La Norvegia ha rapito il mio cuore

Un Paese magico, mitico e bellissimo

Diario letto 28105 volte

  • di meryterry
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

Viaggio interamente organizzato da me! L'unica cosa su cui il mio compagno ha dato il suo prezioso contributo è stato: ok non noleggiamo l'auto e ci spostiamo solo con i mezzi pubblici. Per il resto ho avuto in pratica carta bianca: obbiettivo viaggio low cost, dato l'elevato costo della vita in Norvegia. Forse ci siamo riusciti, forse non molto, ma in Norvegia volendo, cercando e rovistando, si riesce pure a fare un viaggio low cost!! Costo totale 1700 circa a persona (compresi anche i vari souvenirs e gadgets).

Non è stato facile trovare e organizzare tutti gli spostamenti con i mezzi pubblici, anche perché quasi tutti gli altri turisti per caso che hanno scritto il diario di viaggio hanno noleggiato l'auto. E anche molti italiani incontrati in Norvegia si spostavano in auto. Quindi la nostra decisione ha comportato uno studio più approfondito.

Gli hotel li abbiamo prenotati solo a fine maggio 2014, ma prenotandoli con molti mesi di anticipo si riescono a trovare prezzi più bassi; noi abbiamo utilizzato www.booking.com per le prenotazioni. Siamo stati un po' “costretti” a scegliere hotel abbastanza centrali muovendoci con mezzi di trasporto pubblici; se si ha l'auto si è autonomi e si può pernottare in campeggi o hotel fuori dalle grandi città, dove si risparmia ulteriormente.

I ristoranti li abbiamo quasi sempre evitati preferendo comprare cibi già pronti nei supermercati (qualche volta ci siamo concessi una cena decente comunque).

Per organizzare il nostro viaggio, ho letto moltissimi diari di viaggio degli altri turisti per caso che avevano fatto un viaggio itinerante in Norvegia e ho preso parecchi spunti. Ho consultato vari siti internet come www.visitnorway.com e fatto numerose ricerche sui mezzi pubblici per trovare orari ecc. (www.kystbuseen.no; www.nsb.no; www.nor-way.no; www.fjordcruise.norled.no; e molti altri ancora). E per sicurezza, arrivati a Stavanger, Bergen, Alesund, una delle prime tappe è sempre stato l'ufficio del turismo per chiedere conferma sugli orari per gli spostamenti di città in città, sulle escursioni, prendere depliant informativi vari, ecc e ci sono stati di grandissimo aiuto.

E infine auto sì, auto no... viaggiare in pullman o in treno non è stato affatto stancante... avevamo i nostri lunghi momenti per riposare e sono mezzi confortevoli. Con l'auto si è effettivamente più liberi da orari e autonomi sui percorsi e forse si riescono a vedere molte più cose e luoghi di quanti ne abbiamo visti noi in 13 giorni, ma effettivamente anche su questo noi ci siamo detti: ok vedremo meno cose, ma abbiamo meno sbattimenti con l'auto (non essendo molto amanti del mezzo se non obbligati ad usarlo): e l'imbarco per il traghetto, e il parcheggio, e la benzina, ecc ecc; anche se dall'altra parte c'è il dover cercare gli orari degli autobus e dei treni. Ma alla fine sono solo due modi diversi di vedere il viaggio.

E ora veniamo al racconto del viaggio.

Nei giorni precedenti la partenza ero abbastanza eccitata e nervosa per il viaggio. Non ci capita spesso di fare un viaggio lungo quasi 2 settimane e che richiede così tanti spostamenti con i mezzi pubblici (oltretutto): le paure (anche infondate) erano di perdermi, di perdere qualche bus, di non prendere il treno giusto ecc ecc.

12.08.2014: finalmente il giorno della nostra partenza è arrivato, dopo mesi di preparazione di questo viaggio on the road!! Partenza puntuale da Bergamo con Ryanair alla volta di Oslo, dove siamo atterrati alle 12,10 circa

  • 28105 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social