Auschwitz Cracovia e Czestochowa

Son morto ch'ero bambino son morto con altri cento passato per un camino e ora sono nel vento Ad Auschwitz c'era la neve...... (Guccini) Da tempo desideravo andare a visitare i luoghi di sterminio nazisti di Auschwitz e Birkenau ma ...

Diario letto 24131 volte

  • di daddy69
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: da solo
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Son morto ch'ero bambino son morto con altri cento passato per un camino e ora sono nel vento Ad Auschwitz c'era la neve...

(Guccini) Da tempo desideravo andare a visitare i luoghi di sterminio nazisti di Auschwitz e Birkenau ma lo volevo fare in un contesto alquanto particolare ed emozionante: l’atmosfera che solo il pieno inverno ti può dare; ad Auschwitz c’era la neve... Ho prenotato il mio volo per Cracovia con la compagnia Ryanair alla modica cifra di euro 68,21 a/r da Bergamo con partenza il 16/12/2009 e ritorno previsto il giorno 20, contestualmente ho prenotato un albergo (holidayinn) in pieno centro che data la bassa stagione il prezzo era di euro 39,00 a notte.

Sono arrivato a Cracovia nel primo pomeriggio ed appena uscito dall’aeroporto ho trovato il pulmino che ci portava al treno il quale ci avrebbe condotto in pieno centro di Cracovia il tutto per la modica cifre di euro 2 Uscito dalla stazione mi diressi subito in hotel a depositare il bagaglio e inizia il mio tours x Cracovia visitando la spettacolare basilica di st.Mary’s . Per entrare a vedere la chiesa bisogna pagare 10 zloty più altri 10 se si desidera fotografare, andai nella via principale a cambiare 200 euro ed ebbi in cambio 840 zloty, la chiesa è bellissima con un enorme quantità di dipinti inseriti attorno l’altare maggiore impreziosito da uno spettacolare polittico fatto in legno; prosegui il mio pomeriggio visitando il museo czartorysky famoso per aver in esposizione la dama con ermellino di Leonardo da Vinci, andai poi a visitare un piccolo museo di presepi polacchi ma se ne facevo a meno era meglio. Dopo svariate informazioni su dove andare a mangiare cibo caratteristico mi incuriosii di un semplice ristorantino dove si mangiavano degli ottimi dumplings (tortelli fatti a mano in casa) in tutti i gusti possibili alla modica cifra di 6 zloty :da Zapiecek , via skawkowska 32 ... www.Zapiecek.Eu .

Il mattino seguente avevo organizzato il mio tour privato ad Auschwitz, avevo contattato in precedenza un autista con il quale abbiamo trovato un accordo su 250 zloty e partenza dal mio hotel alle 0730. Www.Privatekrakowtours.Com sig. Paul , ragazzo molto puntuale parlante bene inglese e flessibile alle tue esigenze. Partimmo puntualissimi e dopo 1 ora e 15 min arrivammo all’ingresso di Auschwitz , non c’era ancora nessuno , comperai una piccola guida 4 zloty dove spiegava chiaramente il percorso da seguire per visitare al meglio il campo. Si accede al campo attraversando il cancello con la famosa scritta Arbei macht frei ( il lavoro rende liberi) e ci si reca verso il blocco 4 dove si vedono parte degli elenchi dei deportati con il loro numero che veniva a loro assegnato e marchiato in modo indelebile sul braccio, foto dell’epoca inerenti alle donne portate nelle camere a gas e la cremazione dei cadaveri sul rogo, si può vedere centinaia di confezioni di “Ziklon B” il prodotto con il quale venivano uccise le persone all’interno delle camere a gas, una teca con esposti 7000kg di capelli umani , alcuni particolari dei forni crematori e alcuni plastici raffiguranti il modello della camera a gas e del crematorio dove si possono vedere le persone che entravano tranquille nello spogliatoio sotterraneo , rassicurati che andavano a lavarsi.

Nel blocco 5 vengono conservati tutti i resti di occhiali,valigie,scarpe, bacinelle, spazzolini,protesi, spazzole, barattoli di cera per lucidarsi le scarpe, pennelli da barba,indumenti di vario genere alla loro provenienza o motivo dell’arresto , possiamo vedere infine centinaia di fototessere dei detenuti con i loro dati di origine e provenienza Nel blocco 7 vediamo le varie condizioni abitative del campo , dapprima su paglia sparsa sul terreno poi su sacche in paglia dove si coricavano circa 200 persone x sacco e successivamente su panche a tre piani dove dormivano in due o tre ogni panca , migliori condizioni venivano riservate ai prigionieri con funzioni amministrative ai quali venivano assegnati locali separati e quasi dignitosi alloggi, riproduzioni dei servizi igienici e sanitari del campo

  • 24131 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social