Gita a Padova

Una piacevole giornata in città

Diario letto 5423 volte

  • di Idea75
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro

Sul sito www.padovacard.it ho acquistato la Padovacard 48 ore: costo € 17/persona. Contestualmente ho prenotato la visita alla Cappella degli Scrovegni. Sul sito sono ben spiegati i luoghi dove si possono ritirare qs card e i siti che si possono vedere gratuitamente. Tutto quello che abbiamo visitato nella giornata era compreso nella card.

Abbiamo parcheggiato nel Parcheggio 1 di Piazza Rabin (Prato della Valle), ingresso da Via 58^ Fanteria. Il parcheggio è gratuito con la PadovaCard. Prendiamo il bus (gratis con Padovacard) e andiamo a ritirare il biglietto per l'ingresso alla Cappella degli Scrovegni presso i Musei Civici Eremitani (Piazza Eremitani - Padova 049 8204551), 40 minuti circa prima dell'orario del nostro turno di visita.

I Musei Civici sono ospitati nell’ex convento degli Eremitani e dal cortile si accede alla sala multimediale che illustra la storia della Cappella degli Scrovegni e i famosi affreschi di Giotto. I Musei Civici comprendono il Museo Archeologico e il Museo d’Arte Medievale e Moderna. L’ingresso alla Cappella di Giotto prevede turni di visita con massimo 25 persone, si deve sostare nella sala di stabilizzazione del microclima per 15 minuti, durante i quali si assiste ad un filmato con la spiegazione delle opere affrescate. La visita dura circa un quarto d’ora. La Cappella è meravigliosa. La cosa che mi ha stupito di più è come abbia fatto in soli due anni a dipingere l'intera cappella in un modo così straordinario!

Il biglietto della Cappella e dei Musei civici include anche la visita al Palazzo Zuckermann che ospita il Museo Arti Applicate e Decorative e il Museo Bottacin (padovano di origini povere che, grazie a una serie di fortunati eventi, è diventato ricco).

Nel centro città camminiamo lungo una via pedonale dove si trovano le boutiques delle migliori firme.

Visitiamo in Piazza Cavour lo storico caffè Pedrocchi.

Ripercorriamo Corso Garibaldi e ci dirigiamo verso la Torre dell’Orologio con l’orologio astrale. Proseguiamo verso il Duomo. Il Duomo purtroppo è chiuso (apre alle 16,30) ma ci dedichiamo alla visita dell'adiacente Battistero con begli affreschi di Giusto de’ Menabuoi del 1300.

Tra le famose Piazza delle Erbe e Piazza della Frutta (su entrambe al mattino c'è il mercato) c'è l'imponente complesso del Palazzo della Ragione. Visitiamo solo la loggia in quanto nel Palazzo è presente una mostra a pagamento.

Ci dirigiamo verso la Basilica di Sant’Antonio, meta di milioni di pellegrini (orario 6.20 – 19.45), dove si trovano le reliquie del Santo (la famosa lingua incorrotta). All'interno di uno dei due chioschi interni è presente una bella statua in bronzo dove è rappresentato il Santo che tiene con un dito un bambino.

Visitiamo l'Orto Botanico, uno dei più antichi del mondo. Che dire? Veramente bello, con piante velenose e piante vecchie di oltre 250 anni. Soffermarsi ad abbracciare questi annosi esseri è una sensazione unica.

Terminiamo la visita dirigendoci verso il parcheggio attraversando Piazza Prato della Valle, con la centrale e particolare isola Memmia. Dicono che sia una delle più grandi d'Europa. È ornata da 78 statue e sulla piazza si affacciano bellissimi palazzi di varie epoche. Dalla Piazza si ammira la basilica domenicana di Santa Giustina con le sue otto cupole.

Visite imperdibili: la Cappella degli Scrovegni, la Basilica del Santo e aggiungerei l'Orto botanico.

Pernottamento: Alexander Palace – Abano Terme – Via Martiri d'Ungheria, 24 (prenotazione smartbox)

  • 5423 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, ,
Commenti
  1. Guillermo Prini Baez
    , 9/12/2015 14:51
    Ciao, ho un dubbio ed spero tu potresti aiutarmi. la settimana prossima vado a Padova con i miei ginori e ho letto sul la PadovaCard. siamo interessati nel parcheggio gratuito però ho letto che dobbiamo compilare un foglio e farlo vedere prima dìngresare nel parcheggio. Ho cercato sul intenet questo documento ma non ho trovato nulla. Ti prego aiuto.

    Grazie

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social