Incanto in Bretagna e Normandia

normandia

  • di ancelina
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Normandia e Bretagna

Si parte da Orio con Ryanair il 19.08.2009 con destinazione Nantes, capoluogo del Pays de la Loire, Francia centro occidentale,molto vicina alla Bretagna.

Abbiamo scelto questa meta come punto di partenza x visitare la Normandia e la Bretagna, abbiamo 5 giorni a disposizione, sappiamo che son pochi ma cercheremo di organizzarci al meglio x vedere ciò che abbiamo programmato.

Usciti dall’aeroporto andiamo a ritirare l’auto da Europecar, che dall’Italia avevamo prenotato per tutta la durata della vacanzina, e iniziamo il nostro viaggio: cartina alla mano, purtroppo ci manca il navigatore, raggiungiamo l’hotel Chateaubriand, una struttura gestita da un gruppo di giovani cordiali e disponibilissimi. Stanze pulite e accoglienti.

L’hotel è in centro per cui dopo aver lasciato i bagagli in camera usciamo x cominciare ad esplorare la città che si presenta in tutta la sua bellezza; non è una sorpresa xkè avendo raccolto un po’ di informazioni sapevamo di aver scelto bene. Ceniamo in un locale del centro e facciamo ritorno in hotel, preferiamo non fare tardi xkè pensiamo di partire l’indomani all’alba o quasi in quanto ci aspettano circa 500 km come da nostro programma. Infatti visiteremo Angers, le Mans, Rouen e ci fermeremo a Le Havre.

2° giorno – partiamo alle 6 da Nantes e decidiamo di percorrere la strada statale così da poter vedere i castelli della Loira. Arriviamo ad Angers, castello fiabesco dal quale e col quale facciamo tante foto bellissime; cattedrale di S. Maurice alla quale si accede da una lunga scalinata. Alla fine della scalinata una bella fontana che si affaccia sulla Loira. Ci fermiamo x fare colazione e poi ci rimettiamo in macchina.

Mentre raggiungiamo Le Mans ci fermiamo ad ammirare, e xkè no, fotografare il castello di Durtal, arriviamo dopo un’ora circa. Le Mans conserva il fascino di un tempo nel centro storico, che è situato sulla parte più alta della città, protetta da mura gallo-romane, alla base delle quali ci sono nicchie che ospitano ora statue ora dei veri e propri piccoli prati fioriti. Dall’alto si gode un panorama eccezionale e la macchina fotografica la fa da padrona; ci perdiamo un po’ nella città vecchia tra le viuzze, visitiamo la cattedrale di St. Jacques illuminata da belle vetrate dai colori vivi.

Ripresa l’auto andiamo verso Rouen, la strada è lunga, saranno più di 200 km e già pomeriggio, decidiamo quindi di prendere l’autostrada, dato che sulla statale il limite è di 70 km/h.

Eccola finalmente la capitale della Normandia: strette vie incorniciate da case a graticcio nobili edifici in pietra. Nel cuore antico della città incontriamo la magica cattedrale de Notre Dame, rimanendo estasiata capisco xkè Monet l’ha rappresentata più e più volte nei suoi dipinti; e ancora la chiesa di St-Ouen, Palais de Justice, Gros Horloge e le Vieux-Marché. Non andrei più via da Rouen, ma purtroppo dobbiamo rimetterci in cammino.

Dopo un’oretta raggiungiamo Le Havre dove pernotteremo x una sola notte (x fortuna!); Le Havre è una vera delusione, brutta brutta, non vediamo l’ora di andar via. Città moderna x via della ricostruzione seguita alla distruzione del 1944, una ricostruzione di dubbio gusto, a partire dalla cattedrale di Notre Dame; onestamente non si capisce il motivo x cui l’Unesco nel 2005 abbia inserito il centro della città nel Patrimonio Mondiale dell’Umanità. Secondo l’Unesco Le Havre rappresenta "un esempio eccezionale d'architettura e d’urbanistica del dopo guerra". Mah!

3° giorno - Ci allontaniamo da Le Havre che comincia a piovere, il che non ci piace molto, per fortuna dopo poco smette. Con una serie di rotatorie, che ben presto diventano il nostro incubo in quante presenti ad ogni incrocio, raggiungiamo Etetrat, che ci ripaga dalla delusione ricevuta il giorno prima

  • 30260 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social