Fuga di Natale in Oman

Abbiamo trascorso un Natale al caldo, in un paese ospitale che ha da poco aperto le porte al turismo.

  • di Mocana68
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

L’Oman non è stata una di quelle mete in programma da anni. È stata una decisione improvvisa. Ho cominciato a pensarci dopo aver visto un servizio alla televisione. Ho dato un’occhiata ai racconti di viaggio, al clima in dicembre, al costo del biglietto aereo e... ho deciso. Non posso che confermare che il paese è molto tranquillo: si può girare da soli ovunque (anche donne sole), con il rispetto dovuto in ogni luogo, che ritengo ogni viaggiatore debba avere sempre e comunque, senza doverlo ricordare. Più che raccontare le mie giornate o elencare descrizioni turistiche che si possono trovare in qualsiasi guida, vorrei dare delle informazioni pratiche sul viaggio e sui luoghi che ho visitato. Per scelta, preferisco non fare un programma di viaggio troppo intenso: mi piace godermi i luoghi che visito, dedicando loro anche più tempo del necessario. In 8 giorni pieni abbiamo visitato Muscat, forte di Nakhal, Nizwa – mercato e forte, Grand Canyon d’Arabia, forti di Bahla e Jabreen (a breve distanza l’uno dall’altro), Wahiba Sands, Wadi Bani Khalid, Wadi Tiwi e Wadi Shab (a breve distanza l’uno dall’altro), Bimmah Sinkhole, Sur e riserva delle tartarughe.

VOLO: Lufthansa da Firenze per Muscat via Monaco di Baviera al costo di € 465. Circa 7 ore di volo da Monaco.

FUSO ORARIO: 3 ore avanti rispetto all'Italia

PERIODO DI VIAGGIO: dal 23 Dicembre al 1° Gennaio 2019.

TEMPERATURA A DICEMBRE: circa 25° / 27° C.

CAMBIO: 1 Rial Omanita (O.R.) = 2,30 euro a dicembre 2018.

BANCHE: Si trovano sportelli ATM e banche ovunque.

CARTE DI CREDITO: accettate ovunque Visa, Mastercard e Postepay. Ho trovato difficoltà solo ai distributori di carburante (in parte comprensibile perché i costi della benzina sono bassi), dove ho dovuto pagare in contanti.

BENZINA: costa circa € 0,50/litro. Abbiamo percorso 1400 Km con circa 80 euro di benzina.

VISTO: da marzo 2018 si può fare online. Riporto un estratto dal sito “Viaggiare Sicuri” della Farnesina, dove sono presenti informazioni ancora più dettagliate.

Dal 21 marzo 2018 e’ obbligatorio effettuare la richiesta di visto prima dell'ingresso nel Paese tramite il sito della Royal Oman Police (https://evisa.rop.gov.om/en/home), procedendo on-line anche al relativo pagamento. Tale procedura è valida per tutti i cittadini dell’Unione Europea e per le nazionalità incluse nella lista “Country List 1”(https://evisa.rop.gov.om/en/visa-eligibility ). Per accedere alla piattaforma online per la richiesta del visto turistico è necessario essere registrati ed avere a disposizione una scansione del proprio passaporto (con validità residua di almeno sei mesi al momento dell'arrivo nel Paese), una fototessera formato digitale (pdf, jpg, png, gif - max 512 KB) e una carta di credito per il pagamento. Sono disponibili tre diverse tipologie di visto turistico a seconda del periodo di permanenza nel Paese: 1) Tourist Visit Visa 10D/ 26A: valido per 1 ingresso per massimo 10 giorni, costo 5 O.R.

2) Tourist Visit Visa 30D/ 26B: valido per 1 ingresso per massimo 30 giorni, costo 20 O.R.

3) Tourist Visit Visa 1YR/ 36B: valido per più ingressi nel corso di un anno (massimo 30 giorni per ingresso, con primo ingresso entro un mese dall'emissione), costo 50 O.R.

Faccio presente che il visto è valido solo per un breve periodo di tempo da quando viene richiesto, quindi non lo fate troppo presto. Ad esempio, io ho pagato il visto 26 A) per 10 giorni di permanenza in Oman in data 04.12.18 e mi è stato confermato un visto che mi consentiva di trattenermi nel paese per 10 giorni, ma solo nel periodo dal 04.12.18 al 04.01.19. All’aeroporto la fila per l’immigrazione è stata di 10/15 minuti

  • 2810 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
, , , ,
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social