Viaggio nei Paesi Bassi

In camper alla scoperta dell'Olanda

Diario letto 21775 volte

  • di giancamari
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 6
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Viaggio nei Paesi Bassi dal 26 aprile al 21 maggio 2012

26 aprile

Partiti da Cesate alle 11,30 arriviamo alle 21 a Bingen, dove entriamo in un'area camper per la notte. 661 km

27 aprile

Al mattino lasciamo il dovuto in una busta sotto la porta dell’ufficio ancora chiuso e dopo aver visitato Bingen proseguiamo per la strada panoramica lungo la sponda sinistra del Reno con varie brevi soste (Bacharach, St.Goar,) fino a Coblenza. Si prosegue fino a Colonia dove vorremmo fermarci per la notte e la visita della città, ma dobbiamo rinunciare perché ‘tutto al completo’ per il ponte del 1° maggio. Dopo aver vagato chiedendo aiuto a ‘Silvia’ (il nostro navigatore che non capiva più dove si trovava) finalmente entriamo in un campeggio, siamo fuori orario, ci ospitano all’esterno a soli 3 euro. 346 km

28 aprile

Passiamo il confine, siamo in Olanda, inizia il nostro itinerario dalla regione Gheldria… 1° sosta a Arnhem, ricostruita dopo la guerra. Imponente la restaurata Eusebiuskerk con il suo campanile alto 93 m. ma impacchettato per cui non possiamo salire per godere lo spettacolare panorama della ‘ancora’ valle del Reno. Nijmingen, una delle più antiche città e lo documentano gli antichi edifici in pietra d’olanda e la Waag (casa della pesa).la Waag la troveremo quasi in tutti i paesi dell’Olanda.

Arriviamo a Tiel piccolo paese, casette pittoresche, ordinate, passeggiamo tra le viuzze, ci vorremmo soffermare più a lungo… scopriremo in seguito che è solo un assaggio dell’Olanda.

È sera troviamo un grazioso campeggio per la notte a Buren, breve passeggiata prima di cena e poi a nanna. 162 km

29 aprile

Buren, attorniata da un corso d’acqua, strette strade, case basse in mattone, importante per gli olandesi, perché è a questo paese che devono la discendenza reale. Vediamo il primo Mulino’ Principe di Orange’ della tipologia ‘a galleria’ risalente al 1716. Possiamo solo ammirarlo e fotografarlo perché non siamo nel giorno di visita. Poi direzione parco di Hoge Veluwe… ci troviamo con sorpresa, consigliati da un simpatico ciclista olandese che parla bene italiano, a traghettare il Reno per raggiungere il parco entrando a Oterloo.

Paghiamo l’entrata al parco (22,50 compreso pedaggio con camper, ma all’entrata del Kroller Muller, museo calcoliamo che ci conviene acquistare la ‘museum card’ a 45 euro a persona, che ci permetterà di visitare quasi tutti i musei (spesa ben ripagata).

Il parco è una riserva naturale, all’interno del museo un insieme di arte + natura molto interessante anche il centro visitatori dove possiamo trovare il museo sotterraneo che permette la conoscenza della vita del sottosuolo. Un’ intera giornata è il tempo minimo per prendere visione senza troppo perdersi nei dettagli.

E’ sera usciamo dal parco e passiamo la notte al Camping Oasi 60 km

30 aprile

Oggi grande festa della Regina, tutta l’olanda veste di ‘Orange’ arancione per cui è sconsigliato proseguire come da programma. Decidiamo di deviare per la Flevoland. Questa è la regione più grande dell’Olanda interamente ricavata dall’acqua, prosciugamenti, dighe ecc… Quindi arriviamo a Harderwijk, breve sosta poiché oggi c’è molta confusione e passata la diga, percorrendo strade che attraversano campi coltivati, arriviamo a Lelystad, paese in festa ma niente di particolare. Dopo breve sosta per pranzo in camper e foto alla ‘Batavia’. Che è una copia di quella affondata al largo dell’Australia nel 1629… risaliamo al nord-flevoland per una sosta ben meritata a Urk, grazioso paesino di pescatori. Passeggiamo fino al Faro, ci rinfreschiamo con un buon gelato, e soddisfatti ritorniamo per organizzarci e proseguire con quanto programmato… quindi verso le 17 arriviamo a Kampen dove ci sistemiamo per la sosta notte in una affollata e ben organizzata area camper

  • 21775 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social