Nordkapp in moto

Il grande nord in piena libertà

  • di Elena Rocca 1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 2000 a 3000 euro
 

Ciao a tutti! Voglio premettere che non mi ritengo assolutamente una motociclista e che sono partita per questo viaggio (in qualità di zavorra) con lo stesso spirito di sacrificio che si ha quando non si può più rimandare l'appuntamento dal dentista! (ero già riuscita ad evitare l'anno scorso - con la scusa che la moto era nuova e "bisognava conoscerla" e quest'anno Attilio non ha voluto sentire ragioni!).

Devo ammettere che che mai i miei timori furono così infondati!

1° giorno Brescia - Lipsia km 879

Oggi è una giornata di puro trasferimento. Partenza da Brescia verso le h. 7 in direzione Brennero. In Svizzera troviamo moltissimi lavori, che rallentano notevolmente l'andatura. Appena entrati in Germania le cose non vanno meglio per via dei 34 gradi e di un grosso incidente che ci ha tenuti bloccati in autostrada per un'ora (fino a quando l'elisoccorso è ripartito). In Germania sconsiglio vivamente di fermarsi a pranzare all'autogrill subito dopo Monaco (è veramente squallido e troppo caro). Arriviamo al motel prenotato (Holiday Inn Leipzig - Günthersdorf), molto bello e subito fuori dall'autostrada intorno alle 19 ed io, dopo la doccia, non ho neanche la forza di scendere a cena. Oggi quasi 12 ore di viaggio...spero proprio non sia sempre così!

2° giorno Lipsia Copenhagen km 375 / traghetto/ km153

Dopo aver dormito per quasi 10 ore, anche se senza cena, oggi mi sento molto riposata. Andiamo a far colazione al mc donald subito fuori dal motel (dove è decisamente troppo cara) e partiamo in direzione Rostock. Il paesaggio è bellissimo, con colline ricoperte di campi di grano che si alternano ad enormi foreste. Peccato per la presenza di parecchi cantieri stradali. A Rostock le case hanno tetti praticamente "a punta"! Prendiamo il traghetto per Gedser (prenotato con la Scandlines 57 euro circa). La traversata dura circa 3 ore ed il servizio a buffet ha poca scelta e prezzi molto molto elevati (accettano sia gli euro che le corone danesi). Sbarcati in Danimarca le prime cose che notiamo sono il fatto che l'aria è profumata e che le fattorie sono letteralmente circondate su ogni lato da alte muraglie d'alberi (probabilmente per ripararsi dai forti venti). Qui il limite è di 120 km orari. Arriviamo all'albergo prenotato a Copenhagen (CABINN AS METRO KOEBENHAVNl ) e ne capiamo il nome: le camere sono + piccole delle cuccette delle navi! Depositiamo al volo i bagagli e dopo una doccia veloce "scappiamo" letteralmente in città (metrò x il centro a/r x 2 pax circa 20 euro 4 fermate). Ceniamo all'aperto in uno dei tanti ristorantini affacciati sul vivacissimo canale. Cena normale ma in un atmosfera molto particolare e piacevole Verso le 23 torniamo all'hotel e ci ritiriamo nel nostro "loculo" ... vabbè che abbiamo speso solo 105 euro colazione compresa però...

3° giorno Copenhagen - Stoccolma km 665

Dopo una colazione discreta, anche se in un ambiente abbastanza cupo e poco curato, carichiamo la moto e partiamo. Come nel nord della Germania vediamo molte pale eoliche, anche in mezzo all'acqua. Per entrare in Svezia attraversiamo il bellissimo e famosissimo ponte di Malmo (180 dkk - circa 24 euro). Dopo i primi 100 km in territorio svedese iniziano ben 200 km di foreste. Il paesaggio è molto noioso e rischio di addormentarmi. C'è un vento molto forte per tutto il tragitto. In autostrada notiamo che tutti vanno oltre i limiti e ci adeguiamo sapendo però bene che corriamo il rischio di incorrere in sanzioni veramente pesanti

  • 19113 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social