Mercatini di natale a Norimberga!

Quattro passi in una delle più antiche e suggestive città della Baviera, in cui la magica tradizione dei mercatini di natale avvolge i visitatori in un caldo abbraccio al profumo di spezie e vin brulè!

Diario letto 2144 volte

  • di CarlaCharlie
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

Ci sono città che nel periodo di natale riescono a dare il meglio di sé. Sono quelle città già belle in un qualunque giorno di un qualunque mese dell'anno, ma che nel periodo dell'avvento, vestite di luci, lo diventano ancora di più. Norimberga è una di queste. Si dice che sia una delle prime città che vide nascere la tradizione dei mercatini di natale, e tutti da sempre ne decantano la particolare bellezza...ecco quindi scelta la meta per questo mese di dicembre, e anche per quest'anno il week end dedicato ai mercatini è pronto per essere vissuto.

Il volo di appena un'ora è talmente breve che non ho neanche il tempo di schiacciare un pisolino, e fortunatamente direi...o mi sarei persa il bellissimo spettacolo che mi offrono le cime innevate delle Alpi che si affacciano superbe tra le nuvole. Appena atterrati e non ancora esattamente informati su come funzionino i mezzi pubblici, prendiamo il primo taxi disponibile e ci facciamo portare in hotel, il LIVING HOTEL BY DERAG. Va detto che al momento di prenotare gli hotel disponibili in pieno centro erano già quasi tutti pieni, o avevano comunque un costo alto, quindi decidiamo di puntare su qualcosa di un po' più fuori ma che ci permetta comunque di raggiungere il centro al prezzo di una piccola camminata. L'hotel è molto molto carino e pulitissimo, è dotato di camere che sono per lo più dei micro appartamenti, e il personale è veramente gentilissimo; e in più, cosa da non sottovalutare è a 200 metri dalla fermata gostenhof della metropolitana. Quella della metro in effetti è stata una grande scoperta... ci sono appena tre linee, per cui nonostante la difficoltà con la lingua si riesce a muoversi facilmente; in meno di un minuto ci troviamo in pieno centro, e soprattutto chiude a mezzanotte per cui anche la sera stiamo in giro tranquilli. L'unica cosa che mi lascia perplessa è la totale assenza di controlli o anche di semplici tornelli, e non tanto per la questione sicurezza, quanto per l'evidente fiducia nel genere umano che questi tedeschi dimostrano...beati loro che possono.

Non appena ci addentriamo nel centro storico di Norimberga capisco subito il perché dei tanti commenti sempre positivi su cui questa città può contare. La tradizionale architettura bavarese è la regina di questo autentico gioiello medievale che, sebbene sia stato in parte ricostruito a causa dei pesanti danni subiti durante la seconda guerra mondiale, ha ritrovato pian piano il suo aspetto originario tra le possenti mura che lo circondano.

Appena arrivati in HAUPTMARKT, la piazza principale nonché cuore della città, non posso fare a meno di notare subito la bellissima e imponente FRAUENKIRCHE che sorveglia il fiume di gente intenta a farsi largo tra le tante casette che affollano la piazza. L'aria è piena del profumo di gluhwein bollente, che appena girato l'angolo lascia il posto a quello forte e intenso dei bratwurst...qualche passo più in là un gruppo di suonatori intona vecchi canti natalizi. Tutto ciò è magia.

Il primo giorno decidiamo quindi di passarlo così, rendendo omaggio all'aspetto enogastronomico dei mercatini e facendo il pieno di natale tra un brezel e una frittella di patate; mentre per la cena decidiamo di affidarci ai consigli raccattati su internet, e che ci spingono tutti verso il ristorante Roslein, a quanto pare il più famoso ristorante di salsicce al mondo. Il posto è grandissimo e affollatissimo ma miracolosamente riusciamo a trovare posto, e dopo aver sudato per interminabili minuti su di un menù interamente in lingua tedesca, riusciamo a chiederne uno in inglese e, finalmente, a mangiare! Cena promossa: buonissimo lo stinco, buonissima l'anatra e buonissimi anche i dolci...e il nostro cameriere è persino sorridente. Non voglio cadere nello stereotipo del tedesco antipatico e scostante, ma la prima esperienza avuta in terra di Germania, precisamente a Berlino qualche anno fa, non si era rivelata particolarmente favorevole dal punto di vista umano; e in effetti neanche a Monaco due anni fa ero rimasta particolarmente colpita dai suoi abitanti...qui a Norimberga però devo dire sinceramente che ho trovato tutta gente gentile e disponibile, anche pronta a improvvisare un inglese stentato per far si che potessimo capirci senza problemi...e non è poco. Questa prima giornata finisce dunque così, con un'ultima birra e con la certezza che i luoghi comuni dovremmo sempre lasciarli a casa

  • 2144 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social