Norvegia: la forza dell'acqua

Dal museo Fram di Oslo alla strada dei Troll, poi i fiordi norvegesi sino a Bergen, la scalata al Preikestolen e la scoperta di idilliaci villaggi lungo la costa meridionale.

Diario letto 17538 volte

  • di alvinktm
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
>

Cascate, ghiacciai, laghi, fiordi, mare e fiumi hanno tutti un elemento in comune: l'acqua. Dolce o salata, allo stato liquido oppure solido, è sempre una meraviglia da ammirare e per la quale emozionarsi. Ci ha accompagnato per i dieci giorni on the road in Norvegia, ha drogato i nostri cervelli tanto da renderli dipendenti e assuefarli a un paesaggio dove è lei, in ogni sua forma, la protagonista assoluta.

Ma andiamo per ordine.

Un viaggio come quello che sto per raccontarvi, se lo si vuole low cost, non si può improvvisare. Innanzitutto bisogna decidere come spostarsi, se prediligere la macchina o decidere per la combinazione treno più nave. Avendo un bimbo di tre anni abbiamo scelto la prima soluzione per godere di una libertà di movimento assoluta. Per quanto riguarda l'aereo la compagnia Ryanair è la scelta a basso costo per eccellenza, tuttavia si devono controllare i prezzi dei voli che spesso raggiungono cifre elevate, e non giustificate, e adattarsi agli orari scomodi e ai rari voli settimanali. Il periodo migliore per prenotarli va dai due mesi al mese e mezzo prima. Stesso discorso vale le strutture ricettive. Grandi città a parte, i paesi seppure molto turistici offrono poche sistemazioni e in alta stagione diventano costose se non riservate per tempo. A meno che non si voglia rischiare un last minute, ma in certe località come Geiranger e Olden l'incognita di non trovare neppure un alloggio spartano rimane elevate, è meglio agire d'anticipo. A tal proposito potete consultare i siti Booking.com, Hotels.com, Bedandbreakfast.com e direttamente il sito dell'albergo e del campeggio. Altro aspetto da definire è il percorso. In Norvegia ci sono talmente tante strade turistiche da percorrere, escursioni da vivere e fiordi da navigare che è davvero difficile scegliere. Questo può diventare anche un vantaggio, perché chiunque può costruirsi la vacanza dei propri sogni. I chilometraggi sono lunghi e i tempi di percorrenza per via dei limiti di velocità restrittivi si dilatano enormemente. Tuttavia ricordate: la strada, non la meta, è l'attrazione. Perciò non abbiate fretta e saprete godervi al meglio il viaggio on the road in Norvegia.

Un po' di consigli pratici.

Molte strade, tunnel e ponti sono a pagamento ma non esistono i caselli come in Italia, bensì telecamere di lettura della targa. Se noleggiate un automobile non dovrete preoccuparvi di nulla perché le grandi compagnie come Hertz e Avis l'avranno dotata di Autopass. A ogni passaggio sotto le postazioni fisse verrà addebitata una tariffa, di volta in volta specificata con cartelli ai lati della carreggiata, e alla fine vi arriverà un estratto conto con i dettagli dei transiti e della corrispettiva somma addebitata sulla carta di credito. Per il noleggio dell'auto potete affidarvi al sito Autoeurope che compara i prezzi di diverse compagnie e propone sconti vantaggiosi. Se invece decidete di partire dall'Italia con la vostra macchina ricordatevi di registrarla sul sito www.autopass.no. Rifornimenti: diesel e benzina sono un po' più costosi, tuttavia si trovano spesso benzinai con costi uguali ai nostri.

Il tempo è estremamente variabile, si passa dal sole alla pioggia battente nel giro di pochi minuti. Se il cielo al mattino appare sereno non lasciatevi ingannare perché all'ora di pranzo potrebbe rannuvolarsi, specialmente nella zona dei fiordi.

La Norvegia è quasi una nazione cash free, si paga tutto con la carta di credito, compresi i costosissimi parcheggi di Oslo, le toilette pubbliche e i giochi per bambini nei centri commerciali. Il primo impatto può disorientare, eppure ci si abitua in fretta ed è una grande comodità vista la valuta diversa dall'euro: il NOK, cioè la corona norvegese

  • 17538 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social