New York, tutto quello che non ti aspetti

Cinque giorni da innamorati nella Grande Mela

  • di BARBY7171
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

E così siamo pronti per il nostro viaggio di nozze! Abbiamo scelto una formula fifty-fifty ovvero voli e alberghi prenotati tramite agenzia,ma gestione assolutamente autonoma del resto.

Partenza da Venezia con la Delta per un volo diretto fino a New York city. Solo otto ore ci separano dalla Grande Mela, dalla città per antonomasia, quella che da una vita vediamo solo nei film.

Arrivati al’aeroporto JFK non ci rendiamo nemmeno conto della sua grandezza perché ci mandano al piano interrato dove ci aspettano i rigidi controlli doganali: ne usciamo dopo quasi 3 ore, ma eravamo preparati a questi tempi lunghi.

Usciti, prendiamo subito un taxi e ci facciamo accompagnare a Manhattan al nostro hotel, in Central Park South. Percorrendo le strade per arrivarci, osserviamo con attenzione il panorama: la città ha una periferia tipicamente da telefilm americano con piccole casette di legno con giardino, campi di basket e chiesette ovunque; a mano a mano che ci avviciniamo al centro,le case si trasformano in palazzi, il legno lascia il posto al mattone e i piani si moltiplicano. Siamo attaccati al finestrino con il naso all’insù, per vedere quella città che abbiamo tanto sognato e che ci si presenta così,quasi un po’ timidamente, con delicatezza.

Il nostro albergo è di fronte all’ingresso principale di Central Park, quindi è in ottima posizione per muoversi. Prendiamo possesso della stanza al 25° piano, spaziosa, pulita e curata e usciamo per una cena veloce lì vicino; poi andiamo a dormire per prepararci per il giorno successivo, quando cominceremo l’esplorazione della città.

Ci alziamo presto e prendiamo subito il bus turistico, molto utile ovunque e qui indispensabile per farsi un’idea dell’immensa città in questione. Una fermata è proprio di fronte all’hotel e i ragazzi addetti alla vendita dei biglietti sono molto carini e disponibili, elargendo informazioni di ogni genere.

Prima tappa è il Metropolitan Museum: appena lo vedo, mi rendo conto della sua grandezza e credo di intuire il contenuto... E invece no, è impossibile capire che cosa si trovi lì dentro, a cominciare dal piano terra dove c’è una splendida mostra temporanea sui popoli indigeni del mondo: c’è perfino esposta una gigantesca canoa aborigena! Senza contare il tempio egizio intero e la collezione di pittura che copre qualunque secolo e qualunque corrente pittorica. Un sogno ad occhi aperti per chi ama l’arte.

Usciamo stremati, fisicamente per l’estensione del museo ed emotivamente, per tutte le meraviglie che abbiamo visto. Ma dobbiamo riprenderci, perché lì vicino c’è il Guggenheim quindi ci facciamo un ottimo hot-dog in strada ed entriamo: bello architettonicamente sia dentro che fuori, ma non è paragonabile a quello che abbiamo visto al Metropolitan, né per dimensioni del museo né per contenuto. Ospita soprattutto esposizioni temporanee e noi capitiamo in una particolare di artisti giapponesi che non ci prende poi molto. La visita quindi è abbastanza veloce.

Da lì decidiamo di tuffarci quindi in un’altra faccia della città, quindi ci dirigiamo a Times Square: fa molto freddo, è appena transitato di lì l’uragano Achille, ma noi non rinunciamo al piano superiore scoperto del bus e così cominciamo a prendere un po’ di confidenza con la città. Osserviamo quei grattacieli che l’hanno resa famosa e, arrivati a destinazione, ci buttiamo nello shopping, a cominciare dallo store delle M&M’s. Si sta davvero poco a perdersi in questi negozi, dove tutto è così assurdo e allo stesso tempo così insolito per noi

  • 15561 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. dirkpitt01
    , 29/1/2014 12:03
    ciao, ho letto la recensione e devo dire che è stata davvero ben fatta!Una curiosità: ma che volo avete preso da venezia???saluti
  2. Erica 11
    , 10/10/2013 14:33
    Bellissimo ! Leggendo tutto questo mi sono emozionata !!! Io sarò li a capodanno e spero di vivere un'esperienza bella come la tua! :)

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social