Parigi e Disneyland in famiglia

Weekend lungo a Parigi con visita a Disneyland

Diario letto 1128 volte

  • di mardiadei
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Primo giorno. partenza ed arrivo a Parigi. Volo EasyJet per Parigi-orly prenotato con largo anticipo e soggiorno presso hotel f1 “porte de chatillon” situato nella parte sud della città, zona tranquilla anche di sera - aspetto da considerare assolutamente se si viaggia con la famiglia - e ben servita da trasporti, supermercati, panifici e ristoranti. la struttura è ottimamente collegata al centro città dalla metropolitana (distante 10 minuti a piedi dall’hotel) ed è una sorta di mix tra un albergo e un ostello per la gioventù “formato famiglia”. dopo avere soggiornato posso dire che sicuramente ha alcuni punti di forza: innanzitutto il prezzo (difficilmente troverete cose migliori e più economiche a così breve distanza dal centro della città), le stanze (grandi e pulitissime) e la tranquillità. in compenso l’arredamento è davvero essenziale (non vi sono armadi ad esempio), il bagno è veramente piccolo e la colazione – a pagamento - decisamente “base”.

Per quanto riguarda gli spostamenti occorre considerare che Parigi è una metropoli molto estesa, quindi per visitarla è indispensabile spostarsi mediante gli efficienti mezzi di trasporto. Secondo me la soluzione migliore è rappresentata dalla metro, che raggiunge praticamente ogni angolo della città in maniera rapida ed economica. Si può optare per l’abbonamento giornaliero (costo variabile a seconda delle zone che copre) oppure dei comodi carnet 10 corse (i bambini fino a 12 anni pagano metà prezzo), che a mio avviso rappresentano la soluzione migliore.

Per i viaggi da/per l’aeroporto e per raggiungere Disneyland abbiamo usufruito del servizio taxi della “Olympic car service”, di don, simpatico e disponibile signore originario dello Sri Lanka. Io ero già stato nella capitale transalpina nel 2004 e devo dire che Parigi è, a mio modesto avviso, una delle città più belle al mondo, in quanto rappresenta una meta ideale per ogni tipo di viaggiatore grazie alla sua atmosfera fantastica, ad una meravigliosa architettura, una ottima cucina e tante attrazioni culturali e ricreative. Tanta offerta ovviamente non può essere gustata appieno con pochi giorni di viaggio per cui, almeno che non disponete di molti giorni (e di un sostanzioso budget) dovrete per forza escludere delle attrazioni dalla vostra visita.

La nostra inizia dall’Ile de la cité dove ci accoglie un tempo decisamente uggioso ma che nulla toglie alla bellezza della capitale francese. Qui si trova la cattedrale di Nôtre-Dame, il cui tetto è stato devastato dall’incendio del 15 aprile 2019 e a causa del quale la visita all’edificio non è consentita fino alla conclusione dei lavori. Io avevo auto la fortuna di ammirarla nel mio precedente viaggio e devo dire che vederla in questo stato mi ha messo un po’ di tristezza. A questo si è aggiunta una “simpaticissima” signora francese che si è appiccicata tutto il tempo mentre tentavamo di fare comunque una foto ricordo nel piccolo spiraglio da cui si può ancora ammirare la facciata. Quando le abbiamo chiesto cortesemente di scansarsi ha cominciato ad inveire contro gli italiani… evidentemente il rigore di grosso a Berlino 2006 stenta a farsi digerire da queste parti… a parte gli scherzi e le gioie calcistiche (d’altronde i francesi hanno trionfato a mosca la scorsa estate) Parigi è così bella che il buonumore torna subito, anche perché nel frattempo ha smesso di piovere. Partiamo così lungo la rive gauche della Senna, dove costeggiando il Louvre, il museo d’Orsay e numerosissimi stupendi palazzi attraversiamo il cuore di Parigi fino a raggiungere una delle piazze più belle della città, la place de la Concorde, al cui centro si trovano l’obelisco proveniente da Luxor e le due meravigliose fontane in stile moresco (dei mari e dei fiumi). Da qui, dopo una sosta per le immancabili foto, abbiamo proseguito risalendo gli Champs elysees, probabilmente la via dello shopping più conosciuta di Parigi, ovviamente molto affollata di turisti e di locali come ogni sabato pomeriggio, fino a raggiungere l’arco di trionfo

  • 1128 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social