Tour in Nepal e Capodanno con vista Annapurna

Un tour in gruppo di 16 persone che ha toccato la capitale Kathmandu poi Patan, il parco nazionale del Chitwan, Bandipur, Ghale Gaun e Bahktapur. Tra templi indù e stupa buddisti.

Diario letto 4102 volte

  • di Lurens55
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Tour non troppo faticoso

26/12/18 - 05/12/19

Partecipanti: io e Franca

Cambio valuta: 1000 NPR ~ 8 €

Prologo:

Non avendo tempo per organizzarci un viaggio autonomo, buttiamo un occhio sul web e cerchiamo qualche tour (a piccoli gruppi) con partenza dopo Natale e compatibile con le vacanze scolastiche. Troviamo interessante un Tour in Nepal in gruppo (max 16 persone) proposto da viaggigiovani.it che ha ancora 3 posti. Nonostante la ragione sociale ammettono anche noi vecchi.

Il Tour costa sui 1750€ (incluse le tasse Apt) a cui si dovranno aggiungere ancora circa 200€ per qualche pasto, souvenir, ecc.

Mercoledì 26 Dicembre 2018

I bagagli sono pronti. Abbiamo raccolto un po' di indumenti da bambino da portare in Nepal. Abbiamo telefonato a viaggigiovani per sapere se si potevano portare 2 colli entro il peso da imbarcare, ma ci hanno detto che c'è solo un collo a testa (tra l’altro da 30 kg e la cosa sembra un po’ strana). Ma visto quanto ci hanno detto prendiamo solo poche cose e le cacciamo in valigia. Alle 13:45 si parte da casa per Malpensa. Arriviamo al solito parcheggio GP Parking alle 15:30 (46€ per 11 gg.) e alle 15:50 siamo ai banchi della Turkish Airline. C'è già qualcuno del gruppetto in attesa e nel giro di poco ci sono quasi tutti. Sembrano simpatici. Andiamo al check-in. Per curiosità quando prendiamo la carta d'imbarco chiediamo se c'è il vincolo di un solo collo a testa. Non c'è nessun vincolo. Quindi quelli di viaggigiovani ci hanno dato un'informazione sbagliata e ai bambini nepalesi arriverà molto poco. Alle 19:00 l'A330-300 si stacca dal finger, vagola oltre 20 minuti per l'aeroporto e finalmente decolla.

Giovedì 27 Dicembre 2018

Il volo da Istanbul parte in perfetto orario e arriva a Kathmandu con mezz'ora di anticipo. Poi inizia il delirio. Sull'aereo ci hanno dato il consueto modulino per l'immigrazione. Scesi dall'aereo accediamo ad un salone in cui ci sono dei terminali dove devi inserire gli stessi dati del modulo compilato in aereo. Dopodiché viene stampato un biglietto da allegare al modulo compilato e ci si mette in coda dietro ad una caterva incredibile di persone. Quando finalmente arriviamo allo sportello, paghiamo 23€ a testa per il visto (si paga cash in moltissime valute). Con la ricevuta del pagamento si va in un'altra coda per far mettere il visto. W la burocrazia! Noi abbiamo fatto in fretta. Gli altri che erano più indietro si sono piantati perché ad un certo punto gli impiegati allo sportello sono andati a pranzo e nessuno li ha sostituiti. Così siamo usciti dall'aeroporto dopo 2 ore e un quarto dall'arrivo. Fuori c'è Kabindra che ci aspetta. Arriva un minibus che in teoria in un quarto d'ora ci porterà all'hotel. Peccato che la previsione non tenga conto del traffico spaventosamente intasato. Saliti sul minibus ci mettono al collo una collana di fiori di tagete in segno di benvenuto. Mentre andiamo la guida introduce il Nepal. Grande metà dell'Italia, circa 30 milioni di abitanti prevalentemente montuoso. Per nepalesi fino a 1500 m sono quote basse, poi collina fino a 3500, montagna fino a 5500, poi alta montagna. Dopo 5500 m non ci sono più rifugi. I trekker d'alta quota dormono in tenda. La prima impressione dai finestrini del minibus è che la capitale del Nepal sia scassatissima, inquinatissima e polverosissima (impressione poi confermata girando per le strade). In mezz'ora siamo finalmente all'hotel Manang. Piuttosto rustico. A noi danno una camera al 5° piano ma l'ascensore è ROTTO!!!! Gli venisse! La camera è abbastanza basic e la pompa di calore sembra non funzionare. A forza di tentativi finalmente parte. L'acqua calda è giusto tiepida, ma tanto visto che fa freddo non viene voglia di fare la doccia. Però è pulito e il letto molto comodo. Meno male. Ci diamo una sistemata veloce e poi a piedi verso Durbar Square

  • 4102 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social