Nordkapp, un viaggio lungo 10mila chilometri

A Capo Nord in camper

Diario letto 23733 volte

  • di Gabriella Coronica
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

CAPO NORD

DIARIO DI VIAGGIO LUNGO 10.000 CHILOMETRI

Dal 7 al 30 giugno 2014

7 giugno- Sabato

Ritiro del camper (a noleggio) alle ore 15:00. E’ un semicabinato Chasson Flash 4, 4 posti, motorizzato Ford.

Partenza da Opicina (TS) alle ore 19:00.

Da sempre Capo Nord era il mio viaggio favoleggiato, e ora questo mio desiderio sta per diventare realtà. Il nostro obiettivo dunque e arrivare prima possibile a Capo Nord (meta del nostro viaggio) attraverso Svezia e Finlandia per poi scendere con più calma attraverso la Norvegia. Da Opicina entriamo in Slovenia, che percorriamo in autostrada (con vignetta) fino a Jesenice. Poi attraverso il tunnel (a pagamento) che varca il confine, e sempre in autostrada (con vignetta) arriviamo a Villach e poi Salisburgo. Da lì entriamo in Germania e ci fermiamo per la notte nel parcheggio di una stazione di servizio prima del Chiemsee.

8 giugno - Domenica

Partenza verso le 8:00. Attraversiamo tutta la Germania per Monaco, Norimberga, Lipsia, Berlino fino a Rostock, tutto in autostrada (gruatuita).

All’inizio il viaggio è piacevole, poi la temperatura inizia a salire e nei pressi di Berlino sfiora i 39°!!!! Per fortuna il camper ha l’aria condizionata.

Per il resto il traffico è scorrevole nonostante i numerosi cantieri. L’autostrada è ottimamente servita da numerose stazioni di servizio e parcheggi. Tuttavia non c’è l’ombra di postazione per lo scarico/carico delle acque. Poco male: siamo appena partiti è il camper è a regime.

Contiamo di prendere il traghetto delle 20:00 a Rostock: siamo in perfetto orario. Ma a 50 Km da Rostock ci coglie un vero e proprio nubifragio con fulmini e raffiche di vento, che ci costringe ad una sosta. La temperatura passa da quasi 39° a 20°.

Finalmente il tempo si placa un po’ e riusciamo a ripartire. Arriviamo a Rostock alle 20:15! Dobbiamo aspettare il prossimo traghetto delle 22:15. Costo del traghetto: 125,00 € ! Per il camper di 5,99 mt e due adulti.

La traversata dura circa 2 ore e così quando sbarchiamo a Gedser è mezzanotte passata. Non conosciamo i posto ed è buio pesto.

Dopo qualche chilometro arriviamo in una cittadina (credo Nykøbing) dove vediamo l’indicazione per un campeggio che ovviamente è chiuso. Però proprio difronte c’è un centro sportivo con uno spiazzo dove sono parcheggiate altre macchine, così vinti dalla stanchezza ci sistemiamo lì per la notte.

9 giugno - Lunedì

Ci alziamo presto e continuiamo il nostro viaggio. La cittadina è carinissima. Tutta casette di mattoni, linde, con i giardinetti puliti puliti… uno spettacolo. Ma solo noi in Italia riusciamo a tenere così male i giardini e ad abbandonare tanti rifiuti in giro?

Continuiamo verso Malmö, attraverso il ponte Öresund che si rivela un vero salasso: 98 €!! Però bisogna dire che le autostrade non si pagano né in Danimarca né in Svezia, quindi facendo il conto alla fine si risparmia.

Da Malmö ci dirigiamo poi verso Stoccolma: il nostro obiettivo come detto è arrivare prima possibile a Capo Nord, quindi a malincuore dobbiamo tralasciare di visitare questo bellissimo paese. I panorami e i paesaggi sono stupendi. Molta natura, animali, pini, betulle, abeti, laghi e fiumiciattoli, campi di grano.

Tralasciamo anche Stoccolma e Uppsala e arriviamo a Bergby alle 9 di sera con una luce che corrisponde alle nostre 7 di sera. Solo le ombre sono lunghe, lunghe…

Dopo Jonköping usciamo dall’autostrada per un riposino e troviamo un area attrezzata per lo svuotamento del WC. Purtroppo non c’è né lo scarico delle acque grigie né fontane per il carico dell’acqua

  • 23733 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social