Il sogno americano... New York

La Grande Mela è il sogno americano di tutti... ecco il nostro racconto di viaggio

  • di Si1vi4
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

New York di Silvia & Andrea

New York è il sogno americano di tutti e in particolare di tutti gli appassionati di cinema e serie tv come lo sono io. E' impressionante quanto tutto sia così familiare anche se è la prima volta che metti piede negli States.

Il nostro viaggio è iniziato mesi prima: dal momento che abbiamo deciso di partire e abbiamo iniziato a prenotare volo e soggiorno io mi sono immersa nella rete alla ricerca di informazioni, commenti e opinioni di altri disperati come me che cercavano di organizzare il loro viaggio in modo da sfruttare al massimo i 6/7 giorni che quasi tutti hanno a disposizione per questa immensa città. Devo però dire che 7 giorni sono giusti per visitare la città se si ha le idee chiare e si riesce a capire quali sono le proprie priorità: noi ad esempio non eravamo molto attratti da spese e negozi rinomati ma volevamo più vivere la città e assaporare l’ambiente.

Se voi invece venite a New York per fare spese allora dovete decidere di rinunciare a qualcosa oppure mettere in conto qualche giorno in più: almeno uno se volete visitare il famoso outlet del New Jersey.

Io ho letto e stampato di tutto, tanto che alla fine ero quasi diventata amica delle persone che hanno messo i loro resoconti di viaggio in rete: ho quindi deciso di fare lo stesso per permettere a chi viene dopo di me di usare la mia esperienza per godersi la grande mela alla grande.

Noi abbiamo deciso di visitarla nella prima settimana di aprile sia per motivi di lavoro ma anche perché nelle guide era riportato insieme a maggio uno dei mesi migliori per la visita: purtroppo non siamo stati fortunatissimi col tempo in quanto nel 2011 la stagione era, probabilmente, molto indietro. Se volete andare sul sicuro forse meglio fine aprile inizio maggio. Cmq il tempo a New York cambia molto velocemente: nella stessa giornata abbiamo beccato sole, nuvole, vento, freddo, caldo e pioggia quindi armatevi di pazienza e non fatevi prendere dallo sconforto se la mattina vedete il cielo coperto: la sera potrebbe riaprirsi e offrirvi un tramonto favoloso. Vi consiglio di controllare le temperature prima della partenza in modo da rendervi conto se le medie stagionali sono valide o se dovete mettere in valigia vestiti più leggeri o pesanti. Ormai su internet c’è il meteo in tempo reale di ogni parte del mondo e non costa nulla controllare: eviterete così di fare la fine di molte persone che mi sono trovata accanto che probabilmente si aspettavano temperature più in linea con le medie del periodo e giravano con sandali e senza calze! Io ho ringraziato il cielo di essermi portata guanti, sciarpa e cappello anche perché quando il vento decide di tirare è abbastanza gelido! Nella nostra settimana le temperature sono variate da 2 a 15 gradi… e poi con i gradi farenight non ci si capisce niente!

Abbiamo trovato un buon volo da Firenze con scalo a Monaco (andata) e a Francoforte (ritorno) per (più o meno) 380 euro a persona andata e ritorno. Per l’albergo invece abbiamo soggiornato al Dream Hotel tra Brodway e la 55 st che è veramente ottimo. Inizialmente abbiamo cercato anche soluzioni più economiche ma la differenza di prezzo non valeva la differenza tra le recensioni : 100 euro in una settimana e il rischio di finire in qualche stanza col bagno in comune o in qualche bettola scomoda e con scarafaggi in camera!

Al momento della prenotazione abbiamo chiesto se era possibile avere una stanza alta e silenziosa e devo dire che ci hanno accontentato con un 6 piano con finestre nella corte interna. Di certo il panorama non esiste ma vuoi mettere la tranquillità: in fondo noi abbiamo usato la camera per dormire e quindi quello che ci interessava era il silenzio, la pulizia e la comodità. Inoltre è molto complicato su internet capire il prezzo finale degli alberghi in quanto di solito le tasse non sono incluse nel prezzo e vengono aggiunte al conto al momento del pagamento in albergo: c’è la tassa sul soggiorno, la tassa statale e un’altra tassa giornaliera… insomma un vero casino se si vuole fare i conti al centesimo e si rischia di scegliere una struttura rispetto ad un’altra perché creduta più economica e poi ci si rende conto che non è così

  • 8991 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social