Yucatan e Chiapas, storia e natura da vivere

Yucatan e Chiapas, civiltà millenarie e natura da vivere. L’idea di mettermi a raccontare la mia vacanza in Messico, vuole essere anche un ringraziamento a tutti i turisti per caso da cui ho attinto a piene mani informazioni molto utili ...

Diario letto 1509 volte

  • di Sauro Galeazzi
    pubblicato il
  • Partenza il
    Ritorno il
  • Viaggiatori: in coppia
    Spesa: Da 1000 a 2000 euro
 

Yucatan e Chiapas, civiltà millenarie e natura da vivere.

L’idea di mettermi a raccontare la mia vacanza in Messico, vuole essere anche un ringraziamento a tutti i turisti per caso da cui ho attinto a piene mani informazioni molto utili e vere e proprie dritte. Insomma un modo, spero, per portare avanti questa tradizione ...

La scelta del Messico, ed in particolare dello Yucatan e del Chiapas come destinazione rappresentava uno dei tanto agognati desideri di viaggio che mi portavo dietro da parecchio tempo. Mi sono sempre immaginato questa terra vista con un’ottica di senso di libertà, di spazi sconfinati e di grande cultura millenaria delle civiltà precolombiane. Ed eccomi qua alla partenza. Lunedi’ 26 Aprile 2004 La sveglia suona abbastanza presto ... Qualche istante per rendermi conto che è proprio il giorno di partenza ...E come spesso mi capita mi dico, ancora pesantemente assonnato, “... Ma chi me lo ha fatto fare ?” rimpiangendo il dolce riposare. Ovviamente è solo una sensazione inconscia , perchè davanti a me ci sono due settimane di Messico.

Parto da casa alle ore 6.00, arrivo all’areoporto di Milano Linate alle ore 6.40 e subito mi dirigo a fare imballare lo zaino, una delle mie prime preoccupazioni per il viaggio. Ebbene si ... Si tratta di una vacanza zaino in spalla senza tour e prenotazioni anticipate ( a parte la prima notte). Ritrovo con i compagni di viaggio, disbrigo delle pratiche di check-in e partenza (ore 8.30) in perfetto orario per Madrid. Viaggiamo Iberia e faremo scalo nella capitale spagnola per poi transvolare verso Cancun, via Miami (dove ci attende pero’ un altro scalo).

Il volo per Madrid dura circa due ore, e una volta atterrati, ci aspettano severi controlli di sicurezza prima dell’imbarco per Miami-Cancun. Partiamo da Madrid in perfetto orario, e in circa 8 ore e mezzo siamo a Miami, dove ci aspetta un nuovo scalo e soprattutto nuovi severi controlli di sicurezza, che mi sembrano ancora piu’ minuziosi rispetto a quelli, sempre “americani” di un anno fa a New York. Segno dei tempi ! Ripartiamo, sempre puntuali, da Miami per Cancun dove arriviamo alle ore 17.50 locali (ricordo che fra Italia e Messico –Yucatan- ci sono sette ore di differenza in meno), che per noi è mezzanotte e cinquanta.

Altro disbrigo delle pratiche di frontiera, dove finalmente faccio conoscenza con il famoso semaforo. In pratica arrivi al controllo di frontiera, schiacci un bottone ed hai proprio un semaforo (verde=passa senza controllo, rosso=fermati e devi essere controllato).

Fortunamente il calcolo delle probabilità è dalla nostra parte e quindi passiamo senza controlli. Recuperiamo gli zaini (uaaooo sono arrivati ed integri !) e tentiamo di capire come uscire dall’aereoporto e dirigerci in città. Siamo “assaliti” da tassisti vari ma noi, forti delle indicazioni degli altri turisti per caso, ci dirigiamo verso il terminal degli autobus ADO Riviera, dove prendiamo (costo 1,50 USD) quello diretto a Ciudad Cancun. In questo primo approccio facciamo conoscenza dei famosi autobus messicani; tv, bagno a bordo sono un po’ inconsueti per noi italiani ma soprattutto facciamo conoscenza con la famigerata aria condizionata messicana. Impostata regolarmente sui 20 gradi, quando fuori si arriva ai 35/40, ci costringe a indossare la felpa e a sperare che non concorra alla maledizione di Montezuma.

Arriviamo in centro Cancun, e a piedi arriviamo all’Hotel che avevamo prenotato dall’Italia (Margaritas Hotel – costo: 40 Euro la doppia). E’ pulito, tranquillo e scopriamo anche che avendolo prenotato via internet, abbiamo pagato la metà

  • 1509 Visualizzazioni
  • Stampa
  • Invia ad un amico

Parole chiave
Commenti
  1. Nessun utente ha ancora commentato. Se sei un utente registrato puoi usare questo form per dire la tua!

Per scrivere su Turisti Per Caso devi prima registrarti!


Entra con il tuo account social