New York in luglio 2018

Finalmente la Grande Mela

  • di honey-sunny
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 4
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

A) INFORMAZIONI GENERALI:

IMPORTANTE: come sempre avviso che l’itinerario ha 13 pagine… almeno sapete di che morte morire se iniziate a leggere… In grassetto sono segnate informazioni dei vari posti. Mi spiace ma racconto anche qualcosa di personale che a chi legge non interessa. È l’unico itinerario che scrivo quindi deve essere anche un nostro ricordo. Portate pazienza…

Quando: dal 28.07.2018 al 01.08.2018.

Itinerario in self drive: 4 notti a New York poi volo interno per Yellowstone e da lì tour per visitare i parchi e le città dell'ovest degli States. Estrapolo dall'itinerario completo la parte di New York.

Perché questo viaggio: per accontentare i nostri figli. Noi siamo da spazi infiniti e sovrumani silenzi ... quindi il caos del traffico e della gente non ci fa impazzire. Devo dire che poi noi torneremo tutti super entusiasti di ogni cosa vista e nei punti in cui c’era più affollamento, abbiamo trovato sempre educazione e rispetto delle code e degli spazi. Quindi, esperienza più che mai positiva.

Valuta: 1 $ circa € 1,14

Prenotazioni: abbiamo fatto tutto noi 10 mesi prima della partenza.

Voli: li abbiamo prenotati direttamente sul sito delle compagnie aeree, per un totale di € 3.046. L'intercontinentale l'abbiamo acquistato sul sito della KLM (€ 761,50 a testa): andata Malpensa - New York (operato da Alitalia) e rientro Los Angeles - Milano via Amsterdam (operato da KLM).

Hotel: Candlewood - Times Square (http://www.nyctimessquarehotel.com/) hotel con piccoli appartamenti in self catering (una camera matrimoniale, un sala con divano letto e cucina e poi il bagno). Il costo è di $ 375 a notte ma noi abbiamo pagato $ 298. C'è stato un problema di overbooking con la Booking quindi ci hanno rimborsato la differenza pagata in più rispetto al'hotel che avevamo prenotato. Ci siamo trovati molto bene. Si raggiungono a piedi velocemente tutti i punti di maggior interesse, compresa la subway e la stazione dei pullmam.

Altri costi: oltre agli importi dei voli, hotel e auto bisogna aggiungere le spese sostenute in loco: ristoranti e bar € 530 (di cui 3 colazioni, 3 pranzi, 4 cene); € taxi e metro € 227; Top of The Rock € 141; bici a Central Park € 96; Esta (documento per l’ingresso negli Usa) $ 56 € 48; varie non quantificate; autista per e da Malpensa € 140.

Documenti e visti: Passaporto ed Esta (documento che consente di entrare negli Usa, senza richiedere il visto, per un massimo di 90 giorni). Lo si richiede almeno 72 ore prima della partenza, direttamente sul sito: https://esta.cbp.dhs.gov/esta/application.html?execution=e4s1. Vale due anni (o fino a quando scade il passaporto) e lo si può rinnovare senza problemi. Noi abbiamo fatto un'unica richiesta per tutti e 4. Costa $ 14 a testa. Nel giro di qualche ora ci è arrivato l'ok. In arrivo negli Usa ormai eravamo schedati ... quindi non ce l'hanno chiesto.

Tasse e mance: su tutto quello che si acquista (non sui generi alimentari, su questi il prezzo esposto è finito), viene sempre aggiunta la tassa comunale che attualmente ammonta al 8,875%. Al ristorante, oltre alla tassa sempre del 8,875% si DEVE aggiungere la mancia del 20%. Se il totale è 100 $ devi aggiungere circa 30 di mancia. Non abbiamo capito come sia possibile ma alla fine dei pasti portavano la strisciata della carta di credito con l'importo giusto. Noi firmavamo, aggiungevamo la mancia che ritenevamo opportuna, scrivevamo il totale e consegnavamo il tutto. Il messaggio che arrivava immediatamente sul cellulare era del puro costo della cena. Poi evidentemente c'è il modo di correggere l'importo perchè sull'estratto conto sono risultati tutti gli importi compresi di mancia. A dirla tutta, dove abbiamo scritto il 15% l'addebito è poi stato del 20.

Cibo: abbiamo mangiato discretamente bene. Ma ben poco di memorabile. Abbiamo evitato lo street food e i fast food. L'acqua non si paga mai. Portano dei bicchieroni pieni di ghiaccio con acqua naturale (per intenderci quella del rubinetto super filtrata che si usa anche da noi). Non siamo mai riusciti a berla. E' terribile ovunque.

Sicurezza: avevo paura di dover fare una foto e subito dopo ritirare la macchina fotografica ed invece non abbiamo mai avuto sensazioni di insicurezza. Ci sono tanti turisti e tutti comunque si fanno i fatti propri. Siamo sempre stati, sia di giorno che la sera, sulle vie principali.

Documentazione: itinerari di Turisti per Caso (che ringrazio per aver messo a disposizione di altri viaggiatori le loro esperienze), info varie raccolte on-line ed ho trovato utile una piccola guida della Mondadori (Top 10 New York)

  • 8142 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social