Avventura in Namibia

Un viaggio tra il deserto e gli animali in libertà

Diario letto 9838 volte

  • di moreno65
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 02
    Spesa: Oltre 3000 euro

Siamo Moreno e Marina, pronti a partire per questa nuova avventura. Questa volta abbiamo scelto il continente Africano, esattamente andremo in Namibia… noi ci siamo occupati dei voli, mentre per ciò che riguarda i servizi a terra ci siamo affidati ad un operatore italiano in loco. Quindi, dopo qualche mese di pianificazione e preparazione, è arrivato finalmente il momento della partenza.

02 Agosto 2013

Inizia la vacanza… in serata si parte da Milano Malpensa con Swiss via Zurigo con un volo notturno su Johannesburg e qua’ dopo qualche ora, coincidenza con volo South African Airways per Windhoek dove arriviamo nel primo pomeriggio.

Buongiorno Namibia! Ad aspettarci in aeroporto troviamo Elizabeth che ci accompagna nelle prime operazioni, quali il cambio della valuta e poi il ritiro dell’auto noleggiata…qua’ Avis effettua a tutti un breve briefing privato, circa 10 minuti per mettere in guardia i turisti che spesso per imprudenza rovinano l’auto e la propria vacanza in banali incidenti. La nostra auto è una Hunday Ix35, non è una 4x4 che per il ns. giro non è necessaria, ma è bella e nuovissima, solo 1000 km.; controlliamo di avere n. 2 gomme di scorta nuove, salutiamo Elizabeth e siamo sulla strada, dopo 42 km. siamo in città, a Windhoek. Nel tragitto per arrivare in città non abbiamo visto nessun animale in giro, come letto in alcuni diari di viaggio, ma ciò che colpisce subito è la quasi totale assenza di umidità nell’aria, quindi tutto è più limpido ed i colori più brillanti nonostante sia quasi tramonto. In serata arriviamo in albergo, il “Kalahari Sand Hotel” dove ci raggiunge il nostro organizzatore del viaggio, che dopo le numerose e-mail dei mesi scorsi durante la preparazione finalmente conosciamo….chiacchieriamo e ci fornisce tante informazioni, tutti i documenti per il viaggio e tante altre cose utili, poi ci salutiamo con la raccomandazione di inviargli ogni tanto un messaggio per fare sapere che tutto procede bene.

04 Agosto 2013

Ottima colazione in albergo, poi facciamo due passi in città – con l’albergo siamo in posizione centrale proprio sulla Indipendence Avenue, non fa nemmeno freddo nonostante in Namibia sia inverno, basta una felpa per coprirsi; oggi è domenica e quindi il giorno meno indicato per essere in città, in quanto la maggior parte delle attività sono chiuse e quindi rimandiamo all’ultimo giorno la visita. Torniamo in albergo e si parte….strada B1 sud che inizialmente mostra un buon paesaggio, ma poi diventa monotono….incontriamo i nostri primi animali della Namibia – una colonia di babbuini sul bordo della strada – poi la fermata per le foto di rito al Tropico del Capricorno e proseguiamo incontrando la cittadina di Rehoboth, città di etnia “basters” che però non offre nulla di interessante. Nel primo pomeriggio arriviamo al “Kalahari Anib Lodge”….bellissimo l’ambiente, terra rossa ed animali in giro….ne approfittiamo per una bella e lunga passeggiata nel loro “walk trail”, dove avvistiamo vari springbok, struzzi, ed un branco di eland….meravigliosi !! Torniamo dalla passeggiata dopo avere assistito ad un bel tramonto, il tempo di una doccia, di dare il resto del biltong comperato oggi ad un micio nero che abbiamo trovato fuori dalla ns. camera e poi andiamo a cena; poi non c’è molto da fare, un caffè al bar seduti intorno al fuoco, perché alla sera fa’ freddo, inviamo qualche e-mail a casa per i saluti e la serata finisce guardando il cielo che brilla pieno di stelle

  • 9838 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. katyab
    , 16/2/2014 07:25
    Ciao Marina e Moreno
    il vostro diario di viaggio è utilissimo per tutte le info che date. Prenderò sicuramente spunto dal vostro racconto per organizzare il mio viaggio in Namibia per agosto.
    Non avete indicato il nome dell'operatore italiano che vi ha prenotato tutti gli alloggi (da quanto ho capito è non si riesce a prenotare direttamente dall'Italia senza l'aiuto di un'agenzia, giusto?).
    Potete darmi il nominativo di questo operatore italiano in loco?
    Grazie
    Katy

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social