni degli hotels tramite Booking.com, il 16 marzo io e un amico partiamo dall'aeroporto Orio al Serio (BG) con un volo Ryanair, costato 137,00€ ciascuno, compreso bagaglio in stiva.

Atterriamo a Porto alle 19,00, dopo 3 ore di volo. Vista l'ora si è deciso di pernottare presso l'Hotel Aeroporto (reservas@hotelaeroporto.com.pt), che dista 10 minuti a piedi. L'hotel è semplice e pulito: costo con colazione 24,50€ cdu (cadauno). Il personale ci fornisce mappa e informazioni sulla città. Dopo una doccia raggiungiamo la fermata del metrò, a 5 minuti, che ci porta direttamente nel centro storico di Porto in 25 minuti. Per la prima cena portoghese ci fermiamo nella parte bassa di piazza da Liberdade, in uno dei ristoranti con tavolini all'aperto, dove io mi gusto la tipica la francesina di Porto, seguita da una breve passeggiata.

LUNEdì

Dopo una semplice ma buona colazione, lasciamo l'hotel e ritiriamo, nelle vicinanze dell'aeroporto, l'auto a noleggio presso International Car, prenotata via internet, al costo di 139,00€ per 6 giorni, compreso un pieno di carburante. Impostato il navigatore ci dirigiamo a sud per 240km lungo l'A17 fino a raggiungere la cittadina murata di OBIDOS, un tempo dominio arabo e successivamente assegnata in dote ad alcune regine del Portogallo. Passeggiare lungo le strette vie pedonali è un piacere, le case bianche sono ingentilite da glicini e vasi di piante alle pareti. In cima alla via principale c'è il possente castello del XIII sec., ora hotel di lusso. E' possibile percorrere la cinta muraria lungo i camminamenti di guardia, da cui si scorge un bel panorama. Molti sono i negozi d'artigianato, le chiese e i ristoranti dove degustare la cucina tradizionale. Noi scegliamo "O Libador" in rua Direita 19, poco dopo l'ingresso dalla Porta della Città (del 1380) e assaggiamo il polpo alla griglia servito con patate e un mix squisito di verdure spadellate con spezie, spendendo in tutto 15,00€ cdu.

Dopo 3 ore di permanenza, partiamo lungo l'A8 alla volta del cuore dell'Estremadura: MAFRA, a 70km. La cittadina è nota per il convento-palazzo Nazionale di Mafra, costruito nel '700 in stile barocco. E' un'immensa struttura con circa 900 stanze, che conservano ancora gli sfarzosi arredi dell'epoca, composta dal palazzo reale, il convento, la basilica e la grande biblioteca. Acquistato il biglietto al costo di 6,00€, visitiamo il palazzo, dove ci sorprendono le opere lignee e i marmi (www.palaciomafra.pt - oraio 9,30-17,30, chiuso il martedì). Dopo la visita ci rechiamo a 300mt. dall'edificio, presso l'hotel Castelao in Av. 25 de Abril (castelaohotel@gmail.com), dove pernotteremo. Struttura datata e semplice, in un punto trafficato; colazione scarsa, ma per una notte ci si adatta. Costo con colazione 25,00€ cdu. Prima di cena c'è tempo per una visita alla nota (specie ai surfisti) località di mare di Ericeira, che dista 15km. Qui la forza erosiva dell'Oceano Atlantico ha creato delle alte scogliere, che s'interrompono ogni tanto con delle piccole spiagge. Il calar del sole fa risaltare il rosso delle rocce.

MARTEDì

Nuovamente in auto, seguendo la N9 per 25km arriviamo nella cittadina, inserita nel patrimonio UNESCO insieme alla sua "Serra", di SINTRA (www.parquesdesintra.pt). Immersa tra vegetazione rigogliosa e colline rocciose, è nota per i suoi palazzi e castelli, disseminati nel territorio. Arriviamo nel centro storico e presso l'Ufficio Turistico facciamo un biglietto combinato per visitare tre strutture a 21,00€ (è possibile visitarne anche solo 1 o 2). Iniziamo dal centrale Palazzo Nazionale di Sintra, con i suoi due caratteristici grandi camini conici, costruito nel XIV sec. secondo gli stili gotico e moresco. Il percorso di visita si sviluppa lungo stanze completamente arredate e piene di curiosi oggetti dell'epoca. Terminata la visita passeggiamo tra i vicoli e ci fermiamo a mangiare qualcosa presso "O Cantinho do Lord Byron" in rua das Padarias 27: qui consiglio le tipiche sardine grigliate con salsa pomodoro e olive servite su pane tipo bruschetta, deliziose e con 11,00€ cdu ce la caviamo, bibita compresa

  • 56952 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social