Zaino in spalla in alta quota tra Perù, Bolivia e Chile (3 weeks - 5.000 km)

Per chi ama le montagne, la natura della madre terra pachamama, l’avventura, i paesaggi incredibili, i luoghi naturali affascinanti unici al mondo, l’antica ingegnosa civiltà inca, la particolare musica e cultura andina, le persone povere fuori ma ricchissime dentro, il ...

Diario letto 3909 volte

  • di MikeTex
    pubblicato il

Ricordatevi di tenere sempre in cabina un maglioncino per proteggervi dall’aria condizionata a volte insopportabile. I bus dei locali sono la soluzione sicuramente più economica ma assolutamente lenta e scomoda… sconsiglio, a meno che non dobbiate fare piccole tratti. I taxi sono sì più rapidi ma decisamente troppo costosi. A mio avviso usate i taxi solamente in città per spostarvi da un terminal all’altro se avete fretta, ovviamente contrattando il miglior prezzo prima di salire! I treni sono presenti, non ovunque, ma con prezzi molto maggiori dei bus. L’auto a noleggio è conveniente solo se il gruppo è formato da almeno 3/4 persone. In questo caso ovviamente si ha ogni comodità, libertà e rapidità

- COSTO DELLA VITA: Il Perù è un paese abbastanza economico. La spesa media in un ostello è di 10 euro a notte. La bolivia è un paese molto economico. La spesa media in un ostello è di 6 euro notte. Il Cile è più caro rispetto a questi descritti, ma più economico dell’Italia. La spesa media in un ostello è di 15/20 euro notte.

- MONETA: Le monete principale sono: Perù -> soles ( 1 euro = 3,8 soles ), Bolivia -> bolivianos ( 1 euro = 7,8 bolivianos ), Cile -> pesos cileno ( 1 euro = 750 pesos ) ma tutti accettano anche dollari.

- ABITANTI: tutti sono cordiali, allegri, disponibili e gentili. In particolar modo in Perù.

- CLIMA: Per questo tour aspettatevi ogni tipo di clima, dal costume alla giacca a vento. Sulla costa: la temperatura varia tra i 13°C e 15°C però la sensazione è di freddo per la forte umidità. Sulle Ande: clima secco con sbalzi di temperatura durante il giorno tra la mattina presto, sera (3-4°C) e mezzodì molto caldo. Nel deserto clima molto caldo di giorno e fresco di notte.

- SICUREZZA: sono tutti 3 stati sicuri (fare attenzione in alcune zone e distretti della Bolivia), le pattuglie di polizia sono spesso frequenti soprattutto nelle città. Come in tutti i luoghi del mondo però bisogna fare attenzione all'abbigliamento e accessori (soprattutto collane, orologi, braccialetti e anelli) e nello sfoggiare apparecchi elettronici di un certo costo che potrebbero attirare cattive attenzioni.

- PERIODO: la miglior stagione turistica è da giugno ad agosto (molto affollata) ma anche da settembre a novembre (poco affollata)

- SOUVENIR: sono presenti ogni tipo di punti vendita souvenir sparsi in tutti i luoghi turistici. Sappiate che per evitare di portare troppo peso durante il viaggio, potete trovare gli stessi oggetti e vestiario anche nei mercati di Lima, riempiendo così le valigie subito prima di riprendere l’aereo di ritorno.

- LINGUA: Spagnola, ma molti parlano anche in inglese e nei tour è spesso presente la guida che parla italiano. La lingua stretta incaica andina è il Quechua, che presenta oltre 40 dialetti differenti.

- RELIGIONE: tutte le persone sono molto cattoliche. Come gli antichi inca, moltissimi ancora venerano la Pachamama, la dea madre della terra, dell’agricoltura e della fertilità. Infatti hanno un grande rispetto per la natura…ci sarebbe molto da imparare.

- ALTITUDINE: L'altitudine può comportare problemi di adattamento durante i primi giorni di permanenza in quota. Ovviamente è un sintomo soggettivo, generalmente si presenta sopra i 4.500 m. La migliore prevenzione al mal di montagna si basa su semplici accorgimenti: durante i primi giorni in altitudine è buona norma evitare il fumo, l'alcool, le fatiche o camminate eccessive e gli appesantimenti di stomaco.

- CUCINA: La cucina è molto varia a seconda delle zone, è tra le più variegate del mondo, con quasi 500 piatti tipici, tra cui prevalgono le numerose zuppe. Nella costa: cucina creola: pesce marinato e in zuppa; arrosti con salse piccanti; pollo con riso; o in salse varie; spezzatini. Nelle Ande: brodi; carne; verdure; patate; Mais. Nella Selva: pesce, cinghiale, verdure, gran varietà di frutta durante tutto l'anno.

VIAGGIO IDEALE

Come già accennato, dopo questo mio tour zaino in spalla ho capito quali sono alcuni errori commessi nella programmazione hotel / spostamenti / giorni. Ecco quindi una scaletta di viaggio secondo me ideale e COMPLETA (abbastanza rapida):

  • Giorno 1: Atterrati a Lima, prendere un aereo per Cusco (il viaggio in bus sarebbe di 18 ore circa, un po’ troppo brusco come inizio, dopo già molte ore di viaggio in aereo). Arrivo a Cusco in mattinata e visita della città, dei templi e delle “quattro rovine Inca” in cima alla collina. Giornata per ambientarsi all’altitudine e organizzarsi con i tour dei giorni successivi. [ Per chi ha qualche giorno in più e voglia di trekking, ce ne sono numerosi tra cui il Salkantay Trek ]
  • Giorno 2: Tour organizzato nella “Valle Sagrada” (Chinchero, Moray, Maras, Ollataytambo) e nel pomeriggio treno da Ollataytambo verso Aguas Calientes (o camminata lungo i binari del treno, Hidroelectrica, di circa 12km)
  • Giorno 3: Da Aguas Calientes raggiungere il sito di Machu Picchu (una delle 7 meraviglie del mondo) a piedi o in bus. Nella sera ritorno a Cusco.
  • Giorno 4: Tour organizzato per Laguna Humantay. Nella sera ritorno a Cusco sempre con il tour.
  • Giorno 5: Tour organizzato per Montana de siete colores

  • 3909 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social