Partenza il 12/8/2008 · Ritorno il 26/8/2008
Viaggiatori: fino a 6

Messico Mi casa es tu Casa

di mev96 - pubblicato il

Il 12/08/2008 io e la mia famiglia partiamo per il Messico, con volo Livingstone da Roma Fiumicino diretto per Cancun, la durata del volo è stata all’andata di quasi 12 ore al ritorno invece sono state 10.

Arriviamo all’aeroporto di Cancun intorno alle 20.30 ora locale e aspettiamo il nostro Tour Operator (Press Tour) che ci avrebbe condotto nel nostro Hotel (Radisson Hotel Hacienda Cancun).

Appena arrivati in Hotel una doccia veloce e usciamo a vedere un po’ Cancun,ci facciamo portare nella zona dove si trova la famosa discoteca Coco Bongo, e lì camminiamo alla ricerca di un fast food per cenare visto che ancora non avevamo mangiato, saliamo in un centro commerciale dove si trovava anche l’Hard Rock Cafè e lì entriamo in una specie di MC Donald’s.

Continuiamo a camminare per quel viale pieno di locali per circa un’ora e poi chiamiamo un taxi per tornare in albergo visto e considerato che eravamo stanchissimi e la mattina seguente iniziavamo il tour alle 7 del mattino.

La sveglia suona alle 6.00 e noi andiamo subito giù a fare colazione, intanto aspettiamo la guida Press Tour che ci avrebbe accompagnato nei prossimi 4 giorni, alle 7.30 saliamo sul pullman con altre persone e iniziamo la nostra avventura tra i misteri maya.

Come prima tappa visitiamo il Sito Archeologico di Ek Balam fondato da un uomo chiamato come il sito stesso che significa Giaguaro Nero, dopo qualche ora passata in quel tempio ci dirigiamo verso la meravigliosa Chichen Itza, il più famoso ed importante sito del Messico, il monumento più famoso è la piramide chiamata El Castillo uno spettacolo unico al mondo.

Dopo la piramide di Chichen Itza ci dirigiamo verso un ristorante scelto dal nostro operatore per il pranzo, e li gustiamo piatti tipici della cucina messicana come le tortillas e i fagioli durante la pausa il personale del locale ci intrattiene con simpatiche danze e musica del posto.

Nel pomeriggio ci trasferiamo nell’Hotel di Merida dove dormiremo per 2 notti (Hotel El Castellano), la sera siamo liberi e decidiamo di andare in giro per la città, Merida è una città molto caratteristica di tipo coloniale dove si sente proprio l’atmosfera messicana, è piena di negozi dove poter comprare souvenir a poco prezzo, e la gente è molto umile e ospitale.

A cena andiamo in un ristorante consigliato dalla nostra guida David e devo dire che abbiamo mangiato proprio bene spendendo anche una cifra piuttosto ragionevole 100 dollari in 6 persone, circa 70 €, alla fine della cena i camerieri ci hanno messo a disposizione dei sombreri per scattare qualche foto.

Torniamo in Hotel prendendo una carrozza tipica del posto pagando 10 dollari, e tutti a riposare per iniziare un’altra giornata massacrante.

La mattina seguante sveglia alla solita ora e tutti sul pullman dove David ci propone altre escursioni da aggiungere al nostro tour, accettiamo tutti e andiamo verso la Grotta di Lontun una grotta naturale dello Yucatan dove vivevano i maya di un tempo, un posto molto naturalistico sembrava di essere in un film di Indiana Jones .Dopo Lontun ci dirigiamo verso Kabah il secondo sito più importante del Messico e dichiarato parco statale, dopo Kabah andiamo ad Uxmal dove possiamo ammirare la famosa Piramide dell’indovino alta 32 metri, il campo di gioco della Pelota dove a quei tempi il capitano della squadra vincente veniva decapitato come premio (che strano eh), la casa del governatore e altri edifici di minore importanza.

Al rientro da Uxmal ci fermiamo a mangiare e poi visita guidata della città di Merida.

Visitiamo la Piazza Centrale dove poi la gente del posto si riunisce per le varie feste folkloristiche, la Cattedrale di San Idelfonso, e il Palazzo del Governo.

Al rientro in Hotel facciamo un bagno in piscina e andiamo a risposare un po’ prima di uscire di nuovo per la cena.

