Tra Messico e Belize

Un viaggio bellissimo e magico immersi nella natura

  • di jessica.armentano
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: 2
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Destinazione: Mexico! Periodo: 10 Agosto - 2 Settembre 2013

Siamo partiti Sabato 10 Agosto 2013 alle 02:00 del mattino per andare a Malpensa... Direzione: Cancún. Ci aspettava uno scalo.. siamo scesi a Düsseldorf ..dopo 2 ore circa di volo. Dopo poco più un'ora di attesa in aeroporto... prendiamo l'aereo intercontinentale diretto in Mexico. :) La tratta è durata 12 ore, ma con l'aiuto di film... il tempo è passato. Siamo atterrati a Cancún e dopo aver fatto il visto, finalmente siamo entrati nel vivo di questo popolo... Il clima è afoso, fa caldo.. un messicano ci carica su un furgoncino e ci porta alla Hertz dove abbiamo noleggiato la macchina, qui abbiamo segnato meticolosamente tutti i danni che presentava l'auto per non aver problemi alla riconsegna.

Da qui parte il nostro mitico viaggio di esplorazione!

Le autostrade appaiono subito diverse...ai lati della carreggiata c'è solo la jungla. La nostra prima destinazione è VALLADOLID. Sono le 16:00 circa del 10 Agosto. Lungo la strada incontriamo il primo posto di blocco, in realtà è la dogana: abbiamo preso l'unica autostrada a pagamento. La quota è di 130 pesos..noi abbiamo solo euro; dopo un po' di trattativa (baratto) paghiamo 20 euro. Verremo poi a sapere che abbiamo strapagato. Abbiamo quasi due ore di viaggio per raggiungere la prima tappa: Valladolid. Un paesino caratteristico, ma molto piccolo e l'hotel che ci ospiterà per due notti non avrà l'acqua calda. Qui abbiamo fatto sosta per visitare Río Lagartos e Chichén Itzá. Río Lagartos é la riserva dei fenicotteri rosa, qui c'è una laguna bellissima dove si possono vedere gli animali nel loro ambiente, coccodrilli che noi non abbiamo avuto la fortuna di incrociare, ma abbiamo visto e toccato uno splendido scarafaggio marino. Un animale preistorico. Qui c'è un piccolo Mar Morto dal color rossissimo e salatissimo. Questo colore è dato dal piccolo gamberetto che vive in queste acque e che ciba il fenicottero. Al ritorno ci siamo fermati a Ek Balam, un sito Maya. Siamo saliti fino in cima alle piramidi e fa impressione, intorno a te c'è solo la jungla. Bellissimo! Trovi le rovine di un popolo che ha colonizzato il Messico con i suoi usi e costumi. Qui non si mangia male ma bisogna fare attenzione a molte cose per evitare di avere dei disturbi allo stomaco. Non puoi bere acqua con il ghiaccio, e cibo offerto in mezzo alla strada per motivi di igiene.

12 Agosto 2013

Siamo a Merida! Anche qui lo spostamento è durato un paio d'ore circa. Finalmente ho fatto una doccia calda! Qui il paese non è gran che infatti abbiamo deciso di rimanere una notte sola. Ci sono zanzare ovunque che mi pungono, nonostante abbia messo tre braccialetti anti zanzare e l'autan. Domani visiteremo Uxmal, un'altra rovina Maya e poi andremo a Campeche: Mare.

Anche Uxmal è una rovina maya, una costruzione un mezzo alla giungla. Siamo saliti fino infima anche qui. Oggi siamo stati a Chichén Itzá, la settima meraviglia del modo, un parco grandissimo dove puoi visitare la piramide Maya e altri rocchi simbolo del loro insediamento... Questa piramide è importante perchè riporta il calendario: 365 giorni, le stagione e il 21 Giugno puoi osservare il serpente piumato che scende lungo i lati. eretto ottico di quel giorno di luce. Ancora oggi si domandano come abbiano potuto costruire un tempio così grande, maestoso, preciso e creare l'illusione ottica per il solstizio di primavera. Qui abbiamo visto l'unico cimitero. Poi c'è il cenote: grotte sotterranee dove i Maya erano soliti sacrificare in nome del Dio venerato donne, bambini, guerrieri, prigionieri.. Qui abbiamo visto anche come passavano il tempo questa popolazione esoterica: giocavano al gioco della pelota, cioè infilare la palla dentro un cerchio molto stretto posto in alto. Chi perdeva si sacrificava al Dio. Qui non è consentito salire sulle piramidi. Qui puoi trovare ogni sorta di souvenir. E' un posto commerciale solo ed esclusivamente per turisti. Lungo i vialetti di questo immenso parco viene allestito in un mercato molto lungo e i messicani provano ad attirare l'attenzione dei turisti dicendo che tutto costa un dollaro, ma appena ti avvicini ogni cosa costa minimo 400 pesos. Bisogna trattare!! Abbiamo speso 600 pesos per tre calendari, in tutto 80€. La nostra guida classificava Chichén Itzá il miglior posto dove comprare, non è proprio così. Quando devi cambiare i soldi le banche offrono un cambio molto vantaggioso: 16,50 ma non sempre cambiano gli euro. I negozietti che fanno il cambio della moneta applicano il cambio15 . Oggi abbiamo fatto il bagno nel centote Dipniz! Bello, emozionante!! c'erano i pesci gatto e le stalattiti nel lago.!! Acqua ghiacciata! Il cenote è un lago naturale sotterraneo. bellissimo con i suoi colori surreale!!

13 Agosto 2013

Sono le 10 del mattino, siamo in direzione di Uxmal. Oggi abbiamo fatto una colazione a base dei api :) c'erano api che svolazzavano intorno al nostro succo d'arancia e alla fine una è caduta dentro il bicchiere di Guido. Lui l'ha tolta e ha bevuto!!!:=

  • 28895 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social