Ritorno in Olanda

La creativa Rotterdam, la storica Amsterdam e il design di Eindhoven

Diario letto 3702 volte

  • di Libra
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Ormai come consuetudine da qualche anno, io e un mio amico decidiamo per i compleanni di cogliere l’occasione di regalarci no cose vane o inutili, ma bensì dei biglietti aerei! Ho colto l’occasione di voli diretti a un prezzo ancora abbastanza vantaggioso (prenotando qualche mese prima) per l’Olanda, con un volo diretto Ryanair Bologna – Eindhoven. Ero già stato in Olanda tanti anni fa, 9 anni fa per la precisione. Allora mi ero concentrato su Amsterdam, con annessa visita giornaliera a Leida e L’Aia. Questa volta ho organizzato un tour diverso, dirigendomi a Rotterdam, facendo comunque una visita giornaliera ad Amsterdam (il mio amico non era mai stato in Olanda, giusto rivedere anche la capitale), visitando ovviamente Eindhoven e aggiungendo in qua e là un paio di tappe.

Siamo partiti proprio il giorno di Ferragosto, per fortuna in aeroporto non c’era la ressa… Dopo le solite procedure aeroportuali saliamo finalmente in aereo, pur se con un ritardo di circa 30/40 minuti. Volo tranquillo, arriveremo ad Eindhoven senza recuperare nulla però. Al nostro arrivo troviamo diverse pozze d’acqua a terra e un’aria molto più fresca rispetto la nostra. Per fortuna ha appena smesso di piovere e per la giornata non ne prenderemo di acqua, anche seppur stavolta in questo viaggio non sarò così fortunato con il clima! La maggior parte delle persone decide di arrivare ad Eindhoven per poi prendere treni e arrivare ad Amsterdam (i costi su Eindhoven son spesso più bassi rispetto all’aeroporto Schipol di Amsterdam). Noi in realtà faremo rotta verso Rotterdam.

Usciti dal piccolo, e insignificante aggiungerei, aeroporto di Eindhoven, ci dirigiamo appena usciti verso destra dove troviamo i bus che portano alla stazione centrale di Eindhoven. I bus da prendere sono il numero 400 o il numero 401. Entrambe le linee arrivano in stazione nel giro di circa 22 minuti, la differenza è che la linea 400 ha orari più ridotti (da circa le 6 30 del mattino alle 20 di sera) ed è praticamente diretta, fa un giro più lungo ma non facendo fermate intermedie, se non giusto una, ci mette in sostanza lo stesso tempo della linea 401; la linea 401 è invece ha un orario praticamente non stop, tutti i giorni della settimana, anche se fa diverse fermate lungo il tragitto, ha un percorso più breve. Se siete diretti alla stazione potete prendere uno o l’altro, indifferentemente. Noi abbiamo fatto il biglietto direttamente dal conducente nel bus, ma pagando solo con carta! Il prezzo è stato di 4,30 euro; se si fa alla macchinetta esterna il prezzo è poco più basso. Arriviamo allo stazionamento dei bus proprio dietro la stazione, accediamo direttamente dalla piazzola alla stazione e facciamo il nostro biglietto del treno diretto a Rotterdam. In moltissime stazioni dei Paesi Bassi per poter accedere alla stazione bisogna fare biglietto, e passare i tornelli. Facciamo il biglietto alle macchinette automatiche, tutto molto semplice, selezionando la lingua inglese. Il treno è un mezzo estremamente comodo per esplorare l'Olanda. La rete ferroviaria è molto estesa e i treni sono moderni e provvisti di ogni comfort. Inoltre, essendo l'Olanda un paese relativamente piccolo, basta mezz'ora per andare da Amsterdam a Utrecht e in soli 50 minuti puoi raggiungere la Stazione Centrale di Amsterdam dall'Aia. Partendo dalla Stazione Centrale di Amsterdam in sole due ore giungi al nord (Groninga) o al sud (Maastricht). In poche parole, viaggiare in treno è un modo ideale per scoprire numerosi luoghi interessanti dell'Olanda. Per viaggiare in treno in Olanda si può utilizzare una tessera magnetica usa e getta chiamata OV-chipkaart. La tessera magnetica usa e getta è adatta per i viaggiatori occasionali e può essere acquistata presso i distributori automatici delle ferrovie olandesi (NS) o presso le biglietterie. Il prezzo di questa tessera include sempre un supplemento di 1 euro per ogni viaggio. Non occorre ricaricare la tessera, ma è necessario effettuare il check-in e il check-out per entrare/uscire dalla stazione. Se si prende il treno piuttosto spesso durante il soggiorno in Olanda, conviene utilizzare una 'anonieme OV-chipkaart', ovvero una tessera magnetica anonima, acquistabile presso i distributori automatici NS o presso le biglietterie. La tessera magnetica anonima costa 7,50 euro ed è valida anche per gli autobus, la metropolitana, i tram e i traghetti. Prima di iniziare a viaggiare si deve caricare la tessera magnetica anonima presso un distributore automatico NS. Per viaggiare in treno è necessario disporre di un saldo minimo di 20 euro. Ogni volta che si prende il treno bisogna convalidare la tessera magnetica avvicinandola agli appositi lettori presenti nelle stazioni; la convalida va eseguita sia quando si sale (check-in) che quando si scende dal treno (check-out). Se si compra una tessera magnetica usa e getta o un biglietto elettronico, al momento dell'acquisto si può scegliere tra 1a e 2a classe, mentre normalmente la tessera magnetica anonima dà diritto a viaggiare in 2a classe. Al di fuori degli orari di punta, ovvero dalle 9.00 alle 16.30 e dopo le 18.00, si può trasportare la bicicletta al seguito sul treno. È necessario acquistare un titolo di viaggio giornaliero per la bici, al prezzo di 6 euro, presso un distributore automatico NS. La bicicletta va collocata negli appositi spazi indicati dal simbolo della bicicletta posto sul lato dei vagoni

  • 3702 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social