La mattina dopo prepariamo le valigie le carichiamo sul pullman perché era l’ultimo giorno di tour e poi tutti al mare!!!!!!!!!!!!!!!!!! Partiamo per visitare Izamal una piccola cittadina in stile coloniale dipinta interamente di giallo, questa visita non rientrava nel programma del tour operator ma devo dire che ci è piaciuta tantissimo perché abbiamo vissuto quello che il Messico è veramente, abbiamo passeggiato nel mercato e poi siamo andati a visitare il Monastero francescano più importante del Messico che si trovava proprio lì ad Izamal. Altra visita fuori dal programma è stata il Cenotes grotta naturale formata dalla riemersione dello Yucatan dal mare, uno spettacolo della natura ci siamo tuffati e dopo un po’ di tempo passato lì ci hanno portato a visitare l’ultimo sito archeologico, Cobà che significa “acque mosse dal vento”una delle ultime città maya riportate alla luce, una zona immersa nella giungla, qui abbiamo affittato delle biciclette però non eri tu a pedalare ma venivi accompagnato, non ce la facevamo più a camminare e siccome questo era il sito più grande, il percorso misurava circa 4 Km, abbiamo pensato bene di facilitare il tutto.

Qui abbiamo potuto ammirare la Grande Piramide chiamata Nohuch Mul la più alta del Messico 42 metri di altezza e composta da 117 gradini, e il tempio delle chiese.

Finto il tour è la volta del mar dei carabi, accompagniamo tutti ai propri alberghi noi eravamo quasi gli ultimi della lista.

Il villaggio scelto è stato il Viva Maya di Playacar, vicinissimo al centro turistico di Playa del Carmen un paio di Km circa.

Arriviamo proprio il giorno di ferragosto verso l’ora di cena e dopo tutti in spiaggia a festeggiare con musica e cocktail rigorosamente all inclusive.

Avevamo deciso una volta arrivati al villaggio di riposarci e di goderci il mare, senza fare più escursioni e invece non abbiamo resistito come perdere Tulum, sito maya a strapiombo sul mare una cosa che non si può descrivere forse uno dei posti più suggestivi dello Yucatan, e dopo relax alla spiaggia di Playa Paradiso.

Ultima escursione è stata l’Isla Mujeres “l’isola delle donne”abbiamo raggiunto l’isola da Cancun con un catamarano, lì siamo andati in giro per negozi e poi ci hanno portato a fare snorkeling dove abbiamo visto una Madonna incastrata in mezzo al mare una cosa meravigliosa, e poi foto con lo squalo, ovviamente non era pericoloso, ma fa molto strano prendere in braccio una bestiolina di 100Kg, sul catamarano è stata una bella esperienza musica, animazione, da bere a non finire e ovviamente rito con la tequila.

Il Viva maya è un villaggio splendido offriva tante cose la sera spettacoli in teatro, animazione anche se più soft della repubblica Dominicana, ma comunque presente, potevi prenotare i vari ristoranti, Portofino, Miramare Hacienda Don Diego con specialità messicane e per ultimo senza prenotazione c’era il ristorante principale la Terrazza.

Il villaggio è italiano quindi è una sicurezza lo consiglio vivamente, avevamo visto tanti hotel prima di scegliere questo il Barcelò Maya, il Bahia Principe indubbiamente alberghi bellissimi ma noi siamo rimasti legati alla catena Viva.

Il mare è inutile descriverlo sono i caraibi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! La sera uscivamo per andare a Playa del Carmen raggiungibile facilmente in taxi con 5 dollari, i negozi chiudono intorno alle 23.00 quindi il nostro consiglio è quello di mangiare direttamente lì, se volete un buon ristorantino dove gustare aragosta e frutti di mare andate al Giardino di Marietta, tra la sesta e l’ottava avenida.

Siamo stati fortunati anche come clima, non ha mai piovuto, neanche per un secondo 45 gradi tutti i giorni, mai una nuvola, però l’agenzia ci ha informato che indubbiamente è un posto a rischio nel mese di agosto.

Beh che dire il viaggio finisce qui, sono stati 15 giorni molto intensi, consiglio vivamente questa località, il Messico ha tanto da offrire, ma c’è da camminare molto.

Informazioni sul Viaggio: - Volo Livingstone - Tour Operator Press Tour - Costo del viaggio € 2.700 a persona - Periodo dal 12/08/2008 al 26/08/2008 - Hotel a Cancun Radisson Hacienda Cancun - Hotel a Merida El Castellano - Hotel Riviera Maya Viva Maya

di mev96 - pubblicato il