Normandia in moto

Dalla Sicilia a Mont Saint-Michel, passando per la Costa Azzurra, Parigi e innumerevoli paesaggi mozzafiato

Diario letto 5818 volte

  • di beati
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Da 500 a 1000 euro

25/9

Da Le Mans ci avviamo a Mont San-Michel. La campagna francese è bella anche in autunno con l'alternanza di colori data da campi coltivati, altri con i segni delle colture precedenti. Le strade sempre in ordine così come i paesi che attraversiamo. San Michel ci appare all'improvviso dopo una delle tante curve, maestoso nella sua imponenza, sembra vicino ma facciamo ancora qualche kilometro per arrivare a parcheggio, da qui un bus navetta, gratuito, ci porta in prossimità del monte. Un lungo ponte collega la terraferma all'isolotto, si vedono chiaramente i segni delle maree che circondano il monte per kilometri. Tanta gente si avventura a piedi in questo acquitrino fino a raggiungere uno scoglio distante da Mont San-Michel 3 kilometri. Entrati nel borgo capiamo il motivo per il quale Mont San-Michel ha resistito agli attacchi susseguiti nei secoli. Alte mura di cinta e le maree sono le carte vincenti. L'unica via che ci porta alla chiesa, posta alla sommità del monte, è un susseguirsi di negozietti di souvenir bar e ristoranti che non riescono a contenere le migliaia di visitatori. La chiesa iniziale risale al 700, voluta dal vescovo di Avances Sant'Aubero, è stata inglobata nel monastero attuale dalle modifiche effettuate nei secoli. Risultato un grande monastero stupefacente sfasato su più piani con ampi locali ed innumerevoli altari. Nei secoli è stata adibita ora a residenza dell'alto clero ora a prigione, meta di pellegrinaggio, nei secoli, dei regnanti edella nobiltà. Pranzo veloce e partiamo destinazione Sainte Marie Egleise, penisola del Cotentin. La storia racconta che un paracadutista rimase appeso al campanile, salvando così la vita. Da lì, km 0, cominciò la liberazione. Ci spostiamo di pochi km arrivando a Bayeux dove abbiamo prenotato per la notte ma… sorpresa, abbiamo prenotato erroneamente per novembre. Naturalmente era tutto pieno. Per fortuna a pochi metri ci sono due camere per noi. Passeggiata in centro storico e pizza. Poi finalmente a letto, domani ci aspetta il cimitero monumentale, meta del nostro viaggio.

26/9

Usciti dall'albergo presto, colazione in un bar al centro e dopo pochi kilometri arriviamo a Omaha Beach, 7 kilometri di sabbia sull'oceano. Posto altamente suggestivo qui avvenne lo sbarco. Sull'altura a poche decine di metri la presenza di due bunker. La scena è terribile solo a immaginarla, gli americani che arrivano dal mare su mezzi anfibi, i tedeschi nei bunker a fare tiro a segno. Si conteranno circa diecimila vittime tra gli americani. In rispettoso silenzio facciamo delle foto e ci spostiamo al cimitero monumentale, un'immensa area pulita e ordinata 'riempita' da poco meno di diecimila croci bianche allineate come un battaglione in parata. Ogni croce porta un nome una data di nascita, un posto di provenienza e una data di morte, per molti la stessa. Usciti dal cimitero breve sosta per un caffè foto con mezzi bellici sosta pranzo a Caen. Ripartiamo direzione Honfleur graziosa cittadina sul mare dove passeremo la notte con cena in uno degli innumerevoli locali.

27/9

Oggi giornata "tranquilla". Ci spostiamo di appena una trentina di km percorrendo il Pont de Normandie, attraversiamo Le Havre, città industriale (presumiamo)dall'aria poco salubre. Costeggiamo una raffineria interminabile e pochi kilometri dopo arriviamo al piccolo villaggio di Etreat, stretto tra due scogliere, la falesia d'Aval, nota per il celebre arco che lo scrittore Guy de Maupassant paragonò a un elefante che beve nel mare. Foto di rito e passeggiata nel centro cittadino. Ci spostiamo verso Parigi percorrendo parte del parco regionale della Senna

  • 5818 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social