Visita a Napoli... express ampress!

30 ore alla scoperta della città partenopea...

Diario letto 4020 volte

  • di glo.travel
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Approfittando degli sconti Italo Treno, mia sorella ha acquistato due biglietti a/r Bologna/Napoli per l'ultimo we di gennaio. Partiamo alle h 06.53 di domenica 26 dalla stazione AV di Bologna e dopo circa 4 ore di viaggio, arriviamo alla stazione di Napoli Porta Garibaldi. Uscendo dalla stazione, ci fermiamo subito a gustarci il primo caffè napoletano...al Bar Mexico, il tutto accompagnato da una “Riccia”, la sfogliatella con dentro la ricotta, dolce tipico di Napoli. Da provare!

In attesa di fare il check-in nell'hotel, ci incamminiamo verso Via Forcella, da dove inizia la “Spaccanapoli”, la via che letteralmente “spacca” Napoli a metà. Si tratta di una via non molto larga, con tutte le attività commerciali ai lati e sopra le varie case con i balconi e panni stesi, che si vedono in molte foto di Napoli. In questa via, percorrendola, si possono vedere molte delle attrazioni della città partenopea... infatti poco dopo, arriviamo alla Cappella di San Severo, famosa per contenere al suo interno il “Cristo velato”, famosa scultura. La fila fuori ci costringe a passare oltre, verso altre attrazioni. Al termine della “Spaccanapoli”, girando a destra, si apre davanti a noi Via dei Tribunali, via centralissima, dove ci sono molte pizzerie (le più note si trovano qui, come “Da Matteo”, “Pizzeria dal Presidente”, “Pizzeria Sorbillo”, “I Decumani”, ecc...) e diverse luoghi di visita, come la Chiesa di San Domenico Maggiore e il Chiostro di Santa Chiara, complesso composto dall'omonima chiesa e dal Chiostro Maiolicato, quest'ultimo visitabile al costo d'entrata di € 6.00, da fare assolutamente a mio avviso! Molto bello!

All'uscita, proseguiamo verso l'hotel per depositare le borse e poter girare senza tanti impicci. Dopo una breve sosta, riprendiamo il tour nonostante - nel frattempo - il tempo sia peggiorato, iniziando a piovere. Decidiamo di andare a vedere la fermata della stazione della metropolitana Toledo, a poca distanza dall'hotel (piccolo consiglio... per poter vedere il gioco d'acqua che caratterizza l'opera architettonica che compone la fermata Toledo, dovrete acquistare per forza un biglietto della metro, in quanto l'opera si trova non all'entrata, ma bensì sopra le scale che portano ai treni della metro stessa). Per tutti gli appassionati di architettura e non, questa stazione della metro merita la visita, non a caso è stata designata come miglior stazione della metropolitana europea...! Uscendo dalla metro, si aprono davanti a noi i celeberrimi Quartieri Spagnoli, la parte più autentica di Napoli, con i suoi viadotti stretti, le botteghe tipiche e le dediche d'amore scritte suoi cuori appesi... da cartolina! Perdetevi letteralmente in queste vie, per gli appassionati di foto, ci sono angoli dove fare foto meravigliose di vita quotidiana partenopea.

La pioggia si è fatta sempre più insistente, quindi siamo obbligate a rimandare alcune attrazioni al giorno dopo, sperando nel bel tempo. Per cena, torniamo verso Via dei Tribunali e ci rechiamo alla Pizzeria Sorbillo, per gustare la sua pizza napoletana da tutti considerata una delle migliori in città. Scopriamo nostro malgrado che, sia Sorbillo che Da Matteo, sono chiuse e puntiamo alla Pizzeria i Decumani, dove gustiamo (letteralmente!) la pizza napoletana DOC, con rigoroso fior di latte... ad un prezzo abbastanza modico. Buonissima!! A mio avviso la inserirei tra i Patrimoni dell'Umanità ;)

Dopo questa giornata iniziata prima dell'alba, prendiamo l'ultimo caffè della giornata e rincasiamo verso l'hotel

  • 4020 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social