New York, lo sfarzo e il decadente

New York, fulgido e brillante iceberg in mezzo al fiume

Diario letto 8499 volte

  • di carladav
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro

6° giorno: lunedì Mare a Coney Island: si raggiunge facilmente in metro. Si trova nella parte bassa del quartiere di Brooklyn, ed è raggiungibile direttamente con la metropolitana (linee B e Q), dove fa capolinea. E’ bello passeggiare a piedi nudi sulla grande spiaggia, l’acqua è calda ma torbida. Davanti a noi un grande Nathan’s e le giostre chiuse. Ancora una passeggiata sul pontile, poi riprendiamo la metro e ci dirigiamo verso quella che è stata per me una delle attrattive più interessanti di New York: High Line. Non è facile trovare l’ingresso ma il navigatore ci ha aiutati: realizzata su una sezione in disuso della ferrovia sopraelevata offre spettacolari viste, passaggi ravvicinati vicino agli edifici e tratti dei binari originali; lungo il percorso installazioni di arte moderna ed un piccolo mercatino con espositori di opere manuali. Vista incantevole sull’Hudson, del Whitney Museum e del Chelsea Market che ha meritato una visita, un piccolo spuntino ed un po’ di shopping. La visita prosegue per Washinton Park dove ci fanno compagnia un po’ di scoiattoli. Dopo lunghe camminate la sera ci attendono 2 bistecconi giganti da Keens Steakhouse, una delle più antiche di NY, locale accogliente, pianoforte, centinaia di pipe sul soffitto, tovaglie bianche e servizio attento. Succulenti piatti di carne: abbiamo preso una T bone ed una Rib, ottime, enormi e cotte a puntino.

7° giorno, martedì: Abbiamo l’aero al pomeriggio così decidiamo di visitare la parte ancora inesplorata di Central park: ponti, laghi, prati in cui corrono giovani e anziani, cani di razza delle persone danarose che abitano a Manhattan. Abbiamo troppo poco tempo per una visita completa, ma rimaniamo affascinati da ogni scorcio panoramico.

Questo lo scarno diario di sette giorni intensi, programmati con attenzione, che hanno mostrato solo l’accenno di un mix di culture, arte, moda, musica, quartieri diversi uno dall’altro, lo sfarzo ed il decadente.

  • 8499 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social