Porto in 4 giorni

Mini guida per assaporare al meglio la romantica e decadente città di Porto

Diario letto 11070 volte

  • di mariapaola79
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ultimamente il Portogallo è diventata la meta prediletta delle mie vacanze. Di ritorno dal mio trekking sull’isola di Madeira ho approfittato dello scalo a Porto per visitare questa cittadina su cui avevo grandi aspettative. Aspettative che sono state ampiamente soddisfatte. Ecco, non è stato esattamente uno scalo tecnico, a Porto mi sono fermata 4 giorni pieni e per una volta ho fatto le cose con calma. Una volta che inizierete a passeggiare per la città vi renderete presto conto che le distanze sono nettamente inferiori a come uno se le aspetta (non sono come Lisbona per intenderci) e le attrazioni principali sono tutte a portata di mano (o di piedi), questo però non vi autorizza ad organizzare una maratona per vedere tutto in tempi record. Dopotutto Porto è una città dove la vita scorre placida come le acque del fiume Duoro che la attraversa, fiume che un tempo veniva usato per il trasporto delle botti di legno dove veniva fatto invecchiare il Porto. Ecco la città di Porto, come il suo famoso liquore va assaporata lentamente, affinchè se ne possano cogliere tutte le diverse note.

Qualche piccola dritta di carattere organizzativo e poi vi racconto come mi sono organizzata per la visita della città.

VOLO

Raggiungibile dall’Italia con un volo di circa 2 ore e mezza. Sono arrivata con TAP da Funchal (Madeira) e sono rientrata su Bologna con RYANAIR.

PERNOTTAMENTO

Quando non si conosce una città è sempre difficile identificare in quale zona pernottare. Un po’ ci si basa sulle recensioni, un po’ si va a sentimento (e aggiungiamo anche un pizzico di fattore C. che non gusta mai). Il B&B da noi prescelto si è rivelato ottimo: THE GATE. Forse non bellissimo a livello strutturale, l’ingresso lascia alquanto perplessi. Un palazzo grigio e parecchio anonimo, la reception si trova al secondo piano mentre le camere sono dislocate ai piani superiori. A parte questo dettaglio trascurabile, STRA- consiglio questo Hotel. Le camere sono silenziose, pulite e dotate di tuti i comfort, con cambio giornaliero degli asciugamani. La colazione a buffet è varia e abbondante, dal salato al dolce, tutti prodotti freschi e di ottima qualità, compresi gli straordinari Pastéis de nata per cui ho sviluppato una sorta di dipendenza. Non so voi ma a me non serve altro, per lo meno quando sono in visita di una città. Ubicato in una posizione favorevole per giare a piedi tutta Porto. Si trova a pochi passi dalla stazione di Sao Bento, dal mercato bolhão (purtroppo al momento chiuso per restauro) e ad una decina di minuti a piedi dalla Torre dos Clérigos.

CUCINA

Come in tutte le altre zone del Portogallo che recentemente ho avuto la fortuna di visitare, anche a Porto potrete mangiare piatti gustosi senza che la spesa incida troppo sul vostro portafoglio.

Qui di seguito vi lascio l’elenco dei ristoranti che ho testato personalmente, un po’ basandomi sulle recensioni trovate in rete un po’ affidandomi alla mia infallibile bussola gastronomica.

  • Zenith - Brunch & Cocktails Bar, Praça de Carlos Alberto 86. Locale piccolino e spesso affollato ma se pazientate riescono a servire tutti. lo trovate nella graziosa piazzetta Carlos Alberto, a due passi dalle Chiese gemelle do Carmo & Carmelitas. Il posto ideale per un brunch o un pranzo veloce ma appetitoso
  • CERVEJARIA BRASAO, Coliseu R. de Passos Manuel 205. Accogliente birreria, ben arredata e dove poter assaggiare la miglior Francesinha di Porto. Esistono due locali, uno più piccolo, ubicato in R. de Ramalho Ortigão, zona Baixa, ma è impossibile entrare senza prenotazione. Noi, sotto consiglio degli stessi gestori, siamo andati del locale del Coliseu, che era anche più vicino al nostro hotel. Il personale è giovane, veloce e molto disponibile. Il menu è abbastanza ristretto, come in tutti i ristoranti di Porto, ma noi volevamo testare il super panino portoghese e mangiato quello vi assicuro che siete a posto fino al giorno dopo e oltre! La Francesinha è un’autentica bomba calorica composta da due spesse fette di pane ripiene di una fettina di vitello, salsiccia e qualche fetta di chouriço (salame piccante locale). Il tutto cosparso di formaggio fuso e annegato nella salsa alla birra. Si tratta dunque di un super panino non adatto ad essere morso mentre camminate per la strada, necessita di coltello e forchetta. Sicuramente vi causerà qualche “intoppo digestivo” ma è da provare almeno una volta.
  • MERCERIA MIRAFLORES, R. das Flores 110. Una piccola gastronomia in cui in cui è anche possibile mangiare. Il negozio è delizioso e arredato con cura, nessun dettaglio è lasciato al caso. I prodotti sono tutti biologici e se si vuole di possono pure acquistare.
  • RISTORANTE COZINHA CABRAL, R. do Dr. Sousa Viterbo 65. Un bel ristorante dalla atmosfera accogliente e rilassata ma con cucina di alto livello. Offre una cucina tradizionale rivisitata, con una cura particolare alla presentazione.
  • TASCA VASCO, Rua Sá de Noronha, 61. Non troverete recensioni su questo ristorante perché di nuovissima gestione. Lo abbiamo trovato per caso gironzolando attorno a piazza Carlos Alberto. Come suggerisce il nome si tratta di una Tasca, tipica osteria portoghese, con menù ridotto ai piatti tipici locali. Rispetto alle tascas tradizionali più rustiche, questo locale è molto curato e ogni dettaglio è scelto con cura. Come da tradizione la cucina è buona e genuina ma le porzioni sono più umane. Nelle tascas in genere è difficile arrivare in fondo al piatto.
  • CANTINA 32, Rua Flores 32. Siamo stati in questo locale per la nostra ultima cena a Porto, prenotando un tavolo il giorno prima. Arredato in stile industriale con tavoloni in legno e luci “strategiche” che scaldano un ambiente moderno e informale. Il personale è giovane, cordiale e veloce. Il menù offre piatti tipici ma rivisitati in chiave moderna.
  • TAVERNA SAN ANTONIO, R. das Virtudes 32. Ecco la tipica tasca portoghese, dove entrare solo se siete veramente affamati! Piccolo locale a conduzione familiare, il menù è semplice e limitato a solo 5 portate che variano in base alla stagione e all’estro della cuoca. Piatti abbondanti, genuini e super economici. Il servizio non è dei più rapidi ma il personale è molto cordiale e sempre sorridente nonostante la confusione tipica delle ore di punta.

Ecco come abbiamo organizzato i nostri 4 giorni pieni a Porto. Volendo si può fare tutto anche in 3 tre giorni ma per una volta abbiamo voluto fare le cose con calma, assaporando ogni singolo momento.

Itinerario del 1 giorno

Raggiungiamo Rua Santa Catarina, a soli 5 minuti a piedi dal nostro Hotel. Qui si trova lo storico Cafè Majestic. Avevamo già fatto un abbondante colazione in Hotel ma si sa, a noi italiani piace iniziare la giornata con un buon espresso da bar

  • 11070 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social