Road trip di 2 settimane in Norvegia nella zona dei fiordi fino alla Strada Atlantica

2 settimane con auto a noleggio, partendo e tornando ad Oslo, attraverso la zona dei fiordi, le città di Bergen e Trondheim, il ghiacciaio Nigardsbreen fino alla strada dell'Atlantico più a nord. Obiettivo (raggiunto): completare i 4 trekking più famosi ...

Diario letto 1267 volte

  • di marti80
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro

Relativamente ai pagamenti con carta di credito, in un paio di occasioni (sito Visitflam.com e un parcheggio con macchinetta automatica di Oslo) abbiamo avuto problemi per via del Mastercard SecurCode che faceva respingere la transazione; fortunatamente avevamo anche una carta senza questo servizio attivo e il pagamento è andato a buon fine.

CLIMA -> probabilmente abbiamo avuto una buona dose di fortuna, siamo riusciti ad avere sole pieno e temperature molto piacevoli per tutti i primi 13 giorni del viaggio. La prima pioggia l’abbiamo avuto il giorno prima della partenza, durante la visita di Oslo.

ACQUISTI -> abbiamo fatto varie spese in diverse catene di supermercati. Gli orari di apertura variano molto tra le città più grandi (dove abbiamo trovato supermercati aperti anche fino alle 9 o alle 11 di sera) e le zone meno abitate (in questo caso molti chiudevano già alle 5 o alle 6 del pomeriggio). i prezzi sono più cari che in Italia un po’ su tutto, probabilmente di un 30 - 40%, soprattutto è stato un salasso acquistare birra per un aperitivo serale casalingo, acqua (alla fine abbiamo riempito le bottiglie con quella del rubinetto), frutta e verdura e pane (caro e generalmente disponibile solo in versione “cassetta” nei supermercati, siamo riusciti a trovare qualche panificio nelle grandi città per acquistare del pane più vero).

Sabato 8 agosto 2020

Auto: Aeroporto Torp - Klepp, ostello Boretunet (488 km)

Volo da Orio al Serio alle 6.00 per Torp dove atterriamo alle 8.00 (in anticipo di qualche minuto). L’aeroporto è veramente minuscolo e ritirato il bagaglio in 5 minuti di orologio, andiamo subito nella vicina sede Hertz per ritirare l’auto. Siamo i primi ad arrivare, chiamiamo il numero per segnalare che ci sono clienti (il personale causa covid non presidia il posto fisicamente ma accorre solo su chiamata) e velocemente ci possiamo mettere in viaggio verso sud-ovest lungo la E18. Verso mezzogiorno facciamo sosta di un’oretta a Lillesand, piccolo villaggio con casette in legno bianco che da su una baia a ferro di cavallo. Superiamo Kristiansand senza fermarci e ci immettiamo sulla E39 fino a Mandal dove facciamo una passeggiata sulla spiaggia Sjøsanden (onestamente nulla di che, e sicuramente non è la spiaggia più bella della Norvegia, tuttaltro). Ripartiamo in direzione di Lindesnes Fyr dove troviamo un piccolo faro sulla scogliera accanto ad un sito militare risalente alla seconda guerra mondiale. Ci resta l’ultimo tratto di strada per arrivare all’ostello Boretunet dove giungiamo alle 20.30 dopo aver fatto sosta spesa in un supermercato. Abbiamo il tempo di andare nella vicina spiaggia Borestranda (questa si che è incantevole, con le dune di sabbia chiara, spazi immensi e poca gente) per un bel tramonto con il sole che si tuffa nel mare. Alle 22 rientriamo e ci prepariamo la cena nella cucina comune dell’ostello.

Domenica 9 agosto 2020

Auto: Klepp - Suleskard, Holiday Cottage In (179 km)

Alle 8 ci mettiamo in macchina in direzione di Lysebotn e pochi chilometri prima di arrivarci si incontra in parcheggio di Øygardsstølen, utile per chi come come noi ha in programma il trekking al Kjeragbolten (2 ore di strada). Paghiamo i 300 NOK (circa 30€), lasciamo la macchina e ci incamminiamo lungo il sentiero che conduce a Kjeragbolten (lunghezza 12 km e 750 metri dislivello tra andata e ritorno). Il percorso non è particolarmente difficile; sono comunque consigliate scarpe da trekking vista la presenza di numerosi tratti ripidi su placche di granito (per agevolare il cammino sono state installate delle catene che fungono da corrimano). Con tutta calma impieghiamo 3 ore per arrivare al famoso masso incastrato sul quale saliamo per le immancabili foto di rito

  • 1267 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social