Argentina... e un "tocco" in Cile

Viaggio alla scoperta di Buenos Aires, della Patagonia e della Terra del Fuego

  • di moreno65
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 02
    Spesa: Oltre 3000 euro
 

Siamo Moreno e Marina e questa volta finalmente in Sud America, unico continente che non abbiamo ancora visitato… visiteremo l’Argentina e faremo una breve incursione in Cile. Il nostro è un viaggio individuale ma visto il periodo piuttosto “full”, abbiamo preferito affidarci ad un operatore tramite internet per avere le prenotazioni di tutto ciò che desideravamo fare.

22 Dicembre 2014

Dopo la giornata lavorativa, nel tardo pomeriggio siamo a Milano Malpensa dove alle 19:00 il volo Iberia ci porta a Madrid, mangiamo qualcosa ed a mezzanotte e trenta partiamo per Buenos Aires; le quasi 13 ore di volo sono andate piuttosto bene, lo stesso non si può dire della nostra prima esperienza con l’Iberia… aereo vecchio e servizio scandaloso, siamo abituati a ben altro modo di volare.

23 Dicembre 2014

Alle 09:00 atterriamo a Buenos Aires, tempo bellissimo e circa 27 – 28°; all’uscita dell’aeroporto incontriamo la persona che oggi si occuperà di noi, un signore di nome Gustavo, che mentre con l’autista ci accompagna in albergo ci consegna tutti i documenti ed i vouchers che riguardano tutto il nostro viaggio. Il nostro primo albergo è bello, il Kenton Palace, in pieno quartiere caratteristico di San Telmo; abbiamo il tempo di rimetterci un po’ in ordine e poi ritroviamo Gustavo e l’autista per un pomeriggio di visita della città. Visitiamo la Plaza de Mayo, testimonianza di importanti fatti della storia piuttosto turbolenta di questa Nazione, la Cattedrale dove esercitava colui che ora è Papa Francesco e la Casa Rosada sede della Presidenza; ci spostiamo poi nel quartiere della Boca con le sue tipiche case colorate e “La Bombonera”, lo stadio calcistico del Boca Junior, riusciamo anche a vedere il tango ballato per strada…..andiamo poi nei quartieri di Puerto Madero, Palermo, Retiro e La Recoleta; in quest’ultimo, oltre alla bella Basilica Nuestra Senora del Pilar c’è da visitare il cimitero, dove riposa finalmente in pace, si potrebbe dire vista la storia, il corpo di Evita Peron. Abbiamo passato un ottimo pomeriggio insieme a Gustavo, molto bravo e preparato e chiacchierando volentieri con lui abbiamo scoperto ed imparato molte cose su Buenos Aires e l’Argentina….poi ci riportano al nostro albergo e ci salutiamo. Il tempo di fare una doccia e siamo di nuovo in giro a piedi per la città, passeggiamo per San Telmo e torniamo a Plaza de Mayo, facciamo una visita allo storico Cafe Tortoni, poi continuiamo fino al nuovo quartiere di Puerto Madero dove i vecchi magazzini portuali sono stati trasformati in appartamenti, uffici e molti ristoranti, con una bella zona pedonale lungo i quattro bacini portuali; ci fermiamo in questo quartiere per cena in uno dei ristoranti consigliatici da Gustavo e mangiamo benissimo, ma scopriremo poi che si mangia bene ovunque in Argentina.

24 Dicembre 2014

Questa mattina sveglia prestissimo, abbiamo il volo per Trelew alle 07:45 dall’Aeroporto Internazionale e quindi alle 05:00 un’auto è venuta a prenderci in hotel; la colazione, visto che non abbiamo potuto farla in albergo, la facciamo in aeroporto e qua scopriamo gli “alfajores” ripieni con dulce de leche, dolci fantastici che mangeremo spesso e volentieri. L’Aerolineas Argentinas per questo volo ci accoglie in un modo molto simpatico a bordo: l’aereo all’interno è addobbato con vari nastrini natalizi e steward ed hostess girano con il cappello di Babbo Natale facendo foto con i passeggeri…..oggi è pur sempre la vigilia di Natale!! Si parte per un volo di un paio d’ore, volo che prima di atterrare a Trelew diventa quasi panoramico, sorvolando a bassa quota la baia della Penisola di Valdes; all’arrivo, subito un’escursione di un centinaio di chilometri verso sud fino a Punta Tombo, la più grande colonia di pinguini della Patagonia. Lasciato il bus incontriamo subito alcuni guanachi, poi percorriamo un lungo sentiero a piedi fino alla scogliera in mezzo a questi simpatici pinguini….è la stagione dei piccoli, riusciamo a vederli e sono bellissimi; nel tardo pomeriggio dopo questa bella escursione arriviamo a Puerto Madryn dove abbiamo il nostro albergo per due notti, siamo in ottima posizione direttamente sul mare. Facciamo un giro per questa cittadina anche in cerca di un ristorante, e capiamo subito che sarà un problema…è la vigilia di Natale ed i ristoranti o sono chiusi oppure offrono cenoni a prezzi molto alti (anche la guida di oggi pomeriggio ci aveva consigliato di prenotare, vista la festività...)…..nessun problema, questa sera và così, durante i nostri viaggi mangiare non è la cosa primaria, così torniamo in albergo e mangiamo qualcosa che avevamo nello zaino, più un piccolo pandorino che ci siamo portati dall’Italia, per festeggiare a modo nostro il Natale quando siamo in giro per il mondo

  • 31104 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social