Lisbona, tra fado e storia

Lisbona, capitale del Portogallo, sorge sull'estuario del Tago ed è una città splendida, piena di fascino ed atmosfera. Se vi recate in Portogallo non potete non andarla a visitare, perdereste qualcosa di unico e straordinario; grossa metropoli, con quasi un ...

Diario letto 1730 volte

  • di Maurizio Fabbri
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in gruppo
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Lisbona, capitale del Portogallo, sorge sull'estuario del Tago ed è una città splendida, piena di fascino ed atmosfera.  Se vi recate in Portogallo non potete non andarla a visitare, perdereste qualcosa di unico e straordinario; grossa metropoli, con quasi un milione di abitanti, offre moltissimi monumenti da vedere con un susseguirsi di architetture non solo settecentesche, ma anche medievali, manueline e barocche.

Raggiungerla dall'Algarve comporta un viaggio di tre ore lungo strade secondarie, non troppo scorrevoli; solo l'ultimo tratto, da Setubal, é di autostrada vera e propria.

Giungendo da questa via, si entra in città attraversando il ponte "25 de Abril", un'imponente capolavoro di architettura metallica, che corre a 100 metri di altezza e che ricorda moltissimo il suo più famoso "gemello" : il ponte di Brooklim.

Il transito sul ponte è chiaramente a pagamento, quindi si trova traffico al suo imbocco, perché ci sono i caselli per il pagamento del pedaggio, che non é neanche tanto a buon mercato ! Giunti dall'altra parte, dirigetevi verso sinistra e costeggiate il Tago; in questo modo arriverete nel quartiere di Belem, all'estremità occidentale del centro storico.  Il quartiere di Belem, conserva le maggiori testimonianze dell'arte "manuelina", tra cui spiccano l'antico palazzo reale di Belem e l'omonima torre cinquecentesca, che è stupefacente, un vero e proprio merletto in pietra.

Spero che abbiate la fortuna di vederla nella sua interezza, senza impalcature intorno per il restauro, che ne affievoliscono la bellezza; io questa fortuna, purtroppo, non l'ho avuta.

Meno male che le opere di restauro non interessavano anche il "Mosteiro dos Jeronimos", altro incredibile complesso monumentale fatto edificare alla fine del 1400 presso il porto per onorare le spedizioni dei grandi navigatori.

Questa costruzione, che ha di fronte uno splendido giardino, é molto bella; completamente bianca, é costituita da innumerevoli sculture floreali e decorazioni di vario tipo ed ha un portale grande ed imponente.

Di fronte ad essa, ma sulla sponda del Tago, sorge il monumento dedicato agli scopritori; la sua forma ricorda la prua di una nave e si inserisce perfettamente nel contesto in cui é posto.

Una volta visto il quartiere di Belem, si torna indietro, costeggiando sempre il Tago e si entra nel cuore di Lisbona.

Il centro commerciale della città é la piazza dedicata a Dom Pedro IV, più nota con il nome di "Rossio", ovvero la grande piazza; oltre ai numerosi edifici che la costituiscono, quello che colpisce di più e che forse é anche la sua vera caratteristica peculiare, sono i vecchi caffè, i negozi, i venditori di fiori, i lustrascarpe (che da noi ormai sono scomparsi) e la moltissima gente che l'affolla.

A Sud del quartiere del Rossio ha inizio la "Baixa", altro quartiere che separa la Lisbona medievale dalla zona occidentale; in questo quartiere le case, relativamente molto basse, hanno un'architettura uniforme che le tramuta in una sorta di scacchiera.

Le molte viuzze che costituiscono questo quartiere sono ricche di negozi e convergono tute nella "Praca do Comercio".

Anche quest'ultima ha un colpo d'occhio eccezionale; chiusa su tre lati da palazzi con portici, si apre sul quarto verso il Tago, a cui arriva attraverso una lunga scalinata fiancheggiata da colonne di marmo.  Procedendo verso Est, imboccate l'Avenida Infante Enrique, lungo la quale si trova anche l'elevatore, una sorta di ascensore panoramico , che vi consente una vista sulla città; chiaramente il tutto é a pagamento, ma dato che siete lì perché non farlo ? Avrete così un colpo d'occhio dominate sulla Baixta, sul castello e sulla cattedrale; non molto, ma comunque pur sempre qualcosa di particolare da portare con se

  • 1730 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social