Giù nei Balcani

Da Belgrado fino a Tirana, passando per Sarajevo e Mostar, attraverso il Montenegro e il Kosovo... low budget, con mezzi locali

Diario letto 17596 volte

  • di Korowa
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 3
    Spesa: Da 500 a 1000 euro
 

Protagonisti del viaggio: Eleonora, Silvia e Andrea (io). Partenza il sette agosto per Belgrado, il volo Easyjet parte in orario. In meno di due ore siamo a destinazione, fa caldo ma non come a Milano.

Ci sistemiamo al Chillton II Hostel, centralissimo e dotato di aria condizionata nelle camere. Siamo a due passi da Republic Square, a due minuti c’è una via pedonale di ciottoli con una vasta scelta di locali, economici e meno. Verso il tramonto camminata fino a al belvedere dietro lo zoo, dalle mura si vede l’incontro fra la Sava e il Danubio. Serata di birre, slivovica e vino serbo in centro.

Il mattino dopo, affittate due bici vicino allo SkyWellness sul Danubio (qualcuno ha fatto le ore piccole ed è rimasto in ostello a dormire) abbiamo percorso la Sava per circa 8 km e siamo arrivati fino ad una specie di terrapieno artificiale che porta sull’isola di Ada Ciganlija. Imperdibile un pranzo a base di carpa o pesce gatto al ristorante Opušteno, una specie di houseboat con tavoli rustici, tovaglie a quadri e una vista bellissima sul laghetto. http://www.diariapenna.com/wp-content/uploads/2013/10/belgrado.jpg. Il rientro a 30 gradi e la pancia piena è stato più duro dell’andata. Non mangiate e non bevete troppo perché vi troverete il vento contrario. Riposino in ostello e serata al ? (QuestionMark è il nome del locale), una delle taverne più antiche della città. Un consiglio, non pagate in euro.

Terzo giorno, mattinata per negozi e relax, trasferimento alla stazione dei bus e partenza per Sarajevo, quasi 7 ore, non sembra finire mai e il bus si ferma solo due volte. Consiglio, cambiate tutti i vostri Dinari prima di lasciare la Serbia, non è facile al di fuori dei confini. Arriviamo a Sarajevo verso le 23, trasferimento in taxi da Haris Youth Hostel e cena a Baščaršija nell'unica griglieria ancora aperta. Haris Youth Hostel si trova a due passi dal cimitero che ospita la tomba di İzzetbegovič. Sicuramente da vedere. Non tanto per la tomba di İzzetbegovič ma per tutte le altre. http://www.diariapenna.com/wp-content/uploads/2013/10/cimitero.jpg.

Mattinata piovosa spesa alla ricerca di casa Svrzo, una casa turca ben conservata che troveremo quasi per caso il giorno dopo. Corsa in taxi fino al museo Nazionale, l’idea era vedere La Haggadah, un manoscritto di cerimonie ebraico del valore di 700 milioni di dollari, ma il museo è chiuso da 6 mesi… Il tassista lo sapeva… Così, visto che la stazione dei treni è a due passi ne abbiamo approfittato per acquistare i biglietti per Mostar. Pranzo e pomeriggio al Biban (a piedi è lunghina...), non perdetevi la vista e godetevi una trota arrosto. http://www.diariapenna.com/wp-content/uploads/2013/10/biban.jpg. Il Biban me lo ha consigliato un amico originario di Sarajevo, come mi ha consigliato i cevapcici di Zeljo a Baščaršija. Entrambi super. Lo Sloga (terzo consiglio) invece mi è sembrato strano, enorme, tavoli sul palco e una cover band che suona in mezzo alla gente seduta. Boh… Nottata fresca.

Il mattino dopo: passeggiata fino alla biblioteca nazionale, completamente ristrutturata, quindi visita alla scacchiera gigante, che poi tanto gigante non è. Nel pomeriggio partenza per Mostar. Il viaggio in treno, l’esatto contrario dell’alta velocità di cui, almeno in vacanza, mi interessa poco, in compagnia di questi folkloristici compagni di scompartimento è stato uno spasso. 3 ore… Portatevi delle birre, saranno utili per fare amicizia. http://www.diariapenna.com/wp-content/uploads/2013/10/treno_Mostar.jpg. Il ponte è uno spettacolo, di notte anche più che di giorno. Compratevi un paio di birre e scendete sul fiume. Prendetevi un po’ di tempo per pensare a questa frase di Winston Churchill "I Balcani producono più storia di quanta ne possono digerire"

  • 17596 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social