Parigi in una settimana: dritte e info sul nostro itinerario con bambini

Alla scoperta di Parigi, con i nostri tre bimbi, partendo dalla stravagante Rue de Lombards

Diario letto 7518 volte

  • di angelo&titti
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro

La chiusura di una stazione metro). Questa applicazione si chiama CITYMAPPER e consiglio assolutamente di scaricarla, perché durante la nostra vacanza è stata utilissima. Oltretutto si può usare anche in altre città.

Altra cosa da tener presente: alcune fermate metro hanno molte uscite (quella di Chatelet, ad esempio, ne ha 16). Appena scesi dal treno, vi conviene guardare le mappe che trovare affisse sulle banchine e capire quale uscita vi porta più vicino al posto dove volete andare perché rischiate poi di gironzolare a vuoto, perdendo tempo alla ricerca della vostra meta.

ALLOGGIO: Per il nostro soggiorno cercavamo una sistemazione nel quartiere Marais e dopo un po’ di ricerche abbiamo affittato un appartamento sul sito it.halldis.com. L’appartamento era davvero bello, in perfetto stile parigino, con due bagni e ogni comodità (dalla lavastoviglie alla macchinetta Nespresso), situato in una delle vie più affascinanti di Parigi: Rue de Lombards, che consiglio assolutamente di mettere in programma per trascorrere una bella serata. E’ stata una delle note più positive della nostra vacanza perché la strada è piena di locali (bar, jazz club, brasserie) ed è vivissima già dalle prime ore del mattino, così come tutta la zona di cui fa parte. Si possono raggiungere a piedi il Luovre, il Centre Pompidou, il Quartiere Latino e tante altre attrazioni di Parigi. Abbiamo speso poco più di 1000€ per 8giorni.

VISITE AI MUSEI: Per visitare i musei abbiamo acquistato il MUSEUM PASS, sul sito https://prenotazione.parisinfo.com/il4-offerta_i148-paris-museum-pass.aspx. Abbiamo scelto il pass con 6 giorni di validità, al costo di 74€ a testa per me e mia moglie. I bimbi entravano gratis in tutti i musei. Ho scelto di ritirare il pass all’ufficio informazioni dell’Hotel de Ville su Rue Rivoli (che era vicinissimo al nostro appartamento), ma potete scegliere anche l’invio a casa. Nella valutazione dell’acquisto del Museum Pass, oltre al costo dei singoli ingressi, bisogna considerare che si saltano sempre le file e quindi si guadagna tanto tempo, tranne che a Versailles dove purtroppo la fila è unica e LUNGHISSIMA per tutti. In realtà noi l’abbiamo saltata anche lì perché un gentilissimo agente della sicurezza, dopo aver visto il mio piccolo di un anno nel passeggino, mi ha chiesto che età avesse e ci ha portato direttamente all’ingresso. Gli ho dato una grande stretta di mano, ma avrei voluto abbracciarlo perché ci ha fatto risparmiare almeno tre ore di fila.

ITINERARIO

Dopo queste piccole dritte, scrivo in breve il nostro itinerario di viaggio che ho programmato cercando di ottimizzare gli spostamenti per sfruttare al meglio il tempo.

SABATO 13 LUGLIO: ARRIVO A PARIGI

Arrivati a Parigi, ci siamo sistemati in appartamento e poi siamo usciti per pranzare in un KFC in zona. Per la serata l’intenzione era di andare a vedere la Torre Eiffel, ma le stazioni metro chiuse (per lavori o per preparare la festa nazionale del 14 Luglio) e la difficoltà di capire gli annunci in francese ci hanno fatto perdere molto tempo, per cui abbiamo deciso di fare una passeggiata nel nostro quartiere facendo un po’ divertire i bimbi per strada e poi siamo ritornati a casa. Su consiglio di una ragazza incontrata in metro, come ho raccontato nelle premesse, abbiamo poi scaricato l’app Citymapper che è stata utilissima per tutto il resto della vacanza.

DOMENICA 14 LUGLIO: LOUVRE E CONCERTO AGLI CHAMP DE MARS

Giorno della “Presa della Bastiglia” nonché festa nazionale. Abbiamo trascorso la giornata al Louvre perché per la festa nazionale l’ingresso è gratuito. Noi siamo arrivati con la metro fino a “Louvre-Rivoli”, siamo poi usciti su Rue Rivoli e da qui siamo entrati nel museo da un ingresso laterale che porta alla Piramide. Se entrate con un passeggino o una carrozzella, questo è l’ingresso consigliabile perché fanno saltare la fila e, dopo aver fatto i controlli di sicurezza, un addetto vi accompagna con l’ascensore che porta giù e da qui potrete iniziare la vostra visita. Se non avete passeggini/carrozzelle, conviene che scendiate con la metro a “Palays Royal – Museé du Louvre” e seguite le indicazioni per Carrousel du Louvre (che è sulla destra, appena scendete dal treno). Così facendo entrerete nel centro commerciale del Luovre e seguendo le indicazioni per il museo, arriverete direttamente dentro al museo. Di solito qui c’è molta meno fila che agli ingressi della Piramide, per cui vi consiglio di fare questo tentativo

  • 7518 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social