Magico Marocco

Alla scoperta di una terra ricca di bellezze naturali e posti affascinanti. Itinerario con partenza da Marrakech sino ad arrivare a Merzouga, porta del deserto Sahariano, attraversando i caratteristici villaggi berberi

Diario letto 3856 volte

  • di dancer1
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 5
    Spesa: Fino a 500 euro
 

Ho sempre sognato di visitare il Marocco, è un paese che mi ha sempre affascinato, con le sue moschee, riad, dimore storiche e il deserto del Sahara. Il Marocco è una terra ricca di bellezze naturali e posti indimenticabili che sono al contempo affascinanti da visitare ed intriganti da esplorare. Sono partita dall’Italia con un gruppo di amici affascinati anche loro dalla cultura araba Consultando i vari siti internet mi sono messa alla ricerca di un’agenzia che organizzasse escursioni in Marocco. Sono venuta a conoscenza di questa agenzia Touareg Trails Events per caso, consultando i vari siti internet e le recensioni di altri viaggiatori. Sono stata molto fortunata in quanto sin dai primi scambi e-mail l’agenzia si è dimostrata molto seria e affidabile. Mi son fidata sin da subito e, senza esitare un attimo ho prenotato l’escursione tramite Internet. Se visitate solo la città di Marrakech, a mio avviso, tre giorni sono più che sufficienti. Ma se andate in Marocco e siete dei tipi avventurosi vi consiglio di fare delle escursioni nelle città vicine e nel deserto.

Dedichiamo i primi giorni a visitare la città con le sue strette viuzze piene di persone che vendono di tutto. Il punto più importante della città è la Piazza Jamaa el Fna animata tutto il giorno fino a tarda notte. Qui al centro della piazza potete trovare incantatori di serpenti, bancarelle che vendono di tutto: spremuta di arancia, cibo marocchino e artigianato locale. A Marrakech abbiamo visitato le attrazioni più famose come il palazzo Bahia, la Medersa di Ben Youssef, le tombe Saudienne e i giardini Majoelle. La medersa di ben youssef è uno dei luoghi più suggestivi di Marrakech assolutamente da vedere. E’ una scuola coranica, la spettacolarità sta nella sua architettura arabo-andalusa, negli intagli delle finestre, nei disegni delle piastrelle e nella curiosità che suscitano le camere degli studenti. Mi hanno particolarmente colpito le decorazioni in stucco, in legno di cedro intagliato e le variopinte piastrelle di ceramica che ornano il cortile principale.

Il giorno successivo ci svegliamo alle 7.00 in quanto fuori l’albergo ci aspetta la nostra guida Youssef dell’agenzia con la quale abbiamo prenotato il tour. Si è dimostrato un ottimo compagno di viaggio, molto preparato nel raccontarci i riti e costumi marocchini. Carichiamo i nostri bagagli nella jeep, molto spaziosa e comoda, e siamo pronti per partire. Inizialmente eravamo un pò titubanti su quello che ci aspettava, ma alla fine le nostre insicurezze hanno lasciato spazio al divertimento più puro. Attraversiamo il passo Tizin’ Tichka, il più alto del Marocco, il percorso è davvero straordinario e affascinante in quanto rimaniamo colpiti dal contrasto di colori: si passa da un paesaggio verdissimo fino a montagne imponenti.

Durante il tragitto visitiamo le kesbah di Ait Ben Haddou, un villaggio fortificato protetto dall’Unesco, fatto interamente di mattoni, fango e terra rossa. E’ un luogo molto affascinante, è stato set di molti film famosi ci spiega la guida. Dopo aver fatto una visita a Ait Ben Haddou con la guida del posto, molto gentile e simpatico, facciamo una sosta al ristorante del posto per un piccolo pranzo. Dopo pranzo, giusto il tempo per riposarci e riacquistare un po’ di forze, ci dirigiamo a Kella Mgauna, chiamata la città delle rose, in quanto in primavera la città è totalmente ricoperta di rose. Purtroppo non abbiamo potuto godere di questo bel panorama avendola visitata in inverno, ma pazienza, ci ritorneremo in primavera. Arriviamo a BoumalenDades, famose per le sue strette gole del Dades. Percorrendo la strada arriviamo all’omonima valle dove pernottiamo in un riad molto caratteristico chiamato Xaluca Hotel

  • 3856 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social